• Visitatori sul Blog

  • Statistiche

    • 2,756,374 visitatori

In ricordo di Piersanti Mattarella

Ricorre oggi il trentesimo anniversario dell’assassinio del presidente della Regione Siciliana Piersanti Mattarella. Sulla sua figura intervengono i Giovani UDC Siciliani per voce di Peppe Germano, Presidente della Commissione Nazionale Antimafia Giovani UDC e di Valerio Barrale, Coordinatore regionale Giovani UDC.

I più giovani  non sanno molto, purtroppo, su questo personaggio di spicco della Democrazia Cristiana, ucciso dalla mafia mentre si recava a messa, nel pieno centro di Palermo, con la moglie e senza scorta. Eppure – rileva Peppe Germano – Piersanti Mattarella è stata la prima vittima “politica” di una criminalità mafiosa che avrebbe poi barbaramente eliminato Pio La Torre, Carlo Alberto Dalla Chiesa, e poi Rocco Chinnici, Rosario Livatino, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.”

Mi sembra doveroso – prosegue  Germano – che la figura di Mattarella, il suo volere fortemente una “Sicilia dalle carte in regola”, il suo impegno sia all’interno della Democrazia Cristiana sia nelle istituzioni siciliane contro le commistioni tra politica ed affari, siano ricordati ancora oggi.

In ricordo di Piersanti Mattarella interviene anche Valerio Barrale che afferma: “Piersanti Mattarella, fedele interprete del popolarismo sturziano, aveva condiviso le idee di Aldo Moro ed era convinto che per colpire in profondità il fenomeno mafioso bisognasse isolarlo, combattendo qualsiasi forma di connivenza. La mafia lo uccise perché era convinta che, eliminandolo, avrebbe stroncato il processo di rinnovamento della politica che, sia pure a fatica, era stato finalmente avviato in Sicilia”.

La testimonianza di Piersanti Mattarella, il suo impegno sempre caratterizzato da un’alta tensione morale e dalla dedizione al bene comune, sono quindi – conclude Barrale – ancora vivi ed attuali e devono servire da insegnamento per quanti, in primo luogo i giovani siciliani, credono nella politica come dovere di mettersi sempre al servizio del prossimo”.

Inviato da Valerio Barrale

Annunci

Una Risposta

  1. eh mattarella la sapeva lunga…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: