• Visitatori sul Blog

  • Statistiche

    • 2,750,409 visitatori

Missionegiovani dal 16 al 25 aprile

Annunci

14 Risposte

  1. Un’ ottima iniziativa per coinvolgere i ragazzi. Speriamo che vi partecipino in tanti, ne vale la pena.

  2. Bella Iniziativa mi auguro che i giovani di Misilmeri possano apprezzare la buona volontà della chiesa di avvicinarli a Gesù. Mi complimento con i parroci di Misilmeri e con quanti collaboreranno alla missione!

  3. Anche a me pare un’ottima cosa. Bravi!

  4. TUTTI I RAGAZZI DAI 14 ANNI IN SU SONO INVITATI A PARTECIPARE ALLE VARIE INIZIATIVE DELLA MISSIONE PER STARE INSIEME E DIVERTIRSI! APPROFITTATE DELLA PRESENZA DEI MISSIONARI PER AVVICINARLI PER UN COLLOQUIO, PER DEI DUBBI, PER DEI CONSIGLI.
    LI TROVERETE NELLE PIAZZE, NEI BAR, IN TUTTI I PUNTI DI RITROVO DEI RAGAZZI.

  5. Ma smettiamola…. l’altro giorno si sono presentate a pixl radio due “non giovani”… ma come volete attirare i giovani? sempre le stesse facce e le stesse parole?!!! ahahahah Sarà soltanto un fuoco di paglia come i tanti fuochi di paglia che a misilmeri sappiamo ben fare. Saranno le stesse persone presenti nelle chiese a fare la missione… e poi? FAteci sapere i risultati della missione… fateci un resoconto finale.

  6. @un anziano
    Perchè non cerchi di essere positivo e propositivo?
    le critiche non aggiustano le cose, aiutaci se sei cristiano a fare qualcosa di buone per i giovani. Questo è l’intento delle parrocchie di misilmeri, fare del bene ai giovani, il bene è Gesu e il suo messaggio, certo, i mezzi sono quelli che sono ma provare e già un fatto positivo!

  7. non saranno le stesse persone e comunque se invece di criticare dai una mano anche tu per fare qualcosa per migliorare la situazione giovanile di questo paese, sarebbe gran cosa.
    Anche se sarà un fuoco di paglia, almeno c’è qualcuno che vuole fare qualcosa per i giovani del nostro paese. Poi, quel che sarà, sarà.
    Il resoconto poi lo farà il Padreterno, non io, nè tu nè nessun altro.

  8. Non ho più l’età per definirmi giovane. Vi aiuterei, ma credetemi, io vi ammiro, ma a parer mio non sono questi i mezzi che la chiesa deve adottare per attirare i giovani. Prima di tutto sarebbe auspicabile una sincera testimonianza di vita di quelli che vanno in chiesa e dei parroci per prima. Lo sappiamo tutti che “non si possono vedere” l’uno con l’altro eppure fanno apparire che tutto il mondo è pianeggiante e che tutti andiamo d’amore e d’accordo. Allora preferisco partecipare a messa e l’ultimo segno di croce farlo già fuori dalla porta! Testimonianza: ecco cosa ci vuole! E poi… possiamo iniziare a pensare di evangelizzare i giovani. E poi…ci vogliono facce nuove, gente esperta, che non sappia ripetere le solite cose a memoria, le solite banalità. Sarà magari una settimana intensa…e poi?

  9. Non più giovane
    quello che dici è giusto dobbiamo dare buona testimonianza ma per darla non credo ci sia il bisogno di far venire gente da fuori. Questi siamo i parrocchiani e questi sono i sacerdoti, ognuno con i propri limiti e difetti. Solo il fatto che si cerca di superare i limiti e i difetti credo che questo sia già un inizio per dare testimonianza. Gli apostoli se leggi il vangelo ti rendi conto che erano pure loro sgangherati, pieni di difetti, eppure il Signore li ha scelti. Non ti meravigliare dei difetti , meravigliati più tosto che il Signore si servo di noi sfasciati come siamo per portare il suo messaggio. Preghiamo per la buona riuscita di questa missione e preghiamo per la santificazione dei nostri sacerdoti!

  10. @un anziano!
    Premettendo che ritengo la sua considerazione sull’età delle persone intervenute a Pixel radio alquanto fuori luogo e indelicata, le volevo ricordare che :
    – La missione giovani è indirizzata prevalentemente ai ragazzi ma non mancheranno,come ha potuto ben leggere nel programma, gli incontri per chi come dice lei non è piu’ giovane.
    – Non è l’età anagrafica che AI NOSTRI OCCHI rende una persona idonea a partecipare alla missione… non c’è UNA ETà GIUSTA PER PARTECIPARE, TUTTI possono farlo. E’ sicuramente importante essere aperti ad un pubblico giovanile, sicuramente contribuisce, ma non è un fondamento per fare una discriminazione!!!
    – Come lei asserisce sono sempre le stesse “persone della chiesa” ma da qualcuno deve ovviamene iniziare… qualcuno deve dare testimonianza , ma sicuramente LA MISSIONE NON E’ RIVOLTA SOLTANTO A “NOI SEGUACI”, anzi è soprattutto dedicata a chi al contrario è pieno di dubbi, di incertezze, ed è indifferente alla tematica.
    Detto ciò concludo dicendo che la invito a partecipare agli eventi della missione, poichè, forse erroneamente, ma ho imparato nella mia breve vita che prima di improntare una critica si devono avere delle basi e delle conoscenze su cui fondarla, conditio sine qua non la critica se pur presa in considerazione perde del suo valore. Tantissimi saluti e spero che venendoci a trovare possa ricredersi!!!!

  11. @ un anziano.
    Devo presupporre che è la sua veneranda età che non le permette di andare oltre a quello che ha visto in televisione o sentito a pixel radio, considerato che c’è Misilmeri tapezzato da un programma, nel quale sono previsti incontri anche per persone non giovani.
    Già Domenica sera nei locali della Chiesa Madre saranno tenuti degli incontri per la Famiglia.
    Premesso, come già sostenuto da Pietro, che da qualcuno le iniziative devono pur partire, Le faccio presente che la Missione non sarà tenuta dalle “solite persone che frequentano la Chiesa”, ma da un’ EQUIPE DI MISSIONARI di OGNI ETA’ che giungerà a Misilmeri tra meno di 48 ore.
    “Le solite persone che frequentano la Chiesa” avranno l’esclusivo compito di dare una mano ai Missionari.
    Circa i fuochi di paglia, mi permetto di farLe presente che spetta ad ognuno di noi alimentare e portare avanti quello che qualcuno ci ha trasmesso.
    Dipende dalla nostra volontà continuare un cammino intrapreso.
    Quindi, invece di criticare per partito preso e senza conoscere neanche minimamente cosa è e cosa può dare la Missione, La invito a partecipare agli incontri in maniera tale da potere fare insieme il resoconto finale.
    L’Amore di Dio non tiene conto dell’età.
    La aspettiamo.

  12. Scusate, ma io mi riferivo ai partecipanti alla missione, e non agli organizzatori. Infatti sono più che certo che a parteciparvi saranno i soliti scout, catechismo, azione cattolica e altri gruppi che non conosco. Se non erro 5 anni fa ci fu una cosa del genere (una missione adulti); ma cosa ha lasciato? I parrini sciarriati eran e sciarriati sono. Tutta apparenza è quello che vogliono fare apparire con questa cosa interparrocchiale. Naturalmente alla fine non ancheranno i soliti fuochi d’artificio…. come del resto un fuoco d’artificio sarà questa missione. Non sono un contestatario che fonda le sue contestazioni su astrattezze, ma su cose reali. Chi volete che vada a dire la preghiera alle 6,30 del mattino? o alle 8,30 alle lodi? Boh! spero sul serio di dovermi ricredere nel sapere che partecipa gente “nuova” che non è mai andata in chiesa. Me lo auguro! Buona missione a tutti!

  13. Cari Misilmeresi , Inizia la Missionegiovani.
    Un tempo di grazia , per tutta la nostra cittadina.
    Rivolgo un invito a tutti i giovani , ma anche i meno giovani a prendere parte ai vari appuntamenti.
    Voglio Complimentarmi con le 4 Comunita’ Parrocchiali e con I Padri Oblati di Maria Immacolata , per la cura nel preparare questo grande evento.

  14. Carissimi amici, la Missione giovani 2010 è stata un momento di GRAZIA infinita dove tanti giovani e meno giovani hanno potuto incontrare GESU’: dalla mattina presto alle fermate degli autobus a tarda sera, durante le veglie di preghiera.
    I Padri Oblati, insieme con i Parroci delle 4 comunità, hanno parlato ai nostri cuori, ci hanno spiegato quanto semplice è avvicinarsi all’Amore del Signore perchè Questi ci ama di un Amore Immenso, Gratuito ed Eterno.
    Attraverso le loro parole, Gesù è entrato nel nostro cuore, ci ha parlato, ci ha accarezzato come un Padre accarezza i suoi figli.
    Attraverso i giochi, i canti e le danze, poi, si è creato un clima di fraternità tra i presenti, e tutto avveniva in modo così semplice e armonioso.
    Abbiamo vissuto momenti intensi durante i quali abbiamo riflettuto attraverso le testimonianze di Papa Giovanni Paolo II e di Madre Teresa di Calcutta, abbiamo partecipato ai laboratori, abbiamo ripercorso le Beatitudini, abbiamo recitato il Magnificat.
    Poi è arrivato il 25 Aprile, abbiamo ricevuto le consegne e il testimone è passato a noi.
    I Padri Oblati sono tornati nelle loro Comunità ma l’Amore di Cristo Risorto che abbiamo toccato con mano è rimasto con noi, dentro ognuno di noi.
    Non è importante la quantità di giovani che si sono avvicinati, ma anche il semplice fatto che uno solo abbia incontrato Gesù è già una vittoria.
    E ora…… tocca a noi continuare ciò che i Padri Oblati ci hanno trasmesso.
    BUONA MISSIONE A TUTTI!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: