• Visitatori sul Blog

  • Statistiche

    • 2,741,602 visitatori

La biblioteca vagante…

bibliotecaCari amici di Misilmeri Blog con la presente voglio manifestarmi il mio disappunto per una notizia che mi è giunta; mi riferisco all’ennesimo spostamento della biblioteca comunale. La biblioteca dovrebbe rappresentare il salotto buono di una comunità, la culla delle menti, il luogo insomma dove formarsi e crescere dal punto di vista culturale ed umano.  Ma, mi par di capire che l’attuale amministrazione non sia dello stesso avviso. Si sta per concretizzare il quarto spostamento della biblioteca negli ultimi tempi, che, stando alle ultime indiscrezioni starebbe per essere trasferita nei locali dell’ex collegio di San Giuseppe. Non voglio aprire una discussione sull’utilità e l’entità dell’ “affaire” che ha portato il comune ad acquistare questa struttura (che magari farò in un’altra occasione), vorrei discutere semmai sull’opportunità logistica di questo spostamento. La struttura non si può definire un miracolo dell’architettura moderna, è distante dalle scuole attualmente esistenti a Misilmeri, e di sera la zona non è neppure illuminata. Oltre a ciò questo spostamento potrebbe causare un danneggiamento dei libri. Insomma personalmente ritengo che questo ennesimo spostamento sia un ulteriore passo indietro verso la cultura, ritengo che ben poco si sia fatto in questi anni di culturale, a parte qualche iniziativa di facciata. Non mettere al centro della propria linea amministrativa la cultura, è, a mio modesto avviso sinonimo di regresso.

Inviato da: The Hunter

Annunci

10 Risposte

  1. Ma il centro diurno, cioè l’attuale sede della biblioteca, di chi è proprietà?

  2. ottimo post…c’è da aggiungere che oltre al danneggiamento dei libri, c’è il rischio più grave dello smarrimento, come accadde nel trasloco di alcuni anni fa…Quello che si compromette con questi continui spostamenti è il patrimonio culturale di un’intera comunità che dobbiamo a tutti costi difendere…

  3. Non mi pare così tragico il trasloco della biblioteca nei locali dell’ex collegio….
    Sicuramente non è un miracolo dell’architettura, paragonata alla biblioteca nazionale di Berlino, ma neanche i locali dove è stata ubicata fino ad ora mi sembrano tanto idonei all’utilizzo, se poi riusciamo a risparmiare un bel po di affitto ancora meglio. Sull’illuminazione della zona mi pare che non ci siano problemi considerato il nuovo impianto di illuminazione già realizzato da questa amministrazione.

  4. per mettere al sicuro il patrimonio culturale misilmerese si effettua l’ultimo trasloco in uno stabile di proprieta’ comunale,proporrei all’amministrazione di destinare parte dell’affitto risparmiato all’acquisto di libri.

  5. Sottoscrivo in pieno il post. Finora mi pare non ci si sia interessati della biblioteca comunale. Ad esempio, l’incremento del patrimonio librario è stato minimo, l’impegno a far funzionare costantemente alcune attrezzature della struttura, vedasi computer e fotocopiatrice, saltuario e non confacente all’utenza. Se si risparmia sull’affitto non so, ma in tal caso si inestano i soldi per potenziare la biblioteca. I locali di cortile Grimaldi verranno tutti dismessi? E in tal caso dove si allocherà lo sportello per gli universitari tanto pubblicizzato solo un paio di mesi fa? I locali dell’ex collegio San Giuseppe sono idonei alla conservazione del patrimonio librario locale? E infine: il quartiere San Giuseppe, nonostante il nuovo impianto di publca illuminazione, la sera E’ al buio. E d’inverno il buio arriva presto

  6. SArebbe troppo chiedere a chi di competenza di costruire una biblioteca Comunale che faccia da alto luogo di cultura; in cui bambini, adolescenti e universitari vadano a studiare in santa pace… Anzichè andare alla biblioteca Nazionale?

  7. mi piacerebbe pensare di avere a Misilmeri, una bibllioteca comunale con annesso salone incontri, e un luogo di ristoro sempre interno alla struttura, dove si possa leggere un libro sereni e prendere un caffè, un te, o consumare un pasto caldo. Mi piacerebbe se poi ci fosse limitrofo un parco dove i bambini possono giocare all’aria aperta, senza pericoli di auto e moto e le mamme possano leggere seduti in una panchina.
    Un luogo economico, pieno di luce, interamente ecosostenibile, frutto di un progetto pensato da giovani misilmeresi .gestito da giovani……mi piacerebbe inserito in prossimità del nostro Castello……capace di ospitare anche una serra, dove si coltivano piante ornamentali con concime ecologico….dove puoi anche noleggiare delle biciclette per una passeggiata a Piano Stoppa …..mi piacerebbe……continuare a ideare il possibile con chi vuole sognare una nuova visione….e diventare attore del sogno. Mi piacerebbe chiedere alle famiglie di questo territorio cosa possono offrire per….cominciare a realizzare questo sogno:……offrire vasi per le piante….concime organico realizzato separando l’umido dal resto della spazzatura e poi offrendolo alla terra per la decomposizione……bici abbandonate da anni poi ricomprate, ma le vecchie ancora in buone condizioni……da sistemare da …….poi insieme……mi piacerebbe…….

  8. be, per qualsiasi motivo sia stata acqustata quella struttura, trovo anche giusto che venga sfruttata. quindi ben venga lo spostamente, speriamo stavolta definitivo, della biblioteca. E’ vero che di sera non è ben illuminata, ma tanto di sera la biblioteca è chiusa. Perchè pagare un affitto se si può usare un edificio di proprietà? conosco quella struttura e mi auguro che prima di trasferir una biblioteca vengano fatti dei lavori per adeguarla a tale esigenza. Credo però, se la memoria riguardo all’interno della struttura non mi inganna, che ci sia spazio anche per qualche altra cosa. Suggerisco pertanto di vedere se qualche ufficio, o qualche ente può usufruire di tale struttura e risparmire ultriormente denaro pubblico. ho solo una domanda da fare ma riguarda situazioni pregresse. ovvero: perchè abbiamo acquistato quella struttura? questo non l’ho capito.

  9. abracadabra
    sono daccordo con te abbiamo acquistato quella struttura è giusto sfruttarla e risparmiare soldi che oggi versiamo ai pirvati per i locali…cmq la struttura è stata acquistata per quel che ne so per fare nascere una succursale di qualche scuola superiore-..

  10. @ sempre uniti.

    be, se è stata acquistata per mettere una succursale di una scuola superiore vuol dire innanzitutto che la biblioteca sarà spostata ancora, e non va bene.
    poi , per chi conosce l’interno di quella struttura, vuol dire mettere ancora mano al portafogli per apportare modifiche pazzesche. attualmente quel sito non è in grado di ospitare nessuna scuola! ci sono scale paurose e stanzette piccole per diventare aule. quindi propongo di sfruttarla fino in fondo per cose che si possono adattare a quella struttura e COSTRUIRE, magari con l’ausilio di finanziamenti da parte di enti provinciali, regionali, e statali, un complesso con tutte le norme di sicurezza possibili che sia in grado di ospitare ragazzi che vogliono studiare. lasciamo lì la biblioteca, aggingiamo qualche servizio comunale, sfruttiamola al meglio ma non usiamola come scuola, altrimeti la pezza diventa peggiore del buco.
    ovviamente è solo una mia idea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: