• Visitatori sul Blog

  • Statistiche

    • 2,750,004 visitatori

Buona partecipazione alla sagra del kakì

La sagra del kakì ha avuto il suo naturale epilogo ieri pomeriggio in piazza Comitato, riscuotendo una affluenza di visitatori davvero considerevole.

La giornata era iniziata nel migliore dei modi con il raduno a Piano Stoppa dei vincitori della scorsa edizione dei Misilmeri Oscar nella categoria “Associazione Sportiva”, ovvero i bikers dell’ Mtb Emyr che in carovana hanno fatto visita ad un’azienda agricola locale per una degustazione di prodotti tipici.

Buona anche la cornice di pubblico nella frazione di Portella di Mare dove era possibile degustare il prodotto.

Abbiamo intercettato alcuni dei protagonisti di questa giornata, presenti domenica pomeriggio in Piazza Comitato; Il Sindaco Badami è apparso raggiante: “La gente ha risposto bene a questo appuntamento, sono contento di vedere molti non Misilmeresi, questo significa che abbiamo centrato l’obiettivo di far conoscere il nostro prodotto anche fuori dai nostri confini, è stata una bella giornata – ha proseguito Badami- impreziosita dai ragazzi dell’Mtb Emyr che hanno dato il loro contributo anche in termini di colore e vivacità”

Gli fa eco il Vice Sindaco Abbate: “Anche a Portella c’è stata una buona affluenza di persone provenienti dall’interland Palermitano che hanno potuto degustare e quindi apprezzare il prodotto”

Tra i più attivi nell’organizzazione della manifestazione anche Pippo Di Chiara, responsabile per il Comune di Misilmeri delle attività produttive: “ Un doveroso ringraziamento alle associazioni che hanno collaborato per la buona riuscita di questa giornata, iniziata in mattinata con i bikers dell’Mtb che in massa hanno fatto visita ad un’azienda agricola; un affettuso ringraziamento anche  all’associazione culturale Pizzo Cannita e “La veranda” che si sono occupati della culinaria con  pasticceria e altri derivati del kakì”

Soddisfazione anche nel volto di Pino Borgese, presidente dell’Mtb Emyr : “Siamo molto felici della riuscita della manifestazione che bissa il successo dell’anno scorso, in mattinata i bikers che hanno popolato le strade di piano stoppa erano più di ottanta”

L’assessore Chinnici sottolinea il connubio vincente, fortemente voluto da egli stesso, tra movimento turistico/sportivo e quello prozionale del kakì

Abbiamo raggiunto anche Pietro Borgese, presidente dell’Associazione Tu.Ka.Mi: “La nostra  associazione nasce per valorizzare il prodotto sia nel nostro comprensorio sia oltre i  nostri confini, abbiamo infatti instaurato contatti col Nord Italia, e addirittura con i cugini Francesi d’oltre alpe, dove il prodotto ha riscontrato notevole gradimento. Nel momento in cui vi parlo svariati quintali di kakì stanno arrivando nei mercati del Nord Italia. Altre iniziative– ha chiosato Borgese- sono in cantiere ad esempio le fattorie didattiche che coinvolgeranno a breve le scuole e l’Assessorato regionale all’agricoltura e foreste

Annunci

21 Risposte

  1. VABBè, SE DITE COSI’ IO VI CREDO. PERCHè NON DOVREI? SOLO PERCHE’ HO VISTO CON I MIEI OCCHI CHE LA SITUAZIONE ERA BEN DIVERSA? CHE VOLETE CHE SIA? LE FACCE CHE C’ERANO ATTORNO AGLI STAND LE CONOSCIAMO TUTTI MA…..OK GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO, OTTIMA LA DISTRIBUZIONE DEI PRODOTTI…….SIGNORI, ALLA PROSSIMA SAGRA ASPETTATEVI UN’ALTRA TELEFONATA. qUALCUNO VI INVITERA’ A …..FARI FUDDA.

  2. la gente c’era, questo è innegabile, ma siamo ancora distanti anni luce dalle sagre degli altri paesi.
    La gente in piazza c’era perchè c’era la distribuzione e la degustazione del prodotto..non per altro..

  3. ottima riuscita?…ora vediamo se si parlerà del fatto che molti kaki resteranno senza essere raccolti,che i prezzi per ora nei mercati sono ridicoli e che con l’associazione non si è risolto un granchè perche nelle cassette a volte si vede un prodotto scadente…che si cominci a fare una bella selezione dei produttori,si produca un prodotto qualitativamente buono e poi si facciano le manifestazioni appropriate

  4. A me è sembrata deludente! Loro si accontentano di troppo poco!
    Non capisco perchè non riescono a stampare i manifesti almeno 20 giorni prima! le locandine sono comparse pochi giorni prima e questo avviene sempre per tutte le manifetazioni! La Pubblicita è fondamentale! Perchè non usano anche la pubblicità in televisione almeno su tgs?

  5. talì u sinnaco cu antonello…ma como finio ca antonello ullu vulia cchiù? appaciaro?hanno i parti spartute?

  6. carissimo tali ti rispondo perchè ritengo doveroso farlo visto che conosco bene i due interessati e le loro posizioni..
    tra Antonello e Totò nn c’è mai stato nessun dissenzo sennò dovuto a problemi personali ma di bassa importanza e chiariti subito..il consigliere Tubbiolo è stato sempre molto vicino al sindaco e a cercato per quanto può con la sua carica di aiutarlo in questo diffcile mandato..nessuno del pd può rinneggare il lavoro svolto dal sindaco in 5 anni fatto di grandi opere di grandi investimeti che sta rimettedo sulla giusta via Misilmeri..ma tengo a precisare che siamo persone umane e capita di nn capirsi nel corso della vita..
    parti divise??la politica ,la nostra politica è fatta di serietà e coerenza da noi nn si litiga per le poltrone ma si litiga affinche i nostri impegni presi con la gente,i nostri programmi elettorali siano nn appesi ad un quadro ma messi in atto e i nostri risultati elettorali dimostrano che siamo un gruppo vincente e UNITO!!!nn prenderla come una polemica ma solo come un chiarimento,infondo tu hai epresso la tua idea frutto di una tua illusione e io ti esprimo (penso proprio che i diretti interessati la pensino come me ) i pensieri di due persone che conosco molto bene..

  7. diciamo che tutte e due abbiamo fatto una piccola parentesi e ci siamo discostati molto dall’argomento per questo se vuoi parleremo di loti di altro penso se ne sia parlato già abbastanza..anzi chiedo scusa ai lettori per essere uscito fuori argomento ma non potevo rispondere a tali senza passare dal questa pagina…scusate…

  8. la sagra ha dire il vero è stata un fallimento, c’erano solamente gli amici del sindaco &Co. Evitate di organizzare queste finte manifestazioni (dispendiose..) quando non sapete neppure valorizzare il prodotto!

  9. io ieri pomeriggio sono stato a caccamo per la sagra del buccelato; tutta un’altra storia: organizzazione, promozione del prodotto, tanta gente, musica, degustazione di tanti prodotti (noi il kaki e loro il ficodindia), tutto un altro paese. non per biasimare, ma dovremmo prendere esempio!

  10. La sagra del kaki dovrebbe rappresentare un momento di grande aggregazione non solo x i misilmeresi,ma anche per molta gente dei paesi circostanti.Inoltre dovrebbe servire a promuovere un prodotto ottimo e commercializzarlo al meglio.I due obiettivi,scusate,ma sono miseramente falliti da quando esiste questa manifestazione.Ciò è dovuto alla totale inesperienza di chi la organizza, inframmezzata dalla deleteria e del tutto immotivata presunzione di essere onniscienti.Alla prova dei fatti ecco che crolla tutto il castello di fumo.Cordiali saluti

  11. ahahahahah scusate ma non ce la faccio a trattenere le risate riporto un virgolettato scritto qui sù “la politica ,la nostra politica è fatta di serietà e coerenza da noi nn si litiga per le poltrone ma si litiga affinche i nostri impegni presi con la gente,i nostri programmi elettorali siano nn appesi ad un quadro ma messi in atto”
    ahahahahaha bellissimo mi hai fatto ridere mi hai regalato momenti di entusiasmo e per questo ti ringrazio, sono un frequentatore di questo blog spero che continuerai a deliziarci con queste minc*****
    Ah comunque viva i loti!!

  12. sai io ti faccio ridere e mi fa piacere tu con le tue minc…fai solo piangere…io parlo di cose che chiunque può confermare tu parli di cazzate uscite dalla tua invenzione ecco la differenza…ciao

  13. @ tali
    hai improvvisamente perso la tua flemma? comunque se può interessarti hai fatto ridere anche me. ma sai perchè? perchè quando si afferma l’esatto contrario della realtà è fisiologico che si susciti l’ilarità altrui.
    uniti? ma se fino a un’ora fa sembrava si tirassero i coltelli? non usate la logica della poltrona? io ho visto solo quella. quale altra logica può spingere un partito ad appoggiare un sindaco così? ha fatto il castello? e chi se ne frega se poi viviamo nella talebania. la talebania col castello rifatto. ih ih ih .
    scusa sai, ma io rido della politica seria di cui parli tu. complimenti per l’ardire comunque. ce ne vuole.

  14. sta ghenno a finiri a cachì sta riscussione!

  15. comunque è vero, una sagra è un momento di festa per il paese, va pubblicizzata sia qui che nei paesi limitrofi, si fa musica, degustazioni e tutto fino a sera, come ci descrive bene il nostro amico che è stato a Caccamo.
    Qui già alle 18 non c’era più nulla, silenzio totale, sembrava quasi che sta sagra fosse stata fatta di nascosto…

  16. se è vero che erano previsti 22 mila euro…ma tant’è molti sono entusiasti di come è andata la sagra…chissà per quale motivo…

  17. Dal sito del Comune:
    – Iniziative promozionali a supporto delle produzioni agricole di “Kaki di Misilmeri”. Affidamento per cottimo fiduciario all’Associazione TU.KA.MI. (Tutela Kaki di Misilmeri) della fornitura di prodotti/prestazioni in occasione di una manifestazione/sagra da tenere nella giornata di domenica 22 novembre 2009.
    – Iniziative promozionali a supporto delle produzioni agricole di “Kaki di Misilmeri”. Affidamento per cottimo fiduciario alla Publikompass S.p.A. della pubblicazione di un inserto pubblicitario sul quotidiano “IL Giornale di Sicilia”. Come si è arrivato a determinare le ditte prescelte e quanto ci è costato tutto ciò?

  18. non si capisce perchè ci sono altri produttori e non sono stati invitati…
    questa è una mia domanda:spetta solo all’associazione tukami presentare i kaki alla sagra?
    grazie se qualcuno mi risponde 🙂

  19. Bisognerebbe partire dalla filosofia con cui si organizza una sagra.Se è allestita solo per compiacere qualche amico dei piani alti,non ha futuro.Se invece la si struttura con l’amore indispensabile per il prodotto,e ci si lascia coadiuvare da qualche esperto organizzatore,dando ampio risalto pubblicitario all’evento,allora forse le cose cambiano.Intanto i promotori dovrebbero entrare nell’ordine di idee di cercare umilmente collaboratori validi,non solo per farli parlare e lasciarli sbattere,ma per accogliere anche suggerimenti ad hoc e svilupparli.Uno dei veri problemi della sagra è nella presuntuosa arroganza degli organizzatori.L’altro è nella totale improvvisazione con cui si procede nel nostro comune.cordiali saluti

  20. è stata una festicciuola paesana niente di più, non è cosi che si valorizza il frutto, non è così che possiamo portare avanti la commercializzazione dello stesso, se gli intervistati la pensano diversamente la cosa mi preoccupa, e anche tanto…

  21. COMPLIMENTI a punto e virgola per il commento…centrato in pieno il problema!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: