• Visitatori sul Blog

  • Statistiche

    • 2,741,345 visitatori

Una cittadina ai candidati sindaci, nessuno parla di abusivismo commerciale!

Mi rivolgo a tutti i candidati a Sindaco che hanno presentato il loro programma.
La crisi imperversa inesorabile e ci sta travolgendo giorno dopo giorno riducendo la capacità reddituale di tutte le famiglie. L’Amministrazione Comunale potrebbe dare un contributo importante per alleviare lo stato di crisi di tutte quelle famiglie in cui i componenti lavorano nella legalità.
L’Amministrazione  ha l’obbligo di tutelare quel cittadino che lavora nella legalità rispetto a colui che è  incurante  di tutte le regole di legale convivenza civile.
I Candidati a Sindaco dovrebbero  mostrare  un atto di coraggio ed inserire nel programma, un progetto operativo ed efficace rivolto alla lotta spietata e capillare all’abusivismo artigianale e commerciale.
Ogni candidato dovrebbe avere il coraggio di inserire nel programma interventi utili a combattere questo annoso fenomeno .
Gli atteggiamenti di tolleranza degli organo di controllo , anche Comunali, hanno indotto molti soggetti ad uscire della legalità per inserirsi nel sommerso ed hanno rafforzato in molti soggetti l’idea che “illegale è meglio” ovvero ” Abusivi è meglio”
Nessuno si è mai chiesto perchè molte figure artigianali, nel Comune, stanno andando verso l’estinzione?  ve lo spiego io il perchè:  alcuni artigiani sofferenti per la forte crisi,  decidono di cessare la posizione fiscale ed iniziano la stessa attività in forma abusiva.
Ciò comporta che labusivo inizia ad attuare una politica dei prezzi concorrenziale tale da mettere in ginocchio quei poveri cristi che cercano di resistere ed operare nella legalità. Molti di questi ultimi arrivano all’esasperazione e, alla fine decidono di passare nelle fila degli abusivi.
Tutti sanno di queste situazioni ma nessuno ha mai preso alcuna iniziativa. Se vogliamo parlare dell’abusivismo commerciale, faccio rilevare il problema di tutte le bancarelle dislocate per il territorio comunale per la vendita di frutta, verdura e ortaggi vari. SONO TUTTI ABUSIVI.  E secondo voi è giusto che le attività commerciali regolari, che già arrancano, debbono sopportare questi soprusi?
Ma è possibile che nessuno abbia mai pensato ad una soluzione di questa problematica?
L’Amministrazione, oltre ad avere il dovere di combattere l’illegalità e quindi l’abusivismo in quanto questo distrugge l’economia dell’intero territorio, ha anche il dovere di tutelare i diritti dei cittadini onesti i cui interessi vengono continuamente offesi da coloro i quali decidono di agire nel torbido.
Un caso impressionante  che si verifica ogni anno e sistematicamente passa inosservato (incredibilmente) è il commercio dei fiori nella giornata del 2 novembre.
Centinaia di persone diventano venditori improvvisati che si collocano in ogni angolo del territori comunale. Ma nessuno ha mai pensato che i negozi, che aspettano questo giorno per alleviare le piaghe che la crisi ha lasciato nei mesi trascorsi, subiscono un danno economico in commisurabile.
Perchè ci deve essere tutta questa tolleranza da parte degli organi di controllo?
Vige forse un senso di omertà e accondiscendenza nelle fila dei Vigili Urbani piuttosto che la Guardia di Finanza o i Carabinieri?
Io so di  essere una cittadina che opera nella legalità e devo dire che non mi sento tutelata dalle Istituzioni Pubbliche.
Capisco che l’inserimento, nel programma politico, di tali provvedimenti possano non trovare il consenso di una parte di cittadini; ma questi cittadini, non trovandosi in una posizione legale, non hanno alcun diritto di essere tutelati.
Invito tutti i Candidati a Sindaco ad esporre le proprie opinioni a tal riguardo.
Se questo post non dovesse avere gli effetti sperati dalla sottoscritta, sin da questo momento anticipo che  verificandosi le vergognose situazioni di illeciti come quelli esposti sopra nella totale indifferenza dei Tutori dell’Ordine, sporgerò,  mediante una associazione di categoria, formale denuncia nei confronti di quegli Organi che Istituzionalmente sono preposti alla Vigilanza del Territorio Comunale Polizia municipale (Comandante, Assessore alle attività produttive e Sindaco) per OMISSIONI DI ATTI DI UFFICIO.
Inviato da ALDA

Annunci

21 Risposte

  1. Su questo argomento non si pronuncia nessuno, sopra altri argomenti si sciupano fiumi di parole e qui tutto tace.
    Signora Alda può iniziare il procedimento di denuncia… tanto speranze che uno dei magnifici sette gli dia ascolto non c’è!!!!!

  2. Improvvisi abusivi, forse non dicono nulla perchè hanno qualche parente infiltrato? Oppure l’amministrazione è solo una facciata d’istituzione? So solo però che ci sguazzano tutti, sui rincari dei prezzi, sia i commercianti che questi abusivi. Il mercato della mafia? Saluti

  3. @ALDA

    SIGNORA ALDA NON DIMENTICHI CHE U SULE AFFACCIA E AFFACCIA PI TUTTI…..

  4. @ S.ra Alda
    Le confermo che nel mio “programma elettorale” che io chiamo progetto di sviluppo, non è citato questo tema. Non è citata neanche la eliminazione delle barriere architettoniche, né il rifacimento dell’asfalto sulle strade, neppure lo specifico aumento dei vigili urbani e molto altro.

    Questo perché ho ritenuto di concentrarmi solo su quelle idee e progetti di svolta che potessero innovare e modificare proficuamente l’ambiente in cui viviamo, dando per scontato che le attività “ordinarie” si debbano “ordinariamente” espletare.
    Per esempio la eliminazione delle barriere architettoniche è un preciso obbligo di legge pertanto trovo assolutamente stupido che qualcuno lo abbia specificato nel programma.

    Il rifacimento dell’asfalto è una attività ordinaria perché l’usura del fondo stradale, col suo “tempo di vita” è un parametro conosciuto dai tecnici e di conseguenza contemplata nei trasferimenti di risorse regionali e/o statali per la manutenzione viaria.
    Per quanto riguarda l’aumento specifico dei vigili urbani, Ho inserito al punto 1 del programma una particolare attenzione complessiva al personale degli Uffici Comunali: è questa macchina che permette a qualunque amministratore di trasformare un’idea in un progetto e poi in in una azione, è dentro questa cornice che si deve affrontare il tema della pianta organica, VVUU compresi.

    Ma veniamo alla sua risposta.

    Le posso confermare che Misilmeri è un comune allo sbando non solo per i commercianti abusivi.
    Provi a condurre una carrozzella per neonati sui marciapiedi delle vie principali e si annoti su un taccuino cosa incontra.

    Sarà inesorabilmente bloccata dalle casse del fruttivendolo, da secchi e bacinelle del negozio di articoli per la casa, da tavolini di bar e pizzerie chiuse da pareti di verande che occupano tutto lo spazio, perfino di una pensilina per carrelli per la spesa di un supermercato, cementata per TUTTA LA LARGHEZZA del marciapiedi.
    Lei non ha mai sentito nessun venditore ambulante con l’amplificazione a manetta strombazzare alle 3 dei pomeriggi estivi? Neanche motorini smarmittati fare corse folli in mezzo le persone per strada?

    C’è un grande lavoro da fare, in tutti i campi, ci vorrà tempo, pazienza, costanza. Io credo che i commercianti abusivi vadano accompagnati in un percorso di emersione dal lavoro nero nell’ambito di un programma di rientro alla legalità di sostanza in tutti i settori.
    Ad esempio l’ampliamento dell’area artigianale potrebbe offrire uno sbocco per molti di questi, l’area agro alimentare oltre il ponte sulla SS 121 darebbe altre opportunità, i mercati di viale Europa ivi trasferiti libererebbero questo sito che potrebbe ospitare qualcuno di questi…
    Solo alla fine, quando rimarrebbero gli irriducibili si dovrebbe applicare la repressione senza esitazione alcuna: senza questo elemento ,applicato ripeto, in modo circostanziato e mirato non esiste né autorità né autorevolezza –

    Ho la sensazione comunque che i VVUU, oltre ad essere pochi, non hanno (non hanno avuto) una amministrazione autorevole che gli “copra le spalle” piuttosto una che gli “scarica sulle spalle”.

  5. Su questo la sognora Alda ha pienamente ragione, dai guardiam la realtà i vigili urbani cosa fano? si occupano di qualcosa? fanno controllo del territorio? san fare solo la multa ad un vecchietto solo perche buttava un sacchetto dell’immondizia. Che eroi. E siam li i vigili non si autocoomandan da soli, appartengon al comune, e al comune chi comanda? 1: “Ciccio Popolo
    2: “Mariano Tignusu?
    3: “l’attuale personaggio che avete voluto 5 anni fà. e che adesso sta costruendo quell obrobbrio di caserma color puffo?. Ecco perche si dice sempre attenzione il 30 e 31 a chi si da il voto. Be onestamente e cosa di non darlo a nessuno il voto, ma se nessuno andra a votare nnamo a sopportare avutri 5 anni a qualcuno.

  6. SIgnora Alda sono daccordo nal100% con lei……essendo anchio un commerciante mi sono posta mille volte questo quesito.Ai commercianti regolari non li garantisce nessuno,noi serviamo solo a mandarew avanti l’economia,pagando le super tasse anche per quelli abusivi.
    E’ UNO SCONCERTO QUANDO DAVANTI AGLI OCCHI DI TANTI COMMERCIANTI VEDIAMO UNA PATTUGLIA DELLA GUARDIA DI FINANZA CHE CONTROLLA A TAPPETO UN FURGONE…….MUNITO DI MERCE E FATTURE IN REGOLA TENENDOLO LI MEZZORA……….E IGNORARE UN PESCIVENDOLO CHE CON TUTTA TRANQUILLITA’ CONTINUA AD …..ABBANNIARE…..PROPIO DAVANTI A LORO !!!
    Questa è un’indecenza, tutti i commercianti siamo danneggiati da questa burocrazia di “

  7. GLli organi competenti non chiudono un occhio…..LI CHIUDONO TUTTI E DUE…per questo molti ” PAESANI” hanno deciso di stare dall’altra parte ……perchè cosi facendo hanno tutti i diritti …….no come noi che abbiamo solo doveri ,siamo l’ultima categoria e non siamo nemmeno considerati.

  8. Egr. Sign. Bonanno
    La ringrazio per l’intervento che ha voluto pubblicare su questo blog.
    La problematica che ho evidenziato, rappresenta l’argomento principale che oggi interessa sicuramente il 95% della popolazione.
    Bisogna che le Istituzioni facciano il loro dovere ” ISTITUZIONALE” di tutelare i cittadini che, per educazione civica, decidono di permanere nella legalità.
    In presenza di problemi di questo genere e di questa gravità, Il programma del primo cittadino dovrebbe accentrare le sue attenzioni alla soluzione di questo problema. Non dovrebbero costituire questioni residuali e sott’intese.
    I governi di tutte le nazioni , in europa, sono impegnati, a fronteggiare la questione della crisi economica e del lavoro.
    ll Comune, nel suo piccolo, rappresenta una piccola Nazione e pertanto l’Amministrazione locale deve affrontare questo problema come una emergenza improrogabile la cui soluzione rappresenta il suo successo o insuccesso politico.
    L’orientamento Politico Nazionale, ci condurrà verso il fedralismo fiscale ed Il Comune sarà chiamato a collaborare, con il ministero delle finanze, nell’attività di accertamento dei redditi dei cittadini e sarà interessato direttamente nella lotta all’evasione fiscale in quanto una percentuale delle entrate erariali così realizzate costituiranno le entrate principali nelle casse comuni.
    Egr. Sign. Bonanno la invito a considerare l’opportinità di stipulare un contratto con i Mislmeresi nel quale il primo cittadino si impegni ad affrontare con la massima priorità questo problema mediante la detagliata descrizione delle modalità e dei provvedimenti che intenderà adottare per una efficace soluzione.
    Invito tutti i cittadini a pretendere , da qualsiasi candidato a Sindaco, questo impegno.
    Se non si affronterà seriamente questo problema e non se ne riuscirà a trovare la soluzione, resteremo impantanati nella c…a

  9. Poi nel periodo natalizio vediam qualcuno in divisa che entra nei market si fa la spesa mettiam che spenda 500 euro in roba, ma totale ne paga 50 euro, cosi si accattiva i favoritismi. eeeeee ce ne son tante cose da dire solo he ce a chi conviene e a chi no visto che le votazioni si avvicinan sempre piu, è meglio non toccare sto tasto

  10. Sig.ra Alda il Suo articolo merita un grande elogio, soprattutto per il coraggio di denunciarlo, ma nel contesto le devo segnalare che anche da parte di chi lavora in regola, e mi riferisco a negozi di artigiani e commercianti o altro, spesso gli impiegati non sono messi in regola o se lo sono, sono collocati con contratto partime, ma che fanno più do 8 ore al giorno, per poi non parlare di coloro che con busta piena restituiscono al datore di lavoro una buona parte dello stipendio sudato.
    quindi se controlli devono esserci è giusto che siano a 360°.

  11. Signora Alda,
    condivido quanto segnalato. L’abusivismo commerciale ed artigianale è certamente una piaga.
    Nel mio programma amministrativo, pur non focalizzando l’attenzione sulla specificità del problema, parlo di diritti e doveri uguali per tutti, inoltre è mio desiderio vivere in una Misilmeri a misura di bambino.
    Personalmente ho vissuto una vicenda molto spiacevole in merito alle sperequazioni fiscali. Lei ricorderà l’evasione fiscale di Valentino Rossi per 120 milioni di Euro e poi con un concordato ridotti a 20 milioni. Ebbene, io, per una omissione involontaria sulla dichiarazione dei redditi, il cui importo era di Euro 700 circa, ho ricevuto una cartella esattoriale d’importo triplo. Quando ho chiesto il concordato fiscale ho ricevuto questa risposta: – al massimo possiamo rateizzare l’importo in tre rate!
    Provi adesso a pensare quanto mi sta a cuore la sua problematica. E’ un dato di fatto che a pagare siamo sempre noi onesti lavoratori.
    Nel rinnovarle la mia attenzione, le porgo distinti saluti

  12. @lla sig.ra alda, concordo con “un impiegato in regola”, il controllo deve essere fatto a360 gradi, spesso trovi negozianti, che dichiarano molto meno di un operaio, e magari il coniuge si prende anche la disoccupazione, CHE FACCIANO IL CONTROLLO AD INCROCIO, magari attraverso la loro proprietà immobiliare ed altro cosi vediamo, chi è + evasore.-

  13. Maaaaaaaaaaa….ora ke mi vulia rapiri na’ attività no corso ….principale..di karcagnolu….un nè possibili unnuvonnu!!!!!

  14. Egr. Dott. Pizzo

    La ringrazio per avere condoviso la mia doglianza ma devo chiederle un impegno maggiore rispetto a quello esposto nel suo post.
    Le chiedo di assumere una posizione netta , precisa ed inequivocabile.
    La soluzione di questa problematica, che ammetto essere molto ma molto complessa, rappresenta la riqualificazione sociale, culturale ed economica di una intera Comunità.
    Voglio dire che per l’abusivismo , all’interno del territorio Comunale, deve esserci tolleranza zero
    ( questo per garantire tutti coloro i quali correttamente esercitano una qualsiasi attività regolare).
    Se qualcuno vuole esercitare in maniera abusiva una qualsiasi attività, che lo vada a fare in altri comuni e vada a rompere … gli equilibri di altre realtà economiche.
    Non posso accettare la tesi di ” IL CURTIGHIARO” che sostiene che il sole quando spunta spunta per tutti. Il sole quando spunta , deve spuntare per coloro che sono esposti alla luce del sole … ma coloro che operano nel sommerso non possono e non devono poter godere del sole … in quanto illegali.
    La mia non è una discriminazione sociale … ma vuole essere un atto di giustizia sociale.
    Caro Sign. Candidato alla carica di Primo Cittadino è evidente che questo è il problema principale che deve essere affrontato nella prossima legislatura;
    basta rapportarsi al livello nazionale per capire che anche su una scala più vasta si sta cercando in tutti i modi di fronteggiare l’emergenza “ECONOMIA” .
    Il suo programma , secondo il mio umile parere, deve affrontare questo problema con degli impegni precisi .
    Tutti i candidati a Sindaco avranno letto questo post ma nessuno ha ancora assunto una posizione netta e precisa. Questo è un cattivo segno e significa che nessuno vuole o non è in grado di affrontare con efficacia e pugno fermo la questione.
    mi riferisco anche al Sign. Bonanno che ha scritto che queste problematiche sono sott’intese nel programma.
    No Caro Sign. Bonanno ” Vogliamo Nero su Bianco”
    un contratto come quello che ha fatto Berlusca con gli Italiani nel quale il primo cittadino si impegna personalmente ad adottare tutte le misure necessarie a combattere l’abusivismo, ed il mal costume, dotando l’autorità preposta al rispetto delle regole, ( VIgili Urbani) di tutti gli strumenti e i mezzi necessari affinchè possano espletare il loro dovere.

  15. Caro Giuseppe la rosa
    Naturalmente il controllo deve essere effettuato a 360° gradi . Vi sono centinaia di situazioni di illegalità di cui tutti siamo a conoscenza ma che nessuno si assume la responsabilità di denunciare.
    L’impiegato che , lavorando mezza giornata da dipendente, esercita il lavoro di lattoniere pittosto che elettricista, elettrauto, fontaniere .
    il lavoratore autonomo che dopo avere lavorato per tanti anni e finalmente è arrivato alla pensione, continua ad esercitare la stessa in forma abusiva.
    La casalinga che con servizi a domocilio di rifacimento unghia, parrucchieria estetista massaggiatrice e quant’altro porta a casa una quantità di denaro superiore al coniuge che magari è impiegato alle poste.
    Se qualcuno si rivolge alle autorità sapete come rispondono???
    Sporga formale denuncia , mediante un esposto (firmato e sottoscritto) con nomi e cognomi.
    Perchè, mi chiedo, devo essere io a segnalare le attività abusive se quella autorità è preposta alla verifica di esistenza e cessazione di tutte le attività regolari situate nel Comune ???
    Non dovrebbero essere loro, più informate di me, a sapere quali sono abusive e quali no ?

  16. Sig.ra Alda condivido pienamente quanto detto da Lei, a Misilmeri, cosa che non hanno capito alcuni candidati a Sindaco, non servono mega-progetti, serve solo il rispetto delle regole e della democrazia. Auspichiamo che il prossimo sindaco sia capace di riportare l’ordine senza accampare le solite scuse degli organici insufficienti e bla …bla…bla… bla….perché, è vero che i problemi organizzativi ci sono, che il paese è grande e densamente popolato, ma spesso questo diventa solo un alibi per nascondere disservizi, inefficienze e magagne varie.

  17. Gentile signora Ada, le confermo in pieno quanto già scritto.
    Deduco che lei ha una attività commerciale in regola, ed è amareggiata e delusa dall’assenza di interventi.

    Sarebbe facile per me, per accattivarsi le simpatie ed ivoti (forse) degli internauti sostenere ed impegnarsi “nero su bianco” per ottenere quanto da lei auspicato.
    Ma non lo farò mai.
    La nostra organizzazione sociale divide sfere di competenza specifiche: la Polizia Urbana ha la viabilità, la Guardia di Finanza è specializzata nei reati fiscali, la Polizia di Stato persegue la criminalità organizzata mafia in testa, i Carabinieri fanno un pò di tutto, compreso alcune competenze di polizia militare, la Polizia Penitenziaria si occupa dei detenuti (e dipende dal min. della Giustizia )…molte aree di intervento sono in comune e scoppiano spesso conflitti di competenza, ma questo è un altro discorso.

    Chi si occupa di Politica (con la “P” maiuscola) non può e non deve attivare la repressione di questo tipo di reati (molti di natura amministrativa) senza prima organizzare e realizzare una chance, uno sbocco ed un percorso dall’emersione dal nero, come già detto.

  18. Egr. Sign. Bonanno
    Condivido con Lei che nella nostra organizzazione sociale sono separate le sfere di competenza degli Amministratori ( burocrati) e dei tutori dell’ordine.
    Nell’ambito dell’amministrazione comunale, però, l’organo principale che ha il compito del controllo del tessuto commerciale, artigianale ed altre attività economiche, è il corpo della Polizia Urbana che come Lei saprà dipende molto dalle volontà politiche degli amministratori . Ecco che si comincia a delineare il collegamento del mal funzionamento del corpo di Polizia Municipale è la volontà politicadegli amministratori. La viabilità è soltanto un aspetto dei compiti della Polizia Municipale ma quello del controllo della regolarità delle attività produttive, costituisce un aspetto ancora più importante dei compiti di questo Organo.
    Io sono una osservatrice attenta e non una Commerciante direttamente interessata al problema ; se ho sollevato questa problematica, è perchè mi rendo conto che la questione della crisi economica deve essere affrontata in primo luogo dall’Ente locale quale L’Amministrazione Comunale.
    Mi dispiace non avere potuto trovare un punto d’incontro con le sue idee; anche perchè conosco il suo spessore umano e sociale.
    Le dico con tutta franchezza che non la voterò per il semplice fatto che Lei ritiene dichiaratamente non opportuno assumere un impegno alla soluzione del problema.
    ,

  19. Per la Sign.ra Alda
    Condivido pienamente le sue tesi
    L’abusivismo commerciale ed artigianale costituisce una piaga perennemente aperta che mette a dura prova la stabilità e gli equilibri economici e reddituali di tutti coloro che, nel rispetto delle regole, operano nel territorio del nostro comune.
    Sono un operatore professionale nel settore dell’amministrazione aziendale e colgo l’occasione per rappresentare, in questo post, le lamentele di centinaia di operatori commerciali ed artigianali regolari che riescono a sbarcare il lunario fra tante difficoltà e che ogni giorno devono fare i conti con la problematica “abusivismo ”
    Mi associo alla Sig.ra Alda nella richiesta, al futuro Sindaco, di inserire ,nel programma politico, la lotta all’abusivismo .
    La questione è sicuramente di vitale importanza

  20. Grazie Vincenzo per il supporto morale; penso proprio che non andrò a votare , su 7 candidati a Sindaco, soltanto due hanno partecipato a questa discussione ; gli altri non vogliono impelagarsi su questioni di difficile soluzione e pertanto non meritano alcuna attenzione.
    in ogno modo intendo proseguire la mia battaglia ; andrò avanti per la mia strada

  21. alla Signora Ada.
    Pensavo fosse chiara la mia risposta.
    L’assunzione del problema è nei termini già specificati: fornire le occasioni, le opportunità di emersione e poi reprimere coloro che non si adeguino senza se e senza ma. C’è una bella differenza nel non assumere alcun impegno!

    Per il resto voti chiunque, a me basta sapere che il suo voto è ragionato e di opinione, e questo mi rende felice a prescindere da tutto il resto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: