• Visitatori sul Blog

  • Statistiche

    • 2,749,901 visitatori

Sagra del Kaki 2009

Anche quest’anno l’amministrazione comunale vuole  promuovere  il prodotto tipico locale, il kaki. La ‘sagra del kaki’ si svolgerà il 22 novembre 2009 con inizio in piazza Comitato, alle ore 9,30, dove un gruppo di ciclisti dell’associazione MTB Emyr di Misilmeri, si radunerà per portarsi successivamente a Piano Stoppa presso un azienda agricola produttrice del frutto. Da qui prenderà inizio la marcia per Portella di Mare, dove simbolicamente sarà consegnato un cestino di Kaki alla frazione. Alle ore 11,00 inizierà, sempre a Portella, la degustazione e la distribuzione di frutti e di pasticceria a base di kaki. La manifestazione si chiuderà a Misilmeri, in Piazza Comitato, alle ore 16,00, con la degustazione e la distribuzione di pasticceria fresca. L’attività promozionale del ‘kaki di Misilmeri’, intrapresa dall’attuale amministrazione, ha consentito di far conoscere il prodotto a livello sovraregionale e ha favorito la nascita dell’associazione di tutela TU.KA.MI.. Il kaki di Misilmeri è stato inserito nello speciale elenco dei prodotti agro-alimentari tipici siciliani con decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, del 5 giugno 2009.

Annunci

13 Risposte

  1. ma quali cachì…na stu paise amo cugghiuto sulo utturuna..

  2. Come mai la locandina esce fuori solo tre giorni prima della sagra?…e la sagra và fatta molto tempo prima pubblicizzandola nei paesi limitrofi …ogni anno sempre la stessa storia…ma la pubblicità ai panettoni la fanno dopo il 6 Gennaio?…lodevole il raduno di mtb

  3. @Non capsico
    La penso perfettamente come te, lodevole il raduno di mtb, ma che senso ha pubblicizzare una grande manifestazione come questa solo 3 giorni prima?
    Comunque qualche giorno addietro i ragazzi del MTB Emyr hanno già pubblicato una loro locandina, dove si parlava della sagra.

  4. complimenti per l’iniziativa,ma se posso darvi un consiglio da uno che lavora nel turismo.

    Misilmeri potrebbe cresce e molto da questo punto di vista,quindi non ci abbassiamo alle classiche sagre che non portano introiti.

    puntiamo sull’esportazione del kaki prima in europa e poi i tutto il mondo,con la creazione di un’unica cooperativa misilmerese che raggruppi tutti gli agricoltori misilmeresi sotto un’unico marchio.

    poi si potrà chiedere l’igp,il doc,ho docg,quello che si preferisce cosi allarghiamo le nostre idee e far sì che il kaki sia conosciuto in tutto il mondo.

    anzichè fare queste sagrette che non portano nulla in termini di immaggine e di soldi.

    quindi invito i responsabili di tukami ad allargare le propie idee e a non chiuderesi al mercato ortofrutticolo siciliano che già è gravato dalla crisi.

    si potrebbero creare dei percorsi turistici a gibilrossa,al castello creando un museo,con le chiese misilmeresi e i prodotti tipici.

    mi sono stancato di vedere e sentire in tv paesini piccolisimi 2-3 mila abitanti che organizzano vere e propie mostre,sagre,e percorsi turistici che movimentano parecchie persone,facendo pubblicità sulla tv e sui giornali.

    perchè misilmeri si deve chiudere in quella cerchia di commercio siciliano che non porta a nulla visto la crisi?.

    quindi invito i responsabili dell’associazione tukami e del comune di misilmeri,che se vogliono contattarmi per eventuali consulenze su quanto detto precedentemente,sono contento di mettere la mia esperienza turistica,al servizio del comune di misilmeri.

    Cordiali Saluti

    Giuseppe Amodeo

  5. Abbiamo degli esperti nel nostro comune che si occupano di turismo e di promozione di prodotti tipici e non vengono utlizzati. Mi chiedo come sia mai possibile una cosa del genere, invito l’assessore al ramo (di kaki) a contattare immediatamente il dott. Amodeo per una consulenza, spero gratuita; forse è la volta buona che questo prodotto venga pubblicizzato nel modo oppurtuno.

  6. Kaki o non Kaki questo è il problema… Con questa battuta voglio prendere in considerazione il fatto che ha soffrire, non è soltanto la commercializzazione di questo prodotto, ma l’agricoltura misilmerese nel suo complesso. Non dimentichiamo come in passato i proprietari di “iardina” fossero considerati persone benestanti, ma con il passar del tempo questo mito è svanito. Ricordiamoci del “mandarino”, frutto fondamentale dell’economia agricola paesana, che oggi ha perso del tutto la sua importanza. Diciamoci la verità oggi non va piu’ nessuno contento in campagna, un tempo era anche luogo di incontri dove si poteva passare una bella giornata all’aria aperta ridendo e scherzando (oltre al lavoro).

    Ad Maiora

  7. è triste dirlo…ma siamo proprio nella terra dei Kaki….
    Comunque – scherzi a parte – mi sono sempre chiesto perche il kaki (i cosiddetti pira ri dDiu!!!) sono solo a Misilmeri. E’ una leggenda oppure c’è un fondo di verità? e poi…. qualcuno perche non si interessa di far giungere il prodotto a “Occhio alla spesa” su Rai 2… sarebbe un ottima pubblicità.

  8. a kakì finiu

  9. diciamocelo,
    la sagra del kaki a misilmeri non c’è mai stata.
    ogni anno prendono un paio di stand (quando va bene), ci mettono due gabbiette del prelibato frutto, qualche persona privata fa a casa la confettura di kaki e qualcun altro condisce qualche fetta di pane.
    Perchè non viene pubblcizzata prima? secondo me perchè non importa a nessuno farlo.
    Quanto ci costa sta sagra? qualcuno lo sa? e i risultati ogni anno quali sono? il prodoto è ottimo e lo sappiamo, ma affidarlo a questo genere di iniziative, condotte in questa maniera, è disastroso. Nessuno fuori paese sa che c’è una sagra del cachi a misilmeri, e nessuno è invogliato a venire a vederla.
    Investimento di denaro pubblico che dovrebbe diventare una risorsa e che si trasforma in spreco.
    vedremo questa volta se le gabbiette di kaki invece che 2 saranno 3.
    e guardate che io di solito sono favorevole a questo genere di iniziative, sono convinta che possano essere un buon viatico per l’incremento dell’economia misilmerese, Penso che manifestazioni del genere, sagre ma anche fiere, debbano essere proposte piu’ spesso.Ma per quello che ho visto fino ad ora, proprio questa sagra del kaki non ha nulla della sagra, e quasi quasi non si trovano neanche i kaki, Peccato, un’occasione persa. speriamo meglio questa edizione.

  10. Non dimentichiamo che i misilmeresi produccono tantissimo olio d’oliva che lo scorso anno è rimasto a casa invenduto. questo perchè non si fa nulla per incentivare l’agricoltura Misilmerese. Abbiamo ottimi prodotto che nessuno conosce e quindi nessuno compra!

  11. A tutte le persone che si sono espresse su questa manifestazione, è interessante, per uno svizzero, leggere queste considerazioni.
    In Italia avete tutto e di più, oltre che essere la culla della civiltà moderna e delle bellezze naturali, Dio ha fatto un vero miracolo creando il vostro paese.
    Siate più consapevoli della vostra fortuna, siate molto più coesi e aiutatevi a diffondere le vostre ricchezze.
    Peccato che ci sono troppe discussioni e prese di posizioni senza mettersi in gioco con vero amore, amore come solo Voi Italiani avete.
    Non criticatevi troppo e dopo, siate più ottimisti e propositivi (fattivamente) non solo a parole.

    Anadate TUTTI a questa sagra, sarà un imput per gli organizzatori per passare dalle 3 bancarelle a ……!

    Un abbraccio a Voi tutti da una persona che veramente stima gli Italiani.

    fausto

  12. Fausto,l’anno prossimo ci andremo tutti…se c’è lo fanno sapere in tempo però 🙂

  13. caro mario, la verita’ e’ che nemmeno lo stesso misilmerese ha voglia di incentivare l’agricoltura.
    E’ un dato di fatto, non c’e’ mai stata una mentalita’ di tipo imprenditoriale, semmai di “sussistenza”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: