• Visitatori sul Blog

  • Statistiche

    • 2,738,034 visitatori

Comitato Piano Stoppa: La diatriba continua… risponde Di Girolamo

Egr. Sig. Giovanni Orlando,

ho reputato la questione da lei sollevata non degna del mio personale interesse, soprattutto in tempi di meritato riposo come le ferie estive.

Ciò nonostante il ruolo da me ricoperto mi impone di intervenire, alla luce dei ripetuti attacchi diretti e indiretti e delle recenti comunicazioni apparse sui blog. È evidentemente necessario che lei, i suoi amici e il suo avvocato siate informati che la sottoscritta, chiamata in causa personalmente, è il legale rappresentate di un’associazione regolarmente costituita ai sensi della legge 266/91 denominata “Comitato cittadino Piano Stoppa e Gibilrossa” il cui atto costitutivo e lo statuto sono stati redatti e sottoscritti secondo le norme previste in materia.

Pertanto se c’è qualcuno che è diffidato dall’utilizzo improprio della carica di Presidente, questo è lei.

Il “Golpe” a cui lei fa riferimento altro non è che l’esercizio democratico e libero di un gruppo di persone di costituirsi e nominare un proprio consiglio direttivo e un proprio rappresentante.

Considerato che non vi è alcun atto formale di costituzione del comitato di cui lei dice di essere ancora il presidente e che si fregia di descrivere come “vero”, può spiegarci con la parola “vero” cosa intende?

Noi per “vero” intendiamo il comitato che fu promosso in via informale dall’allora consigliere Pietro Carnesi, che tante battaglie ha condotto in consiglio comunale in difesa del territorio e dei suoi abitanti. Gruppo cospicuo di persone che allora decisero di affidare a lei la rappresentanza (informale). Lo stesso gruppo, da lei indicato come consiglio direttivo, di cui oggi non fa mensione, ha dichiarato lei formalmente decaduto e per eliminare qualunque ambiguità ha deciso di legalizzare l’esistenza del comitato costituendolo sotto forma di associazione di volontariato oramai lo scorso luglio.

Quello che le ho descritto non è un “golpe” bensì la normale vita di un’organizzazione di volontariato dove le cariche sono elettive e non proprietà di qualcuno piuttosto che di qualcun altro.

Il codice civile della nostra Repubblica consente a chiunque di costituirsi in associazione che persegua fini di solidarietà sociale, quindi anche lei può costituire una nuova associazione e occuparsi delle stesse problematiche se ci tiene tanto.

Ciò che non può fare è agire ledendo la rispettabilità e l’onorabilità dell’associazione da me rappresentata o delle persone che la compongono.

Pertanto a tutela di ciò è mio dovere chiederle di ritirare immediatamente la pubblicazione della diffida a me rivolta, offensiva e lesiva ancor di più che il comitato insieme all’associazione cristiana di volontariato “Giovanni Paolo II” è impegnato nell’organizzazione di un evento di beneficienza a favore della piccola Giada, al quale parteciperanno molti artisti misilmeresi e non, con lo scopo di raccogliere fondi per la bambina.

La sua azione infatti discredita la nostra azione nei confronti di terzi (enti pubblici e persone fisiche) e il suo avvocato saprà spiegarle cosa significa ciò.

Diversamente la sottoscritta in qualità di legale rappresentante si vedrà costretta ad intraprendere ogni azione legale necessaria a ripristinare la rispettabilità dell’Associazione.

Per quanto riguarda invece gli attacchi personali e  la pubblicazione che lei ha fatto della lettera sarà mio dovere consultare il mio avvocato per capire se la sua azione viola il codice sulla Privacy e se gli effetti possono essere oggetto di una richiesta di risarcimento per danni.

In ultimo, non essendo nostro interesse vietare l’impegno civile e sociale ad alcuna persona la invitiamo a fare i dovuti distinguo nelle sue comunicazioni pubbliche tra il gruppo da lei rappresentato e l’Associazione di volontariato Comitato cittadino Piano Stoppa e Gibilrossa che con grande onore mi pregio di rappresentare.

Inutile ricordarle che queste sterili polemiche non fanno bene a nessuno e men che meno ai cittadini di Piano Stoppa e Gibilrossa, per tale ragione le anticipo che questa è la prima e ultima volta che la nostra associazione interviene pubblicamente su tali provocazioni e che qualunque eventuale altro problema sarà affrontato nelle sedi opportune.

Distinti saluti,
dott.sssa Giovanna Di Girolamo
Presidente del Comitato Cittadino Piano Stoppa e Gibilrossa

Advertisements

32 Risposte

  1. Un pò contraddittoria la dottoressa Di Girolamo. Esordisce dicendo che non ha ritenuto la provocazione degna del suo ‘personale’ intervento, e poi si abbatte con la veementa di un bulldozer sul povero Orlando. Il quale farebbe meglio a chiudere la querelle e smetterla di piangere un giorno si e l’altro pure sulle pagine del blog. L’unica cosa di ragionevole che trovo nell’arrogante rampogna della Di Girolamo è quel consiglio di costituire un’altra associazione pro Piano Stoppa.

  2. SCUSATE MA CHI ****** E’ QUESTA SIGNORINA DI GIROLAMO…UNA ******** DI PALERMO RESIDENTE A PIANO STOPPA…CHE CERCA VISIBIITA’…????

  3. @ANTONIO:
    il tuo commento non e’ degno neanche di una parola… ma se frequentassi un po’ di piu’ Misilmeri forse ti rimangeresti tutto!!!!!!
    Per il resto trovo assolutamente legittimo la costituzione di un comitato di liberi cittadini….. fortunatamente le camicie nere non circolano piu’ per il Paese!!!!!

  4. Antonio antonio..!..!..! prima di scrivere tu c******* assicurati di porre interrogativi giusti e senza quella vena di arroganza tipo <>che potrebbero offendere. Giovanna Di Girolamo è Misilmerese Doc al 100%… e solo per la legge sulla privacy non sto qui a delucidarti su chi sia la sua famiglia…

    @ Misilmeri Blog
    ma la moderazione dov’é??
    per favore assicuratevi che i post non affendano alcuno..

  5. Conoscendo personalmente le due “anime” del comitato ritengo di poter dire (se non forse suggerire) che questa polemica mediatica, e forse prossimamente financo giudiziaria, lede non solo gli abitanti della frazione Piano Stoppa-Gibilrossa ma anche l’operato e l’attività stessa del comitato (di cui ci hanno dato in questi mesi prova di grande competenza).
    I componenti del comitato sono persone troppo intelligenti per disperdere questo patrimonio umano e i relativi risultati raggiunti e per affidare alla pubblica piazza (seppur virtuale) sfoghi e risentimenti.
    Auspico quindi, per il bene dell’associazionismo e della società civile misilmerese, che i protagonisti di questo scontro possano invece incontrarsi, chiarirsi e ritornare a lavorare insieme per il bene dei cittadini che rappresentano.

    Giuseppe Carbone
    pres. ass. “Laboratorio Democratico”

  6. Beh, evidentemente alla Sig.rina Di Girolamo la politica le sta facendo un effetto collaterale, conoscendo il Sig.Orlando SA benissimo quanto tempo, danaro, buona volontà ha speso nelle sue giornate per PIANO STOPPA, non ha mai intascato un soldo dagli enti pubblici, si è comportato da emerito altruista per il territorio in oggetto non esigendo quasi NULLA in ricambio, e adesso arriva lei, una RAGAZZINA che non solo manca di rispetto al Sig. Orlando ma non accetta (accettare è da nobili,la politica è fatta da impostori, lo sappiamo) che la carica a lei attribuita non le appartiene. Politica a parte dovrebbe indignarsi per quello che ha scritto e per il mancato buon senso nei confronti del suo amico Giovanni.

  7. @ Giuseppe Carbone.
    Complimenti per la saggezza del tuo pensiero.
    Condivido e mi associo.

  8. non ci ho capito nulla sull’intera vicenda.ci sono due associazioni? o una sola con due pretendenti presidenti?

  9. @giuseppe carbone e nino pizzo:
    mi dispiace ma non mi trovate daccordo ne’ dal punto di vista politico ne’ da quello civile….
    Se la cosa la vediamo da un punto di vista puramente “commerciale” ti posso garantire che la pluralita’ dell’offerta genera concorrenza… la concorrenza genera stimoli nuovi e gli stimoli sono il sale della politica!!!!!
    Prova un po’ a pensare se ci fossero 10-100-1000 comitati cittadini…. significa che una gran fetta di popolazione chiede con forza i propri diritti e lo fa scegliendo il presidente che meglio gli pare!!!!!!!
    La verita’ caro Giuseppe e se mi permetti caro Nino… siamo troppo legati a un sistema partitico che decide per noi anche quello che dobbiamo mangiare.. e la politica nazionale di questi periodi ne e’ l’esempio… “ti affidi a un politico e poi lui fa cio’ che gli pare”.
    « Il nostro sistema politico non si propone di imitare le leggi di altri popoli: noi non copiamo nessuno, piuttosto siamo noi a costituire un modello per gli altri. Si chiama democrazia, poiché nell’amministrare si qualifica non rispetto ai pochi, ma alla maggioranza. » Pericle.
    cari miei voi sicuramente conoscerete il principio su cui era basata la democrazia greca… quello e’ l’unico sistema che potrebbe garantire la “VERA” liberta’ dei nostri pensieri!!!!!!
    Apprezzo comunque la vostra saggezza ma cari Giuseppe e Nino… a volte nella vita.. cosi’ come in politica bisogna prendere delle decisioni amare e sofferte… perche’ ci sono comportamenti che bisogna in qualche modo “censurare”!!!!!
    @crash: a te non rispondo per 2 motivi:
    1) non hai il coraggio di firmarti e quindi non sei degno di nota.
    2) dimostri di non conoscere assolutamente i “fatti”.

  10. A quanto pare questo Comitato Piano Stoppa è troppo impegnato nelle beghe interne di “potere” per potersi occupare dei problemi reali di PIano Stoppa.
    Meglio scioglierlo!!!

  11. Bella vittoria! “La vittoria di Pirro”. Credo che, dopo una maturata riflessione estiva, sostenuta da una, ponderata forza giuridica, si è arrivati, finalmente all’epilogo ( così mi auguro e ci auguriamo tutti). Ora tocca a noi, tutti, agire: famelici divoratori di Comitati, di codici civili, di fortune dirigenziali, di estrose elucubrazioni filosofiche, etc etc. Ora, riflettendo, mi chiedo, e vi chiedo, chi si occuperà:
    1) del rifacimento della manutenzione delle strade;
    2) della derattizzazione e disinfestazione;
    3) della pulizia del canale di gronda;
    4) dell’illuminazione pubblica, che i cittadini di Piano Stoppa pensavano fosse già dietro l’angolo;
    5) delle discariche abusive, che nascono come i funghi;
    6) della metanizzazione del territorio;
    7) del progetto per la realizzazione della rete fognaria.
    E di tanti altri problemi che affliggono il territorio di Piano Stoppa e Gibilrossa da circa un ventennio. Non credo proprio che le diatribe estive riescano a risolvere questi problemi. E nemmeno 1, 10, 100..1000 comitati di cittadini, tanto decantati da qualcuno. Due fazioni contrapposte si fronteggiano, divisi nel metodo, e nel merito. Divisi perchè consapevoli che due forze avranno un effetto dirompente, al punto da convincere il primo cittadino di Misilmeri che Piano Stoppa sia una priorità assoluta.Piano Stoppa è EMERGENZA. Non culliamoci da quello che ci dirà l’attuale amministrazione, o quella che verrà: “Fra pochi mesi arriveranno ,a pioggia, 2 milioni di euro che risolverannio tutti i vostri problemi”. Sono di religione cattolica, ma ho smesso di credere a Babbo Natale.
    Credo che l’unica cosa da fare sia quella di rimboccarsi le maniche, per agire sinergicamente, per rivendicare, civilmente, quelli che sono i nostri sacrosanti diritti, come cittadini di Misilmeri, residenti a Piano Stoppa e Gibilrossa, di qualsivoglia comitato, o associazione di appartenenza.
    Prof. Francesco Messina (uno di Piano Stoppa e Gibilrossa).

  12. @prof. francesco messina:
    anch’io ho smesso di credere a babbo natale….. proprio perche’ ho smesso di crederci e mi sono incazzato abbiamo deciso di dare una sterzata pesante alle future azioni del comitato… dove persone come te possono avere voce in capitolo senza “sotterfugi” e senza sorprese varie…. tra persone serie quale ti reputo!!!!

  13. condivido ao 100% con ciro costanza. anzi invito gli altri ad una attenta riflessione.

  14. @Ciro Costanza: Caro Ciro io, naturalmente, ho una conoscenza meno approfondita della tua della vicenda e ho tuttavia sentito le due “campane”.
    Il mio, come quello di Nino, è un “suggerimento” (chiamiamolo così) per potere sbloccare la situazione e andare avanti visto che il Comitato è molto apprezzato e seguito nella nostra comunità.
    Spero comunque sempre che possiate trovare alcuni punti di incontro (che so per certo sono più di quelli di scontro).

    Giuseppe

  15. @giuseppe carbone:
    quando hai deciso di mandare a quel paese Gaspare Di Spezio ho dato per scontato che avevi le tue buone ragioni e non mi sono neanche sognato di intromettermi in una questione personale e delicata….. ti prego per l’amicizia che ci lega di fare lo stesso!!!!
    Quando dici di aver sentito le due campane non ti sei accorto che una era stonata?????????
    Caro mio credo ancora molto nei rapporti umani… nella parola data..credo in una stretta di mano sincera..ma credo sempre meno in certa politica che ha il “vizietto” di cambiare in peggio le persone!!!!
    Caro Giuseppe… potresti mai lavorare al fianco di una persona che mentre tu fai una cosa.. decisa unanimamente.. l’altro fa di testa sua senza chiedere niente agli altri????
    IO NO… mi dispiace ma non “campo” con la politica e le mie amicizie me le scelgo accuratamente.
    un salutone a te e un salutino a nino.

  16. Adesso BASTA !!!! Lasciate in pace mia figlia.se scendo in campo io…Sò..MAZZATE !!!!Mia figlia é di
    MISILMERI (PA)…..Questo per mettere a tacere qualche
    commentatore privo di una qualsiasi forma intellettiva….e con una immensa dose di ineducazione
    da rasentare (LA VASTASAGGINE)…..!!!!Quando si scrive, o si parla Della Dott. Giovanna DiGirolamo
    “Qualcuno” …..si dovrebbe pulire la bocca con una enorme dose di…CANDEGGINA…e DETERSIVO…..
    mi auguro che i “detrattori” di mia figlia gli chiedanoscusa solo “così”..mi dimostreranno di avere
    una minima “traccia” ..di intelliggenza-e educazione!!!!!
    Ringrazio x l’ospitalità sul blog N. DI GIROLAMO-ciao.

  17. Presidente Di Girolamo e possibile conoscere i nomi del direttivo.

  18. @ Ciro Costanza: solo un appunto piccolo al tuo intervento, non so di situazioni delicate e personali discendenti da questa faccenda, ne conosco (per sommi capi) solo quelli diciamo “politici” ma preciso che tra me e Di Spezio non ci sono stati problemi personali ma solo divergenze politiche (seppur nette).

  19. @ Nunzio Di Girolamo
    A parte il commento di un solo cretino (Antonio) che comunque ha già avuto quello che si meritava, mi pare che tutte le constatazioni fatte nei post stiano al loro posto per compostezza, moderazione di toni e civiltà. A giudicare dal contesto quelli che sembrano un pò accelerati sono proprio i Di Girolamo, padre e figlia.

  20. @giuseppe carbone: caro giuseppe….. Non ti sembra un po’ azzardato entrare in un argomento conoscendolo come dici tu…. Per sommi capi?
    Anch’io riguardo la diatriba che hai avuto con di spezio ho sentito le due campane… Ma ho preferito dare ascolto al mio intuito e non mi sono permesso di formulare giudizi sommari.. Perche’ conosco te e conosco di spezio.
    Pero’ converrai con me che e’ facilissimo far diventare ”personali” divergenze di natura politica…specie quando si crede fermamente in cio’ che si fa.

  21. @fili russo.
    Lo sfogo legittimo del sig di girolamo e’ la risultante di una serie volgarissima di attacchi.. non solo tramite questo blog.. E’ lo sfogo naturale di un padre che si vede offendere la rispettabilita’ di una figlia…. Colpevole (metaforicamente parlando) di essere stata eletta presidente di un libero comitato di quartiere.
    Noi abbiamo il nostro comitato con un presidente eletto da un direttivo e il tutto e’ regolarmente legittimo…. Cosi come e’ legittimo la nascita di altri comitati….ringraziando dio siamo in democrazia e il fascismo e’ morto e sepolto da oltre 50 anni.

  22. @ciro costanza: Sic stantibus rebus penso che il nostro breve scambio di battute virtuali possa avviarsi verso la conclusione, facendoti però riflettere su alcune cose:
    1) io non ho formulato nessun giudizio sommario ma solo un mero invito a trovare una soluzione
    2) il mio “invito” (chiamiamolo così) era direttamente rivolto alle DUE parti in causa che, seppur lasciando il tempo che trova (l’invito), sono sicuro avranno apprezzato.

  23. @ Fili Russo. Non accetto da”Lei” lezioni di “Bon-Ton”
    Le dimostro che di “accellerato” Nel Blog c’è solo”Lei”.
    Nel Suo commento “Lei dice: nell’arrogante rampogna
    della Di Girolamo ecc. ecc. “Le sembra un “modo”
    “composto”,”CIVILE”,”sereno,””dai “toni PACATI”,il “SUO”????….Le sembra il modo “CIVILE”
    di rivolgersi ad una DONNA ??..NON a una RAGAZZINA::. come è stata definita mia figlia da qualche idiota!!! Ciò è niente ,, in confronto a tutto ciò
    che si è scritto su di LEI.(senza conoscerla)in precedenzasubito dopo “la denuncia/FARSA”di cui si è
    dibattuto….lasciamo stare…per me questo dialogo
    è FINITO!!!Non risponderò piu , alle provocazioni
    Saluto….Nunzio DiGirolamo…..(Ciao CIRO..)
    .

  24. @giuseppe.
    Non capisco tutto sto accanimento…. Siamo abbastanza grandi da risolvere da soli i nostri problemi….

  25. e intanto c idue litigati “litigano” con l’arrivo dele prime piogge Piano Stoppa comincia ad affondare nel fango, le fosse imhoff s otturano, lestrade diventano sempre più impraticabili… e ” milioni di euro stnno fermi chassà dove in attesa che qualcuno si occupi di problemi importanti.. a me è arrivato un volnatino riguardante il cobferimento dei rifiuti solidi e lo smaltimento di elettrodomestici ecc. con tant di logo “l nuova alba”… tanto per sapero, a ci fa capo questo comitato???

  26. @ ciro costanza: 🙂

  27. Si, ma sti nomi ru direttittivo li pubblicati o no!

  28. @giuseppe carbone: comunque grazie per il pensiero… Ciao.

  29. SONO STATE SCRITTE TANTE ACCUSE SENZA DIMOSTRARE LA VERITA’ DI TUTTI STI LITIGI,MA SE PUBBLICATE STA LISTA DEL DIRETTIVO REALE DI STO COMITATO ,NN SAPREMO MAI CHI HA SOSTITUITO IL SIGNOR GIOVANNI ORLANDO NELLA SUA CARICA E COME.METTETECI ALL’OCCORRENTE DI TUTTO SE ESISTE UN QUALCOSA!!!!!!!!!! ALMENO SAPREMO A CHI APRIRE LA PORTA FINO ADESSO CONOSCIAMO SOLO LUI A PIANO STOPPA.

  30. A proposito di Comitato… chi deve interessarsi della manutenzione del percorso “Maratona” (all’interno dell’impianto sportivo di Piano stoppa) che sta cadendo a pezzi?…

  31. Si apprende da questo Blog che in data 18 settembre avrà luogo una manifestazione di beneficienza, da lei in questo post annunciata, di cui si riporta il correlato Link: NOTtE DI MUSICA per Giada Leone,.
    Nel relativo volantino pubblicitario diffuso mediaticamente, e in alcuni punti commerciali, si evince che lei ha già provveduto a modificare il Logo rappresentante il suo Comitato, oggetto di N/s diatriba, diverso da quello originariamente pubblicato nell’articolo, sempre su questo sito, nel Link: Il Sindaco e la Giunta ricevono il Comitato Piano Stoppa e Gibilrossa.

    Per quanto sopra le comunico che provvederò a ritirare la diffida inoltrata nei suoi confronti.

    Mi pregio informarla, qualora non ne fosse a conoscenza, visto che usa la parola “informale”, (o sulla “parola” per come si vocifica in giro) che il Comitato Cittadino, da me rappresentato, “Piano Stoppa e Gibilrossa -Nuova Alba-” è stato regolarmente costituito, redatto e sottoscritto con tanto di firma dai componenti.
    In qualsiasi momento, se lo desidera, potrà prenderne visione.
    Tengo comunque doveroso informarla, che il sottoscritto e gli altri componenti del Comitato, non hanno nulla nei suoi confronti, ma i fatti ci hanno costretto, visto che fino alla data odierna, risulta solo il suo Nome e Cognome, ad essere soggetto di bersaglio.
    Distinti saluti e buon lavoro.

  32. @ Giuseppe Carbone e Nino Pizzo.

    Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: