• Visitatori sul Blog

  • Statistiche

    • 2,745,526 visitatori

Coinres: I lavoratori in catene chiedono l’assunzione

coinres caos 006Continuano i problemi per il Coinres-  Ato Pa 4, infatti oltre ai disservizi causati dalla mancata  raccolta dei rifiuti, che sembrano almeno temporaneamente risolti, a complicare la situazione arriva il mancato rinnovo del contratto per ben 174 Lavoratori.

Il coinres viene contestato dai sindacati, in primis la cgil, per non avere ottemperato alla sentenza del Tribunale di Termini Imerese favorevole ai 174 lavoratori che rivendicano il diritto al proseguimento del rapporto di lavoro. La sentenza ha infatti decretato la costituzione del rapporto di lavoro, a tempo pieno e indeterminato, tra il Coinres e i Lavoratori del bacino ex Temporary, ed e’ scaturita a seguito del ricorso che ogni lavoratore individualmente ha avviato dopo la sospensione dei rapporti di somministrazione, decisa con una prescrizione dall’Ispettorato del Lavoro di Palermo.

Dal consiglio di amministrazione del Coinres nessuna presa di posizione.

Da diversi giorni la sede centrale del Coinres, sita a Bolognetta è occupata 24 ore su 24 dai lavoratori, alcuni dei quali, esasperati dalla situazioni si sono incatenati al balcone della stessa. A vigilare sul luogo sono presenti Carabinieri e Polizia. Non sono stati riscontrati episodi di violenza. Per i lavoratori del Coinres è solo una manifestazione pacifica per difendere il proprio diritto al lavoro.

Annunci

56 Risposte

  1. assumiamoli tutti i 174 lavoratori!!!! però mandiamoli a fare la raccolta dei rifiuti, invece di stare davanti un computer tutto il giorno a cazzegiare o al bar!!!!!! basta con questi sprechi!!!!! andate a lavorare seriamente!!!!!!!

  2. Che palle con questo COINRES!!!
    Io propongo di uscircene e di pagare i soldi dell’immondizia direttamente al comune che compra i mezzi e paga gli operastori ecologici!
    Scommettiamo che così tutto torna a posto?!?
    Non si può fare proprio niente?
    Ma di sicuro sta cosa non si può fare… chissà per quanti anni il comune si è impegnato con il COINRES…
    Sti appalti, ste cose private sono macchine mangisoldi inefficienti!

  3. dispiace per i lavoratori, ma dovrebbere occupare le case di quei CIALTRONI politici locali che li hanno preso in giro, è chiaro che fare politica con i soldi dei cittadini non è più possibili, noi cittadini siamo anche noi esasperati , visto che paghiamo un botto di soldi un servizio che non funziona assolutamente, solidarietà ai lavoratori , a casa i creatori di questi altarini!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. io sarei propenso ad affittare anche il secondo piano quello ancora da definire cosi magari evitano di stare 5 in una scrivania..ma smettiamola…io li assumerei ad una condizione..tuta,guanti e a raccogliere tutti i rifiuti nn a stare seduti a riscaldare la sedia..e cmq la colpa n la do a loro ma a chi a fatto la scanna di assunzioni…vorrei capire come in altri posti d’italia gli ATO funzionano benissimo e qui è andato tutto a mare..e cmq dovrebbero fare un censimento all’interno e spiegarsi e spiegare a chi paga le tasse perchè 2 raccolgono i rifiuti e 10 o stanno seduti o fanno i vigilanti diciamo che l’unica cosa di cui nn pecca il Coinres e sicurezza per i suoi operai visto che di controllori e company c’è ne sono da potere controllare ogni organo e ogni parte dell’articolazione di chi veramente raccoglie e pulisce i nostri paesi..

  5. La mia soliderietà va ai lavoratori che stanno protestando,i quali,come anello più debole della catena,si trovano a dovere affrontare enormi difficoltà di natura economica avendo a carico intere famiglie e spesso vivendo in case in affitto.
    Per il resto,che dire? queste cose succedono solo da noi,non trovare nessun responsabile è la nostra tragedia.Anche noi cittadini veniamo penalizzati da una situazione che può portare infezioni,malattie e quanto altro ancora.E poi su questi blog leggiamo che tutto va ben madama la marchesa,ed hanno la pretesa di essere creduti.Cordiali saluti

  6. Intanto massima solidarietà ai lavoratori.
    detto ciò vorrei dire a tutti quei politici che hanno ridotto Coinres e Amia in questo stato che fate davvero schifo, e piu di voi mi fa schifo chi vi ha votato, e ancora di più chi vi voterà!!!!!
    Vigliacchi

  7. Sono con i lavororatori…promesse e sempre promesse da parte dei politici: “presto sarete assunti”, adesso c’è una senteza e va rispettata, senza se e senza ma…Distruggiamo stu coinres che ha creato solo munnizza e debiti.

  8. Mi unisco a quanti solidarizzano con i lavoratori e inveiscono contro i politici, non aggiungo benzina sul fuoco, semmai complimenti a Misilmeri Blog che ha fatto un articolo in una situazione da anti sommossa, ma come avete fatto a salire alla coinres perora che è occupata?
    Cocchi vota v’arrestano ihihihi 😀

  9. esprimo la mia piena e sincera solidarieta’ a tutti i lavoratori che nulla hanno a che fare con gli sporchi giochi politici di quanti… per qualche voto in piu’ hanno creato questo disastro… giocando con il futuro di alcuni padri di famiglia!!

  10. IO HO CREATO UN FORNO A LEGNA ….. BUTTO TUTTO LI DENTRO BRUCIO E NON PAGO’ NESSUNO!!!!!

  11. Pienissima Solidarietà a tutti i Lavoratori.
    Concordo Pienamente con quello che hanno scritto,( e io pago, acqui, punto e virgola, Sergio, rocco, free, ciro costanza.
    Le Catene invece di metterseli i poveri Lavoratori,li dovrebbero mettere ai Polsi a chi li ha fatti Assumere e a chi li ha Assunti.
    Per una immensa Campagna Elettorale con migliaia di Voti,ORA QUELLI CHE DEVONO PIANGERE SONO I POVERI LAVORATORI.

    NON E’ GIUSTO BUTTARLI FUORI

  12. Per favore Misilmeri Blog mandate questo commento.

    Ci sono (per disgrazia) Incidenti Stradali ed e’ il primo a mandare la notizia.
    Ci sono Omicidi ed e’ il primo a mandare la notizia.
    Nuova Condotta Idrica a Portella di Mare ed e’ il primo a mandare la notizia.
    Pulizia dei Canaloni di Piano Stoppa ed e’ il primo a mandare la notizia.
    2° Raduno Equestre Citta’ di Misilmeri ed e’ il primo a mandare la notizia.
    Si attiva il Servizio Civico ed e’ il primo a mandare la notizia.
    Assistenza agli Anziani ed e’ il primo a mandare la notizia.
    Carnesi, Solidarieta agli Alluvionati Messinesi ed e’ il primo a mandare la notizia.
    1° Sportinfesta 2009 ed e’ il primo a mandare la notizia.
    Crosscountry ed e’ il primo a mandare la notizia.
    Dal 5 ottobre mensa scolasticaal Landolina ed e’ il primo a dare la notizia.
    A San Gaetano si insedia don Salvatore (Badami) Scardina. Le foto di (Badami).
    MORALE :
    Ma e’ stato dato qualche Affidamento a MISILMERI NEWS, per sponsorizzare tutto quello che fa l’Amministrazione Comunale di Misilmeri?
    MA I COSI TORTI MISILMERI NEWS NON LI VEDE?
    MA CHIFFA A MUNNIZZA ULLA VIRI?
    MA A SOLIDARIETA’ ULLA CANUSCITI?
    CANUSCITI SULU I COSI CHI FA’ COMUDU SULAMENTI O SINNACU BADAMI?
    A MUNNIZZA CHI C’E’
    L’ACQUA CHI MANCA
    I STRATI SFUSSATI

    E TEMPI ANTICHI QUANNU I PATRUNA RI PAISI VIRIANU CA STAVANU ACCUMINCIANNU I MALE COSI PARTIANU,PER RITORNAR A CIEL SERENO.

  13. Volevo dire soltanto una cosa.Assumete questi lavoratori,come si puo’ combattere la crisi facendo continui licenziamenti? A voi politici la risposta.

  14. Per TOTO’ KING:

    lettore, ci chiediamo se mai lei ha letto il notiziario di Misilmeri News. Vede, avremmo accettato con correttezza ogni sua critica, altrettanto corretta, su altre cose da noi mai scritte; ma parlare – dell’immondizia, della mancanza d’acqua, delle strade bucate, di mancanza di solidarietà ed aggiungiamo di mancanza di luce, di orari non rispettati al comune, delle serate maleodoranti in Viale Europa, di spazi abbandonati e pieni di topi, di verde pubblico abbandonato, di strade senza nomi, di incuria a Marraffa, sugli scarichi oleari, sul mancato gemellaggio con Arcos, su macchine abbandonate ai bordi delle strade, di spazi degli handicappati non delimitati e… non vogliamo più continuare il lungo elenco – come di cose da noi mai dette e denunciate ci sembra veramente ingeneroso. Non abbiamo mai riportato – ma lo faremo – i diversi casi di disservizi del comune che abbiamo segnalato al comune stesso a nome dei lettori, a noi sconosciuti, e che sono stati positivamente risolti. Quello che scriviamo è quello che succede a Misilmeri nel bene e nel male e che egregiamente fa anche Misilmeri Blog, forse, anzi sicuramente, meglio di noi. Ci può sfuggire una notizia, questo si, purtroppo, e ce ne scusiamo con lei e con tutti i lettori, visto che per professione facciamo altro e questa è solo passione che vogliamo regalare ai nostri lettori in maniera disinteressata, tra l’altro la nostra redazione è formata da sole due persone assolutamente impegnate in altre cose.
    Mi dispiace, lettore, deluderla: Misilmeri News, ne tanto meno i gestori, hanno mai ricevuto da questa amministrazione alcun affidamento di qualunque genere. Anzi sono note e sono cronaca le diatribe a colpi di lettera aperta sul sito del comune contro di noi. A lei sarebbe piaciuto attaccarci in questo, ma purtroppo non può farlo. Altri, e non noi, hanno ricevuto patrocini e finanziamenti, per cose, peraltro, assai lecite e gradevoli.
    Lettore, la prossima volta ci attacchi su altre cose, saremmo ben lieti di accettarne la giusta critica.

  15. Attacco fuori luogo…

  16. @ MISILMERI NEWS.Sto sperando che veramente pubblichiate tutti gli scontri che avvengono in molti uffici comunali per i desservizi vergognosi di cui si rendono protaginisti molti,impiegati,dirigenti,aiuto-dirigente,aiuto dell’aiuto dirigente,sotto-aiuto-vice-segretario-addetto,funzionari,commissari,delegati,responsabili-nonresponsabili ,irresponsabili con responsabilità,psico-protagonisti e quant’altro possiamo annoverare nella lista dei “manciapaniatrarimento”che si annidano in quelle stanze.Ne vedremmo delle belle.Alcuni di loro,per fortuna solo alcuni,si sentono proprietari dell’ufficio che gestiscono e non gli passa neanche per la testa che invece sono a servizio del pubblico,con il dovere di essere gentili,dico dovere per legge.A Misilmeri News suggerisco di pubblicare.

  17. Vorrei vedere alcuni dei commentatori nella loro vita privata e pubblica, perchè da come parlano pare siano dei perfetti cittadini ( mai una carta a terra, mai la macchina fuori posto,ecc….) e dei lavoratori perfetti ( sempre in orario, impegno oltre il dovuto, ecc…). Non per difendere Misilmeri News che non ha bisogno di avvocati difensori, ma trovo certi attacchi gratuiti e privi di logica. Dalle critiche sembra che ci siano dei trentini che ora vivono a Misilmeri . Perchè a leggere certi commenti non funzionano i blog, non funzionano gli uffici comunali…… Le uniche vittime sono i poveri cittadini, che se per alcuni giorni non funziona il servizio di raccolta la prima cosa che fanno è gettare materassi, mobili ecc. Forse è il caso di cominciare a fare un pò di autocritica.

  18. @ punto e virgola.
    Ma a cosa alludi? Perché non racconti tu le cose di cui pare sei così bene informato? Perché dovrebbe farlo Misilmeri News? Hai avuto il tuo spazio e potrai averne altro dentro questo blog. Racconta quello che sai, se lo sai. Assumendotene anche la responsabilità. Altrimenti fai solo delazione. Nel peggiore dei modi: scrivendo gli anonimi.

  19. @ misilmeri news.
    vi do atto di aver trattato tutti gli argomenti che vi vengono contestati, ma ad onor del vero avete censurato anche commenti leciti e innocui e non capisco il perchè. Quando parlavate della dimostranza di san giusto vi manda un commento che voleva essere ironico, anche se nascondeva un fondo di amara verità, e non lo avete pubblicato. mi limitavo a chiedere se, dato che la dimostranza era a cura del signor venturini, almeno per quella manifestazione i vigili urbani avrebbero prestato servizio, visto che quasi tutte le manifestazioni che si tengono in paese li vedono tristemente assenti e le auto passano spesso tra la gente che vi assiste. che cosa c’era da censurare in quel commento? era un commento che poteva creare problemi? è irreale quello che asserisco? quale motivo vi ha spinto a censurare una battuta?

  20. per rimanere con il tema del post,
    ci mancherebbe anche non essere solidal con chi si ritrova una famiglia sulle spalle, e con tutte le esigenze economiche che questo comporta. mi si accappona la pelle al pensiero che tutta questa gente non ha certezze per il futuro. però chiedo a questi lavoratori come hanno avuto quel lavoro? hanno fatto un concorso? sono entrati per chiamata diretta? e chi li ha chiamati? con quali promesse? c’era una graduatoria? con quale criterio è stata stilata? forse, e dico forse, se si cercano delle scorciatoie (e non sto affermando che siano state cercate, ma è solo una ipotesi che può interessare qualcuno), magari si arriva prima o magari si finisce in una strada chiusa, e si sbatte contro un muro che distrugge il senso della scorciatoia stessa.
    ora il danno è fatto ed è giusto che si corra ai ripari, però meditate gente, meditate.
    a chi questo danno l’ha causato dico di guardarsi bene allo specchio e rendersi conto di quello che ha fatto. se ne è valsa la pena. se questo è il modo per arrivare al proprio scopo. se è giusto che alla fine tante famiglie paghino il prezzo che stanno pagando. non dico altro. mi limito solo a dire che in questa situazione hanno sbgliato tutti, promotori, lavoratori, gestori e chi più ne ha più ne metta.

  21. @surci
    caro surci faccio ammenda per il fatto che scrivo da anonimo visto peraltro che il rimprovero mi arriva da te che ti firmi con nome,cognome,indirizzo e recapito telefonico,nonchè codice fiscale.
    Mi sono permesso di suggerire a Misilmeri news di scrivere quelle cose solo perchè nel loro intervento su questo blog anticipano che probabilmente lo faranno.
    Per il resto se non racconto episodi specifici e quindi non nomino nessuno,è proprio perchè scrivo da anonimo ed io non sono come alcuni che nascondendosi dietro l’anonimato offendono direttamente le persone.Se poi a te sta bene come funzionano i nostri uffici pubblici,sono contento per te.A me diverse volte hanno fatto vedere i sorci verdi burocraticamente e disorganizzativamente parlando,se tu hai avuto e hai un trattamento di favore,auguri.Naturalmente riconoscono che ci sono impiegati seri che lavorano onestamente,infatti nel mio precedente intervento lo chiarisco meglio questo concetto parlando solo di alcuni impiegati che si sentono proprietari degli uffici che gestiscono.

  22. scusate!!!sono la moglie di un dipendente COINRES!!!non potete capire quanto pesante sia la situazione e come si vivono le giornate sperando che il marito non venga licenziato!ognuno di loro ha famiglia!!!ogni anno si ripete la stessa situazione..ogni mese si vive il disagio economico con lo stipendio che ritarda!pensate tutti che dietro a queste assunzioni ci sia interesse politico…ma ki di voi non ha mai cercato un politico per un piacere?la sicilia e’questa!!!allora ..perche’ tutte queste meraviglie..siete tutti bravi a parlare perche’ non vivete la situazione da vicino e chi parla come voi e’solo una persona senza morale e sicuramente con le tasche piene,il muto pagato e i figli sazi!!!!!VERGOGNA

  23. concordo con carbone.. attacchi fuori luogo e privi di ogni logica..
    solidarieta’ a misilmeri news

  24. @lilia:
    hai la mia massima considerazione e solidarieta’…
    mi scuso per quanti.. vivendo una situazione agiata non hanno il minimo senso di responsabilita’ a immedesimarsi un po’ nei panni di chi rischia di perdere il lavoro..

  25. rispondo al signor dirkio:innanzi tutto si vede che hai un posto in scrivania,e si fa’presto a parolone grosse come le tue a risolvere le cose…non ci sei dentro e non sai o quanto meno sei come l’altra gente ke parla a vanvera e tu dici le stesse cose…ma se ti guardi bene intorno ormai in sicilia e’tutto privatizzato,magari tu vivi in un altra sicilia e non lo sai!!!!comunque chiedi a tua moglie come si sentirebbe al posto delle mogli dei dipendenti COINRES!!!sicuramente non parleresti con tutta questa tranquillita’!!!

  26. a lilla.
    capisco il tuo disagio e mi spiace veramente molto quello che sta capitando, infatti dicevo prima che ormai la frittata è fatta e il problema si deve risolvere nel migliore dei modi.
    ma il fatto che in sicilia funziona così non vuol dire che sia corretto. anzi, proprio per come funziona poi ci troviamo a parlare di drammi familiari. perchè le cose nate male muoiono presto. ed il coinres è nato malissimo. certo che capiamo il disagio, certo che ci spiace, certo che avete la solidarietà di tutti. ma chi ha fatto questi danni dov’è? che fa? rimane l’errore di sentirsi più furbi abbordando il politico di turno. signori parliamoci chiaro, la furbizia, la scorciatoia, la raccomandazione, non pagano e sono scorrette. e le assicuro non c’è nulla di male ad avere un lavoro sereno che permetta di vivere una condizione familiare decente, non ne faccia una colpa a chi può farlo. capita di trovere lavoro onestamente e di tenerselo per merito personale oltre che perchè il datore di lavoro paga. vada a chiedere conto e ragione a chi vi ha ingannati. ma ora non colpevolizziamo chi lavora e viene pagato. ma scherziamo? che devono fare quelli che hanno i figli sazi? dire che è stato bene andare a cercare lavoro con la scorciatoia magari togliendolo a chi ne aveva più diritto? ma finiamola. solidarietà e comprensione si, ma correttezza e lealtà anche.

  27. @ rossa
    se i cittadini fossero perfetti non avrebbero bisogno di amministrazioni che dettino loro le regole del vivere civile.
    in ogni caso se non raccolgono i rifiuti non posso prendermela con i cittadini, se non ci sono aree parcheggio nemmeno, se non arriva l’acqua nei rubinetti neanche, se non puliscono ancora i tombini dopo le pioggie insistenti dell’ultimo periodo non posso andare a farlo io mentre chi è preposto a ciò è seduto al calduccio. se il sistema non funziona è ovvio (ANCHE SE SBAGLIATO) che il cittadino si sente libero di fare ciò che vuole. I trentini da te citati non sono più civili dei misilmeresi, ma se sbagliano gli arriva la multa e gli scoccia pagarla. ecco perchè si comportano in una certa maniera, perchè se sbagli paghi. qui se sbagli o non se ne accorge nessuno o se ne fregano tutti. paghiamo persone preposte a fare rispettare le ordinanze. dove sono? che fanno? se sai che parcheggiando in doppia fila nessuno ti dice niente che fai? e se sai che appena ti fermi prendi la multa che fai? i cittadini sono tutti uguali, sono le amministrazioni che funzionano diversamente.

  28. @punto e virgola. Solo una battuta. Secoli di disservizi delle pubbliche amministrazioni sono fioriti, rigolgiosi, all’ombra di generiche accuse simili a quelle da te sottoscritte. Esse non sono solo inutili ma anche dannose: assolvono gli infedeli ed offendono gli uomini onesti.
    @abracadabra. Dissento da quanto hai affermato. Le città civili non sono q

  29. @punto e virgola. Solo una battuta. Secoli di disservizi delle pubbliche amministrazioni sono fioriti, rigogliosi, all’ombra di generiche accuse simili alle tue. Esse non sono solo inutili ma anche dannose: assolvono gli infedeli ed offendono gli onesti.
    @abracadabra. Dissento da quanto hai affermato. Le città civili non sono quelle dove ad ogni cittadino corrisponde un torvo aguzzino che sorveglia e punisce. Se hai avuto, e penso tu ne abbia avuto, modo di visitare una città dove alto è il senso civico, ti sarai accorto che i primi a vigilare sul decoro sono i cittadini medesimi. Non attraversi col rosso perché temi gli sguardi di disapprovazione che potrebbe suscitare il tuo gesto. E nel rispettare le regole senti che si accresce il tuo senso di appartenza ad una comunità civile, e tu stesso ne diventi guardiano. Il contrario accade quando si pensa che la civiltà la debbano fare rispettare gli altri; che nulla si può se non aspettare il fustigatore di turno: il sanzionatore, il multatore, il punitore. Quante volte facciamo finta di non vedere il conferitore di rifiuti abusivo, l’automobilista doppiofilista, il cafone imbrattino che sporca i monumenti ….. e via discorrendo. So che ti verrebbe da dirmi che sono un bolso moralista. Ma se così fosse dovremmo dare del moralista anche ad un presidente degli Stati Uniti, tale J.F. Kennedy, da alcuni considerato il più grande presidente americano. Da decenni piangiamo perché troviamo sempre altri che non fanno quello che dovrebbero fare; cominciamo a pensare a ciò che noi dovremmo fare e non facciamo. Cominciamo ad ammettere che molte più cose di quante riusciamo a riconoscere dipendono proprio da noi, dai nostri comportamenti, dalle nostre scelte.

  30. Cara abracadabra vedo che mi dai ragione se richiami lilla a non cercare scorciatoie per vivere meglio.Non puoi poi dire che è giusto lamentarsi senza fare mai autocritica. Con la mentalità “furba” di molti cittadini non ci sarà mai un’amministrazione in grado di gestire questo paese come vorremmo. Ho accennato piccole cose che vengono regolarmente fatte dal cittadino che segue il manuale del perfetto incivile, ma penso sia sotto gli occhi di tutti. E’ chiaro che l’amministrazione può e deve fare sempre meglio. E’ vero che con un maggire controllo si eviterebbe il caos che c’è, ma è anche vero che non dobbiamo aspettare la multa se blocchiamo il traffico perchè vogliamo posteggiare dentro i negozi per non fare due passi a piedi; o se per non scendere dalla macchina si lascia cadere il sacchetto fuori dai cassonetti e così via . Se uno ha un pò di amore per il proprio paese evita il più possibile di danneggiarlo. Non credo proprio che tutti i cittadini siano uguali: esistono gli incivili e le persone perbene. Permettimi di dire che non trovo giustificazione all’inciviltà e vorrei ci fosse più di senso civico.

  31. @U SURCI:
    sicuramente bel commento… belle parole.. ma peccato restare solo parole.. e le parole non servono a molto!!
    Come credi di “insegnare” o “abituare” alla civilta’??
    Purtroppo non esiste una polverina magica che spruzzata.. magari da un aereo infonda senso civico!!
    Condivido molto il tuo commento in molti punti.. ma il torvo aguzzino come lo chiami tu viene pagato per fare il suo.. seppur a volte sgradevole lavoro.. solo che se posteggi in doppia fila a Milano dopo un minuto passa il torvo aguzzino e ti scrive una bella multa.. se posteggi in doppia fila dalle nostre parti.. non solo non vedi passare mai il torvo aguzzino.. ma se per caso dovesse passare si guarderebbe bene dal fare il suo dovere!!!!
    Caro amico mio.. con le parole… con i fiorellini e le fatine del bosco che rincorrono gli gnomi non si e’ mai risolto nulla!!!
    Viaggio molto spesso per lavoro.. sia in italia che all’estero e ti assicuro che senza un buon controllo del territorio le belle parole restano solo tali!!!
    Concludo solo con una battuta… da un sondaggio che ho letto diversi mesi fa su repubblica.. sai quale cittadino europeo risulta essere meno rispettoso delle regole quando si trova in vacanza all’estero????
    I CIVILI.. PRECISI.. ONESTI E LAVORATORI TEDESCHI!!!!!
    Questo significa che a casa propria sono civili e rispettano le regole non solo perche’ si preoccupano degli sguardi.. ma perche’ c’e’ un TEDESCO TORVO AGUZZINO che se ti becca ti fa un c… quanto un palazzo!!!!!
    Saluti

  32. @
    u surci
    Nel mio dire ed affermare che le nostre amministrazioni,i nostri politic ed i nostri impiegati,sono quantomeno lacunosi nel loro svolgere le funzioni per cui sono pagati,ho il conforto delle parole del Capo dello Stato dette a Potenza pochi giorni fa.Ammoniva tutta la classe dirigente del sud a non essere autoindulgenti,proprio come stai facendo tu,ma di fare autocritica x l’incapacità dimostrata alfine di uscire da una situazione che sotto questi aspetti si presenta tragica e pone un freno drammatico al nostro sviluppo.Eppure neanche il Presidente della Repubblica ha fatto un solo nome o ha raccontato qualche episodio.Mi consentirai di preferire le sue parole alle tue.
    Che cosa vuoi dire,di non avere perso mai mezza giornata di attesa in una fila x esempio all’ufficio postale?non è un ufficio pubblico?hai mai provato a chiedere una qualsiasi licenza,commerciale o per una costruzione edilizia?Non ti è mai capitato in uno sportello pubblico sentirti dire senza che ce ne sia nessuna necessità,venga domani? e poi all’indomani di nuovo venga domani? e poi la prossima settimana? e poi il prossimo mese?Sei mai stato in un ospedale?da dove cominciamo?lo sai che prima le grosse aziende del nord non volevano venire da noi per paura della mafia ed ora invece hanno paura della nostra burocrazia e delle pressioni di assunzione dei nostri politici?Sto entrando nello specifico o ti sembro ancora così generico?Lo sai quanti imprenditori stanno fallendo per i ritardi che accumula nei pagamenti la regione Sicilia?Parliamo dell’ospedale di Mazzarino o preferisci interloquire sulla pioggia a Palermo fino ad oggi?L’alluvione e i morti di Messina non ti dicono niente?una strage annunciata per colpa di quella categoria che stai difendendo?Secoli di cattiva amministrazione saranno pure fioriti all’ombra di commenti come i miei e da oggi anche di quelli del Presidente Napolitano.Distinti saluti

  33. @u surci
    Dimenticavo,anche il ministro Brunetta la pensa come me,infatti si sta dando il suo bel da fare.Se all’ombra dei miei commenti fiorisce rigogliosa la cattiva amministrazione,all’ombra dei tuoi i fannulloni hanno sempre fatto la pacchia,e la continueranno a fare purtroppo.Anch’io viaggio spesso come Ciro ed è proprio il raffronto con altre realtà che mi da tanta amarezza.Al nord e all’estero ci considerano incapaci e “lagnusi” e questo mi fa veramente male,perchè nessuno meglio di me sa quante persone laboriose,intelligenti,creative e oneste ci sono da noi.Tu assolvi in pieno i nostri impiegati,amministratori e politici malgrado il disastro delle nostre realtà sia sotto gli occhi di tutti.Nell’altro intervento ti ho solo citato alcuni esempi.E’ inutile che fai sfoggio di cultura tanto non impressioni nessuno e sai perchè?semplicemente per la filosofia che dimostri,tipica di chi si autoassolve e lascia tutto nell’immobilismo più assoluto.Le cose si valutano con obiettività,almeno io denuncio,tu che difendi così bene la casta,che fai?Ma ci sei mai andato a Milano,a Torino,a Venezia,a verona,ma non senti quante ce ne dicono proprio a causa di quella categoria che ormai mi secca pure a nominarla?Me lo dici come fai a rispondere quando ti chiedono a bruciapelo dove sono andati a finire anni di contributi che loro hanno versato per noi?E se è vero come è vero che non do loro mai nessuna soddisfazione,ma fra noi vogliamo ammettere che non hanno torto?e cos’è questa se non malagestione.Ripeto per l’ennesima volta l’amarezza che mi producono certi commenti,ecco non discutiamo solo per avere ragione,ma facciamolo per ragionare.Distinti e distanti saluti
    Un’altra cosa e chiudo sono stanco di affrontare ogni argomento sotto le insegne di ideologie contrapposte,io amo discutere obiettavamente e non per partito preso,se qualche volta l’ho fatto è stata semplicemente una provocazione contro chi parla solo per avere ragione e senza un minimo di obiettività.

  34. @ u surci.
    Il comune di Misilmeri funziona alla perfezione, NON si perde mai tempo per avere dei certificati banali, NON accade mai di non trovare l’impiegato sul posto di lavoro, NON accade mai che prima d indicarti l’ufficio giusto ti fanno fare avanti e indietro da un piano all’altro inutilmente per dirti alla fine che il posto giusto era il primo in cui eri andato, NON è mai successo che gli impiegati NON SANNO DOVE METTERE LE MANI per trovare un documento qualsiasi, NON è mai successo che per un problema ti fanno rimbalzare da un impiegato ad un altro e tutti ti dicono che non è compito loro, NON è mai accaduto di vedere dipendenti comunali che dovrebbero essere in servizio a farsi i fatti loro altrove, NON è mai accaduto di sentirsi dire che l’impiegato è in malattia e poi vederlo al mare con la famiglia. Al comune di misilmeri ognuno fa il proprio dovere, funziona tutto alla perfezione e siamo invidiati nel mondo per l’efficienza, la professionalità, la preparazione, la gentilezza, e la devozione con cui i nostri impiegati svolgono il loro lavoro.
    tutte queste cose posso dirle senza essere tacciata di delazione? o devo ancora mettere il mio nome e cognome? a proposito……tu ti chiami “u surci”…mi chiedevo qual’è il nome e qual’è il cognome tra i due?
    io non so quale scrivania occupi all’interno dell’edificio comunale e non mi interessa neanche saperlo. ma certamente una domanda mi sorge spontanea. che ti cambia sapere CHI fa certe affermazioni? io posso capire se qualcuno dice TIZIO ha fatto o ha detto, ma quando si parla genericamente di un ente che ti cambia? perchè vuoi nome e cognome di chi scrive? che ci devi fare? che ti importa? spiegami, perchè, sai, io non lo capisco. soprattutto se una rischiesta del genere viene da chi invece si nasconde dietro “u surci”, ti pare?

  35. @ u surci.
    propongo di licenziare tutti i torvi aguzzini di cui parli, tanto non servono.
    ma di che stiamo parlando? da che il mondo è mondo l’uomo ha bisogno di regole che gli impongano dei limiti. e’ storia. l’essere umano non nasce CIVILE, va educato! prendi un trentino appena nato e portalo a misilmeri. crescerà con il senso civico? no. perchè? perchè mai nessuno gli imporrà di non fare alcune cose. non prendiamoci in giro, l’attaccamento al proprio ambiente viene dopo, quando ti accorgi che tutto sommato se nessuno butta l’immondizia a terra il paese è più bello. ma per arrivare a questo devi multare chi lo fà, poi si sparge la voce, poi per non pagare rispettiamo la legge ed infine ci accorgiamo che la legge ha ragione. e’ sempre stato così, ovunque.
    @ rossa.
    io non ho mai detto che non sia giusto non fare autocritica, ci mancherebbe. è giusto eccome, ma dato per certo che chi butta l’immondizia dall’auto è un incivile, è altrettanto certo che non punirlo è ancora più incivile. il mancato senso civico diffuso non può giustificare le carenze di una amministrazione che approva delibere e poi non si occupa di vederle rispettare. mi pare un pò assurdo. quindi secondo me le istituzioni devono dare l’esempio e i cittadini devono seguirlo. se io ti indico la strada giusta poi non posso prendere una scorciatoia, o farti trovare quella strada piena di ostacoli insormontabili, perchè tu ti senti presa in giro ed hai ragione. e devo dire che se l’esempio che abbiamo è quello che vediamo o che non vediamo tutti i giorni mi pare ci sia poco da sperare.

  36. Dai vostri commenti, risulta una grave mancanza di conoscenza del fatto che in Italia esiste una legge che stabilisce che la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti sia suddiviso in ambiti territoriali ottimali.Il C.O.I.N.RE.S. é un ATO ( ambito territoriale ottimale) e il suo scioglimento, è una assoluta violazione della legge! Quindi invito tutti, a promuovere non tanto lo scioglimento di esso, ma ad una sua gestione migliore…… Come del resto è gestita in tutta Italia da Roma in su!! Infatti da Roma in sù, certi problemi non esistono!! Riflettete su questo!!! PIENA SOLIIDARIETA’ AI 174 LAVORATORI……..

  37. @ABRACADABRA E PUNTO E VIRGOLA:
    PURTROPPO QUESTO E’ IL CLASSICO RISULTATO DI CHI SI ESPRIME CON FRASI FATTE E IDEOLOGIE PRIVE DI OGNI RISCONTRO CON LA REALTA’..
    E’ QUESTO E’ IL VERO MOTIVO PER IL QUALE MOLTI PARTITI SONO SCOMPARSI DALLA SCENA POLITICA..

  38. Si dice, quanto alla contrapposizione delle opinioni, che vince non il più convincente ma il più resistente. Temo che lo scarso tempo a mia disposizione mi vedrà fatalmente soccombere; la mia resistenza arriva qui, a questo post. Non controreplicherò alle controrepliche. Non per scortesia. Avrò cura, naturalmente, di leggere le controtrorepliche, appena avrò la disponibilità a farlo.
    A Ciro, persona equilibrata e corretta, dico che anche lui alla fine dice parole, si esprime con parole. Quel suo ‘non credo che le parole servano a molto’, mi pare un autodafé: come uno che per non annegare si attacca alle proprie brache. Ti conosciamo su questo blog per le tue parole! Viviamo in un mondo di parole: senza parole non ci sono interpretazioni e senza interpretazioni non ci sono fatti. Mi puoi accusare di essere astratto, ponendoti tu sullo scranno della concretezza. Ma nemmeno questa mi sembra una critica pertinente. Io pongo un problema di metodo. Ma non per noi, perché ormai noi siamo strutturati nella cultura, nel costume, nelle abitudini. Ma per i giovani, i più giovani. Prima di additare, denunciare quello che gli altri non fanno per noi, cerchiamo di conoscere e riconoscere quello che noi non facciamo per gli altri. Dietro l’impiegato maleducato ci potrebbe essere il politico che ha brigato per la sua assunzione e che gli continua ad assicurare protezione; e dietro il politico ci potrebbe essere il nostro voto. E i politici chi li sceglie? Lamentiamoci. Accusiamo: ma a patto che poi, quando l’esercizio del voto ce lo consentirà, sappiamo essere coerenti. Io invito alla responsabilità. Se ogni cittadino, come qualcuno ha asserito, è un potenziale eversore ciò che lo fa diventare un buon cittadino è l’educazione e l’esempio che riceve. E l’esempio non lo danno i politici: un politico incivile sopravviverebbe mezza giornata in un contesto in cui la civiltà è diventata patrimonio comune. Se noi continuiamo a convivere con politici, impiegati comunali, impiegati postali, impiegati regionali incivili, la ragione la dobbiamo cercare nelle piccole inciviltà che ci appartengono e che abbiamo interiorizzato. Un esempio concreto. A Misilmeri sono state costruite più di 10.000 abitazioni abusive; diecimila. Vigili urbani, carabinieri, politici e tecnici hanno senza dubbio responsabilità dirette o indirette; comunque responsabilità di ordine morale. Ma quanti sono i cittadini che con il loro senso del dovere hanno fatto qualcosa per impedire lo scempio? Quanti hanno denunciato l’abuso che si perpetrava sotto il proprio naso? Siamo o no legittimati a chiamare anche costoro sul banco degli imputati o dobbiamo continuare a raccontarci la storiella che altri non hanno fatto quello che avrebbero dovuto? Siamo o no legittimati a pensare che abbiamo vissuto e continuiamo a vivere in un contesto di collusioni ed ammiccamenti, ben lontano da quella descrizione olografica che qualcuno ha dato nei post che precedono? Quando poi il tedesco, il milanese o il torinese di turno vengono a trovarci non ci chiedono dei politici, perché sanno che quelli li eleggiamo noi; ci chiedono cosa noi cittadini abbiamo fatto per difendere la città da quella sfrenata aggressione; per impedire agli incivili di bivaccare, sporcare, inquinare, costruire abusivamente ……; ci chiedono cosa abbiamo fatto con i mezzi che la democrazia ha messo a nostra disposizione e che sono per nulla dissimili a quelli che loro hanno e grazie ai quali hanno costruito il loro comune senso di civiltà. E alla fine si deve ammettere che anche noi, con le nostre piccole azioni, abbiamo contribuito a quel declino generalizzato: non è solo colpa degli altri. Bisogna non difendersi a tutti i costi davanti a chi accusa noi meridionali di continuare a vivere nella cultura dell’assistenzialismo, del piagnonismo dello scarso senso civico; perché probabilmente dice un po’ di vero. La difesa d’ufficio qualche volta ci fa perdere di vista il problema e ci impedisce di comprenderlo sino infondo.

  39. Penso che l’uomo essendo dotato di intelligenza le regole se le può anche dare, senza che ci siano altri che ti dicano quello che è giusto o sbagliato. C’è chi corre in maccchina pur sapendo che l’alta velocità è un pericolo per se e per gli altri mettendo in gioco la vita: pensate che basti una multa per scoraggiarlo o un posto di blocco ogni tanto. Chiaramente è un esempio estremo. Non si può pensare che in ogni angolo del paese ci sia un uomo dell’ordine pronto a bacchettare chi commette atti incivili. Bisogna mettere in pratica la buona educazione perché è quella che noi dimentichiamo. C’è bisogno di dirlo che occorrono i prospetti rifiniti nelle case, che nel centro storico bisogna rispettare e adeguarsi al tipo di architettura (vetrine fuori luogo, case colorate stile carnevale, ecc.). Potrei continuare all’infinito. Spero di essere stata più chiara.

  40. @ciro e abracadabra
    condivido in pieno i vostri commenti
    @u surci
    condivido onestamente anche il tuo ultimo commento dove sostanzialmente dici che se è vero come è vero che impiegati,amministratori e politici non funzionano la colpa è soprattutto nostra.Ma se questo può essere vero per i politici purtroppo non lo è per gli attuali impiegati.Quindi riepiloghiamo i punti in cui mi trovo d’accordo con te:le nostre amministrazioni non funzionano ed il nostro popolo è incivile,bene allora che fare?Tu pensi che sciegliendo bene alle prossime elezioni le cose cambieranno?Speriamo,ma onestamente mi sembra difficile.Hai già anticipato che non risponderai,quindi non attendo risposta. Se ti riferivi a me quando parlavi di difesa d’ufficio, ti informo che non mi ha affatto impedito di comprendere il problema,semmai con la gente del nord,per amor di patria, cerco di sottolineare solo gli aspetti positivi della nostra amata terra,aspetti che per fortuna abbondano.
    distinti saluti

  41. @u surci:
    scusa… non te la prendere ma il tuo logorroico commento mi si riduce a una semplice domanda?
    E’ NATO PRIMA L’UOVO O LA GALLINA?
    Ti dico con semplicita’… basterebbe che ognuno di noi facesse bene il suo lavoro.. il carabiniere scopre gli illeciti e li denuncia alle autorita’ senza aspettare che sia il cittadino inerme a farlo.. il vigile controlla la viabilita’ e multa chi non rispetta le regole.. l’impiegato alle poste cerca di avere rispetto per le persone che aspettano il turno e cerca di essere quanto piu’ svelto possibile.. quindi caro mio regole.. la mia liberta’ finisce dove comincia la tua.. e per fare questo servono le regole e chi li fa rispettare… il resto scusami ma sono solo chiacchiere al vento!!
    Del resto anche le mie restano chiacchiere al vento.. ma solo per chi non li vuole intendere e si barrica dietro vecchie ideologie che parlano di autogestione.. di autogoverno ecc. ecc..

  42. per abracatabra:mi scusi ma chi le ha detto che ognuno di loro abbia cercato una raccomandazione?per quello che e’scritto sui giornali che quello era perente di quello?allora se si ha un parente politico non si deve cercare un lavoro?sono contenta per lei che che ha un posto e una sistemazione migliore,ma le assicuro che non tutto quello che anno scritto sullo scandalo delle ultime assunzioni e’veritiero!!!!sono da 10 anni una precaria…ma lei pensa che se avessi avuto la raccomandazione me ne starei cosi’?sicuramente noooo!ognuno ha bisogno di lavorare…e che lei ci creda o no per quanto mi riguada e per quello che vedo tutti vanno a cercare tutti per un pezzo di pane sicuro!!!non prendiamoci in giro per favore!!!!

  43. @ lilla.
    ma sono daccordo con lei sul fatto che sia malcostume diffuso, ma ciò non lo rende giusto.
    signora io lo so che non tutto quello che dicono i giornali è vero, ma se non ricordo male il giornale ha solo riportato l’esito di un’indagine fatta.
    certo che tutti cercano il pane sicuro…..ma….ma permette…..a volte è il modo di cecarlo che non funziona.

  44. @ u surci.
    nella contrapposizione di idee di solito non vince nessuno perchè ciascuno, ad eccezione di qualche volta, rimane convinto delle proprie.
    se ho capito bene hai fatto toccata e fuga, sei entrato per difendere in modo fintamente imparziale e disinteressato i dipendenti del comune i misilmeri, e quando hai visto che hai arzigogolato senza cavare un ragnodal buco magicamente ti è finito il tempo da dedicare al blog. probabilmente pensavi di spiazzare tutti con frasi fatte e fintamente colte e invece ti sei ritrovati tutti contro con argomentazioni molto meno fantasiose delle tue. volevi introdurre una nuova metodologia di convivenza sociale. hai fatto bene a provarci.nulla di grave, l’importante è rendersi conto.
    distinti saluti.

  45. @abracadabra:
    GRANDIOSO/A…

  46. Ho conosciuto un Ciro Costanza più umile, più disponibile a cogliere le ragioni altrui, professionista della comprensione. Quello dell’ultimo post mi sembra un’altra persona. Una sciantosa. Come il Minosse di Dante gli è venuta la coda giudicante: giudica e manda secondo ch’avvinghia. E i suoi giudizi pesano. Anzi i suoi pregiudizi. Sarà l’influsso benefico di abracadabra. A proposito. Ma cos’è questa storia delle ideologie? Sarei io un ideologo o un indottrinato di ideologia? In che consisterebbe la mia ideologia?

  47. @ ciro costanza
    ah ah ah grazie!

  48. @Aabracadabra:si e’vero che avvolte il modo di cercarlo non e’ giusto..ma la cosa personalmente non mi riguarda!!!lei mi parla d’indagine fatta:bene,penso che se ci mettessimo a frugare bene bene in tutti i posti pubblici e privati sarebbe la stessa cosa della COINRES,solo che al contrario nessuno ha parlato e nessuno ha aperto un’indagine..ci rifletta!!l

  49. Finitela di attaccare e contrattaccarvi, il campo di battaglia è bello, ma alla fine ci sarà il massacro tra voi, cercate almeno di trovare un punto d’incontro e troverete almeno delle spiegazioni civili. Siete delle persone intelligenti e di aguzzo ingegno, quindi cercate di essere almeno moralmente affini, Non è un’appello di scontro, ma un’appello di conciliazione. E poi le parole costruiscono non distruggono. Distinti saluti

  50. @abracadabra:
    carissimo u surci, non te la devi prendere… stiamo dialogando in un blog e tu sicuramente hai male interpretato il mio commento che non voleve essere una predica!!
    Probabilmente.. anzi sicuramente su moltissimi altri argomenti avremo le stesse idee ma sul fatto delle regole io ho le idee ben chiare…
    io ho semplicemente detto.. manifestando semplicemente il mio parere che… CREDO CHE PER ABITUARE ALLA CIVILTA’ ALCUNI POPOLI SERVONO LE REGOLE E CHE CON LE PAROLE NON SI E’ MAI RISOLTO NULLA… Purtroppo e’ l’ambiente in cui viviamo a condizionare noi e mai viceversa.. l’uomo si adatta alle regole del posto.. se un tedesco o un trentino vengono a Palermo gli viene quasi spontaneo gettare la carta a terra o posteggiare in doppia fila.. tanto sanno benissimo che mai nessun vigile o carabiniere.. pur ammesso che passano.. non gli scrivera’ mai nessuna sacrosanta multa!!!
    Cosa ho detto di cosi’ scandaloso?
    Ti invito invece a leggere con umilta’ il tuo commento.. a me sembra una lunghissima ed estenuante predica!!
    Comunque sei il benvenuto in questo blog.. mi fa sempre piacere confrontarmi con persone intelligenti e che accettano le critiche…
    Del resto se leggi le mie ultime tre righe ti renderai conto che probabilmente non sono rivolte direttamente a te ma a chi mascherandosi dietro ideologie crede che si possa risolvere tutto con le parole…
    ciao

  51. Prtroppo esiste una tipologia di persone che si sentono al centro dell’universo e sono convinti che si parli con loro anche quando non è così.E’ tipico del narcisista.
    Distinti e distanti saluti

  52. @ ciro costanza
    ops….qualcuno ha improvvisamente e magicamente ritrovato il tempo per scrivere sul blog.
    poi la valenza di ciò che ha scritto, ovviamente, la lasciamo alla libera interpretazione, però in un modo così frenetico siamo riusciti a far trovare qualche minuto di libertà al topo (taduzione letterale di surci). non entriamo nel merito e godiamoci il risultato.
    Speriamo solo che qualcuno non si travesta da gatto.

    @ francesca.
    hai ragione, ma, almeno da parte mia, non c’è la volontà di scannarmi con nessuno. scrivo in questo blog con la consapevolezza che i battibecchi che eventualmente ne vengono fuori sono fini a se stessi. nessun rancore con nessuno, magari un botta e risposta acceso ma finisce lì. comunque in linea di principio trovo il tuo commento corretto. e anche molto bello. complimenti.

  53. @francesca:
    la dialettica… il confronto… lo scontro.. i battibecchi… sono il sale della democrazia e nessuno dovrebbe offendersi quando si esprime un’opinione contraria..
    comunque ho capito il senso del tuo intervento e ti ringrazio per la moderazione..

  54. Vorrei farvi una proposta, che forse può essere la più stranbalata che ci sia nella storia di misilmeri. Perchè non facciamo un bel comitato cittadino, accogliendo tutte le voci politiche di qualsiasi schieramento. Almeno ci attiviamo nel vero senso civile. Che ne dite? Lo chiamerei la forza del pluralismo. Così finalmente spodestiamo questi politici e clienti vari in desto meraviglioso paese. Vi ringrazio di cuore: Ciro Costanza e Abracadabra dei complimenti.

  55. @ Francesca

    Accetto volentieri la proposta.
    Saluti.

    P.S.
    Alla fine invece che da solo ci ritroveremo noi due!
    Ribellarti agli schemi ed essere travisati è triste!
    In altri luoghi del mondo ed anche in Italia, attraverso lo spazio virtuale si è arrivati a costituire gruppi di persone motivate a perseguire pur nella pluralità un unico obiettivo.
    Qui i fatti (le parole nel blog) stimolano strani sentimenti.

  56. ancora agonia per i lvoratori COINRES E LE LORO FAMIGLIE!!!!niente decisioni…tutto lasciato in aria come se queste persone fossero giocattoli o bambini che si possono consolare con un lecca lecca!!!il disgusto non si puo’spiegare e se i mucchi d’immondizia crescono personalmente non puo’farmi solo che piacere!!!!spero che arrivino davanti ad ogni porta dei signori politici e sindaci dei comuni del Coinres tanto da non poter nemmeno aprire la porta di casa!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: