• Visitatori sul Blog

  • Statistiche

    • 2,665,703 visitatori

Sarà installato un altro ripetitore telefonico?!?

Gentile redazione, vi comunico che a Misilmeri, secondo fonti attendibili, è in procinto di essere collocata una nuova antenna per cellulari, addirittura si dice che sia stata fatta già la base in cemento.
La zona dove verrà installata è in contrada Costa di Gelso, un pò prima delle case popolari, lato mercatino, proprio vicinissimo al centro abitato, Quartiere Costa Principe.
Vorrei chiedere al Comune di Misilmeri se ha rilasciato tutte le autorizzazioni, affinchè questi signori installino l’ennesima antenna, che non farà altro che aumentare il numero di morti per tumore a Misilmeri.
Ricordo che devono essere collocati a 500 metri dal centro abitato.
Ma è mai possibile che nessuno vigila su nulla?
Mancava soltanto l’ennesima antenna per cellulari, ora siamo completi.
A qualcuno interessa di monitorare il livello di inquinamento elettromagnetico a cui è sottoposto questo maledettissimo paese?
Invece di tenere sotto controllo i livelli di radiazioni emessi dai ripetitori già esistenti e tutelare la salute dei cittadini, cosa si fa?
Si lascia che altri vengano ad installare altri ripetitori, tanto chissenefrega, i morti non fanno più notizia.
Vi comunico che è stata fatta in queste ore una raccolta di firme per cercare di bloccare l’ennesima nefandezza ai danni della nostra salute.
Personalmente sono uno dei firmatari della petizione.
Spero che tutti i cittadini con un po di buon senso facciano altrettanto, anzi spero che i ripetitori esistenti dentro il centro abitato vengano rimossi con una ordinanza del sig. Sindaco.
I ripetitori devono stare a 500 metri dal centro abitato e devono mantenersi entro certi limiti di emissione.
BASTA CON LE ANTENNE PER CELLULARI, STIAMO MORENDO TUTTI.

Inviato da P.A.

About these ads

77 Risposte

  1. Ciao…condivido pienamente con te. Questo paese per quanto lo amavo ora mi sta sulle scatole. Dobbiamo cominciare a difendere quello ke è nostro. Basta far comandare gli altri dobbiamo fare sentire la voce del popolo. dimmi dov’è il centro di raccolta firme ke mi precipiterò anke io per sostenere con voi questa battaglia.

  2. Noi non ci rendiamo conto, ma qua a stò punto la cosa è grave. Fateci caso in paese vi son case dove vi sono comignoli finti , dove all’interno vi sono le antenne della 3. La prima che è comparsa sta di fronte 24 s video, aguzzate la vista e ne vedrete tante altre, poi quel ripetitore tim che si erge nel bel mezzo del centro abitato. Si scorge nella foto dell’articolo!! ricordo nel 96 ci fù una raccolta firme per farlo levare; ma chiunque se ne sbattuto le ………………!!!!!!. Forza continuiamo sempre così ad essere ignari spettatori della sfacello che poco a poco ci stà circondando. Eddire che in paese abiam tanta gente che dice di essere ingegneri elettronici, ingegneri di quà di là, a questo punto adesso dovreste sfoggiare le vostre lauree, e non usarle solo per farvi belli davanti a chiunque.

  3. concordo in pieno con questa iniziativa
    e vorrei ricordarvi anche che ancora non hanno piazzato il ripetitore per il segnale del digitale terreste in particolar modo mediaset premium spero solo che lo collochino tra le alture del paese tipo “porcara”
    oppure tra le antenne di Marineo e non qui nel centro abitato

  4. giusto fare i dovuti controlli,ma non creiamo allarmismi stupidi,ricordo a tutti le reti wi-fi che teniamo in casa per l adsl!quelle non fanno male?la radio?sky?lo stereo sul comodino?il forno a micronde?l allarme a casa?il lettore dvd?ect ect.sapete che campo magnetico producono?molto di piu che un antenna!

  5. A me lo avevano istallato a 50 metri, ho cambiato casa. Ma so che non tutti hanno questa possibilità. E’ assurdo!

  6. ma a che cavolo servono tutte ste antenne?????
    Lo so io dove gliele piazzerei le antenne ai nostri politici passati e presenti!!!
    Possibile che non c’e’ un c…o di sensibilita’ verso niente di niente in questo paese?????

  7. purtroppo viviamo soltanto di denari.
    nel 2007 sono stato contattato per posizionarne uno sul tetto di casa mia, in cambio 50000 euro subito e per il seguito 5000 euro l’anno.
    i miei genitori erano allettati all’idea di un guadagno cosi semplice, anche perchè assicuravano che le onde trasmesse non erano nocive come quelle che si dicono facciano male.
    siamo riusciti a convincerli e non abbiamo ceduto alla tentazione, perchè di tentazione si tratta.
    la gente deve capiche che vivere in una comunità vuol dire assumersi delle responsabilità, essere cittadini non vuol dire soltanto avere dei diritti ma anche dei doveri, e questi doveri non sono soltanto le tasse, il primo tra tutti è il SENSO CIVICO.
    raccogliamo le firme, ma raccogliamole numerose.
    propongo anche di chiedere a GOCCE D’AMBIENTE, trasmissione su tse, di affrontare l’argomento e di smuovere le coscienze.
    e poi chiediamo ai politici di turno di farsi portavoce di queste battaglie.

  8. per uno che si arricchisce piangono 27000 mila persone

  9. @luca. Ora ti spiego il wi-fi si in teoria è dannoso perche è un segnale a radiofrequenza a 2450mhz. In pratica non porta nessun danno perche la potenza irradiata è irrisoria. Il telefonino dicon che fà male, ma non è esso che fà male, perche quando telefoni emetti una potenza irrisoria. Le antenne della telefonia, queste sì che son dannose visto che ti trasmettono migliaia di watt di potenza, tanto chi si prende briga di andare a controllare se la potenza emessa rientra nei limiti imposti dalla legge?In sti casi la vodafone, la tim, la wind,la 3 pagano bustarelle e la potenza illegale, come per magia diventa legale.. Stai nelle vicinanze di un antenna telefonica? Prima iniziano i mal di testa, poi iniziano i primi capogiri, poi inizi a sentirti fiacco e stanco, e poi negli anni son azzacci tuoi. Il forno a microonde esempio è la cosa più nociva che possa esistere; esso non è schermato, diventa schermato quando lo posizioni in una stanza di cemento armato, oppure di piombo. In condizioni normali quando lo metti in funzione le microonde ti attraversano e ti bruciano dall’interno all esterno. Ma nessuno ti viene a dire ciò altrimenti chi andrebbe a comprare un microonde? Secondo voi perchè le compagnie telefoniche pagano così tanto se ti fai montare le antenne? perchè sanno che ci son imbecilli che davanti ai soldi, se ne fregano dei guai che possono avere loro e chi gli stà vicino.. Le antenne devon stare fuori paese, non dentro il paese. Se continuan ad istallare ripetitori cosi senza nessun controllo, sarem condannati tutti a morte. Non lo dico per essere esagerato, ma bensì perchè è la verità.

  10. Ma in tutto questo dov’è che si FIRMA ?????

  11. In effetti stiamo parlando…ma la cosa importante è sapere dov’è il centro di raccolta firme… se non si dice quante firme potranno raccogliere?

  12. La raccolta firme è stata fatta, perchè i tempi erano strettissimi.
    Potete comunque organizzarne qualche altra a supporto.
    CHIEDIAMO IL MONITORAGGIO CONTINUO DEL LIVELLO DI INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO, ALMENO FACCIAMOLO PER I NOSTRI FIGLI.
    E FACCIAMOLO SERIEMENTE, CI SONO IN BALLO VITE UMANE.

  13. LA PETIZIONE DEVE ESSERE MANDATA AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI MISILMERI
    AL PRESIDENTE DELLA REGIONE SICILIA
    AL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI PALERMO
    ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI PALERMO
    MUOVIAMOCI
    IO HO GIà SOTTOSCRITTA LA PRIMA PETIZIONE
    MUOVIAMOCI, FACCIAMO SGOMBERARE TUTTI I RIPETITORI DAL CENTRO ABITATO, DEVONO STARE ALMENO A 500 METRI DI DISTANZA.

  14. FACCIAMOLO PER I NOSTRI FIGLI, CHE FUTURO POTRANNO AVERE IN UN PAESE DOVE TUTTO E’ PERMESSO E NON C’è IL MINIMO CONTROLLO SU NULLA.
    PENSATE A COSA POTREBBE ACCADERE, SE UN GIORNO SI SCOPRISSE CHE LA CAUSA DI TUTTI QUESTI MORTI DI TUMORE SONO STATE LE ANTENNE DEI CELLULARI NON CONTROLLATE.
    CHI CONTROLLA I LIVELLLI DI ESPOSIZIONE ELETTROMAGNETICA?
    DOVREBBE ESSERE IL SIG. SINDACO O CHI PER LUI, INVECE DI ANNACARSI PER LE VIE DEL PAESE.

  15. SE SI SCOPRISSE TUTTO CIò, E CIOè CHE LA CAUSA DI TUTTI QUESTI TUMORI E’ DOVUTA ALL’ECCESSIVA ESPOSIZIONE A LIVELLI DI RADIAZIONI TROPPO ALTI, IL COMUNE DI MISILMERI NELLA PERSONA DEI SIGNORI SINDACI CHE SI SONO SUCCEDUTI, DOVRANNO VENDERSI IL COMUNE E LE CASE DI PROPRIETà PER PAGARE TUTTI I RISARCIMENTI.
    vergogna

  16. @luca
    Ti voglio dire che i commenti stupidi li fai tu.
    Se tu hai deciso di suicidarti, tenendo a casa un modem/router wi-fi, sono affari tuoi e non nostri.
    Io personalmente a casa mia ho 3 computer collegati in rete attraverso i cavi RJ45, passati per bene nelle tubazioni, e non voglio assupparmi le radiofrequenze emesse da un wi-fi.
    Quindi ognumo è libero di fare come vuole, se tu vuoi tenerti sotto il cuscino un router wi-fi fallo pure non sono affari nostri, quindi il paragone che fai con le antenne dei telefonini e alquanto sciocco, perchè quelli li impongono e spuntano come funghi.
    Poi il paragone non regge nemmeno da un punto di vista tecnico, in quanto il segnale emesso dai ripetitori è di gran lunga più potente e dannoso di quanto non lo sia quello emesso da un router wi-fi, e siccome non mi fido di chi dice che non fa male, come quando non si sapeva che l’ethernit era cancerogeno e la gente si beveva l’acqua dei recipienti, allora preferisco evitarlo.
    Quindi hai toppato in pieno e hai perso una grande occasione per startene zitto.
    E documentati prima di parlare

  17. @Marco. Non importa la raccolta firme, ciò che importa è riunirci tutti andare dal sindaco, dai vigili urbani, se è il caso chiamare l’ente preposto, se non sbaglio dovrebbe essere il NOPT nucleo operatico polizia telecomunicazioni ossia ex escopost, Cosi vengon a fare rilievi e vediam se i vari comignoli finti di misilmeri son in regola o meno con le potenze emesse. Se è il caso chiamare anche striscia la notizia.Come ho detto prima la raccolta firme non serve a nulla, già ci fù nel 96 per rimuovere l’antenna che si vde nella foto dell’articolo. Ma intanto l’antenna è sempr li che ora dopo ora spara migliaia di kw di potenza a scapito di noi poveri cittadini.

  18. @ P.A.

    SIGNOR P.A. SONO PRONTO A FIRMARE CONTRO QUESTO SCHIFO….SE SI ORGANIZZA UNA RACCOLTA FIRME… MAGARI IN QUESTO PERIODO CHE E’ MOVIMENTATO… IO SARO’ LI A FIRMARE…

    E POI MI HA FATTO RIDERE UNA SUA FRASE.

    “Ma è mai possibile che nessuno vigila su nulla?”

    AHAHAHAHA……. IERI SERA IN PIAZZA FONTANA NUOVA, UN GRANDISSIMO AUTOBOTTE CHE DOVEVA SCARICARE CARBURANTE AL TAMOIL, HA BLOCCATA PER 1 ORA CIRCA IL CORSO VITTORIO EMANUELE… E CHIAMATI I CARABINIERI, DICEVANO CHE MANDAVANO I VIGILI URBANI…. MA LI ABBIAMO VISTI SOLO DOPO UN ORA… UNA VERGOGNA SENZA PRECEDENTI…

  19. @ATTENTI

    AHAHAHAHAHA MENO MALE CHE NON HANNO FATTO LA PROPOSTA AI MIEI LOCATORI… ALTRIMENTI MEZZA ZONA TRI-RITI FOSSE PIENA DI TUMORI….

    PERCHE’ QUELLI SONO MALATI DI SOLDI… AHAHAHAHA

  20. @ Stanza del Sindaco (P.A.)

    È evidente da dove è stat scattata la foto dell’articolo.
    L’assessore Di Palermo dovrebbe invitare qualche professore universitario che si occupa dell’inquinamento elettromagnetico.
    Poi la cosa più importante sarebbe un rivelatore con allarme della potenza emessa da queste antenne in diverse zone dell’abitato in quanto i ripetitori possono essere piazzati ovunque senza che nessuno possa capire che è un ripetitore.
    Faccio alcuni esempi:
    Una Plafoniera esterna
    Un impianto d’allarme
    Un Lampione.
    E il resto lo lascio alla vostra fantasia.
    Qualunque cosa all’apparenza comune può contenere all’interno un ripetitore.
    Per ovviare alle quantità eccessive l’amministrazione comunale dovrebbe fare installare dall’ARPA diverse centraline con allarme per verificare la potenza emessa dalle stesse.
    Tutto il resto è aria fritta.
    Non perdete tempo a raccogliere firme come nel 1996 come vedete l’antenna è lì nella foto.
    Si deve imporre all’AMMINISTRAZIONE l’installazione delle centraline di rilevamento.
    Nel 1996 io personalmete ho fatto cas…. ma come vedete non serve a niente.
    Ed allora
    ARPA
    ARPA
    ARPA
    E SEMPRE
    ARPA

  21. Confermo che i lavori per l’installazione del nuovo ripetitore dei telefonini, purtroppo proseguono.
    Mi appello al Sindaco D’Aì, alle forze dell’ordine, Carabinieri e Vigili Urbani, di recarsi urgentemente presso il posto in contrada Costa di Gelso, per bloccare questo ennesimo scempio ai danni della salute dei cittadini.
    BLOCCATE IMMEDIATAMENTE I LAVORI, NON SI PUO’ COSTRUIRE UN RIPETITORE A CONTATTO CON LE abitazioni, dovete allontanarvi almeno di 500 metri.

  22. Farò una denuncia alla procura della Repubblica, denuncerò questi tizi che stanno costruendo il ripetitore, e denuncerò pure il Sig. Sindaco per omessa vigilanza e controllo.

  23. @Giuseppe Se vuoi rivolgerti al sindaco ci siamo, ai carabinieri ci siamo. Ma i vigili urbani a misilmeri son come babbo natale, la befana, pinocchio; ossia personaggi delle fiabe.

  24. Giuseppe, la singola denuncia non sortisce effetti rapidi.Qui ci vuole una class action, una denuncia collettiva alla Procura di Termini Imerese con tante, tante firme……e, preventivamente, la visita sui luoghi della troupe di “Ditelo a RGS” . Meglio ancora, di “Striscia” con la Stefania Petix.Vedrai che qualcosa si muoverà in fretta.

  25. FINALMENTE COSI’ PRENDERA’ BENE LA WIND A CASA MIA… AHAHAHAHAH
    MA ANDATE A SCASSARE LA TESTA A QUALCHE MANCIATARIO DEL PAESE, E POI VEDIAMO SE MONTANO O NO….

    CHE SCHIFO…. VILLANI PER DUE SOLDI COSA FANNO…
    POI NNAIU TORTU..

  26. PREMETTO CHE NON VI SONO STUDI CHE POSSONO AFFERMARE CON CERTEZZA CHE LE ONDE ELETTROMAGNETICHE EMESSE DA DISPOSITIVI DEL GENERE FACCIANO MALE AGLI ESSERI UMANI, PERSONALMENTE RITENGO CHE EMISSIONI CONTINUE CON ELEVATE POTENZE POSSONO CREARE NEL TEMPO SQUILIBRI DI DIVERSO TIPO NELL’UOMO.

    COMUNQUE, PER CHI NON SI FOSSE ACCORTO DI QUANTI RIPETITORI SIANO INSTALLATI ALL’INTERNO DEL CENTRO ABITATO DI MISILMERI, VI INVITO A GUARDARE IL BEL RIPETITORE CAMUFFATO DA CAMINO.
    SI TROVA NEI PRESSI DELLA ” STRATA ‘NCHIANU”. SI PUO’ VEDERE POSIZIONANDOSI VICINO AL BAR DELLA BATHIIA – CHIESA- COLLEGIO DI MARIA ,GUARDANDO VERSO IL CASTELLO. E’ UN GRAN BEL CAMINO SQUADRATO E DI COLORE ROSSASTRO CON DELLE RIGHE SULLA PUNTA.
    ALL’INTERNO C’E’ UN BEL RIPETITORE CHE SPARA ONDE ELETTROMAGNETICHE, PER LA FELICITA’ DEL PROPRIETARIO. BUONA VISIONE!!

  27. ” Ma sicuramente stiamo sbagliando qualcosa. Emerge la
    problematicità del termine progresso.La modernità ha cercato la
    propria strada guidata dall’idea di progresso e da quella di
    libertà. Ma che cosa è il progresso?……La conoscenza è
    potere.Significa che se conosco posso anche disporre.La conoscenza
    ha portato potere,ma in modo tale che con quel potere noi possiamo
    distruggere quel mondo del quale ormai siamo convinti di sapere
    tutto.Così diviene evidente che nel concetto di progresso,così come
    inteso fino ad oggi,e cioè quale combinazione di conoscenza e
    potere,manca un punto di vista essenziale:che è l’aspetto del
    bene.Si tratta della domanda: cosa è bene?Dove la conoscenza deve
    condurre il potere?Si tratta solo del potere di disporre prima o
    poi di qualcosa,oppure è necessario anche porsi la domanda sui
    criteri interiori,su quello che è bene per l’uomo,per il
    mondo?Penso che questo non sia avvenuto in maniera adeguata.Così in
    fondo per larghi tratti è venuto meno l’aspetto etico…….. Se si
    incrementa unicamente il proprio potere per mezzo della propria
    conoscenza,questo tipo di progresso diventa veramente
    distruttivo……E’ progresso quando posso distruggere?” Papa
    Benedetto XVI

  28. @pungolo. ciao, non tutte le onde elettromagnetiche fanno
    male. Tutto stà in base alla frequenza ed alla potenza emessa.
    esempio il classico baracchino 27 mhz, trasmetti con 2 kw di
    potenza, e puoi solo rompere le scatole al tuo vicino di casa;
    visto che gli entrerai nel televisore, nel telefono di casa, nel
    citofono, nell’impianto hi-fi. In uanto all’essere umano non ci stà
    nessun pericolo. Prendi invece l’antenna telefonica: un bel e
    graziosissimo segnalone a 1800-1900 mhz, e per di più con potenze
    elevate, dopo che sei un oretta esposto a questo graziosissimo ed
    idilliaco raggio, dopodicche se posi la mano su uno specchio, lasci
    l’impronta verde. Lo buttata sullo scherzo per sdrammatizzare un
    pò. Cmq essere sottoposti ad un segnale a questa frequenza, emesso
    con alte potenze, ci brucia dall interno verso l’esterno come
    fossimo una fetta di carne dentro il forno a microonde. Ma da un
    lato la colpa è anche degli ambientalisti. Grazie a loro le
    compagnie telefoniche han grosse restrizioni a montare antenne
    telefoniche. Queste onde son sensibili ad ogetti fisici, pertanto
    se esempio la vodafone potrebbe montare 15 antenne per consentire
    un collegamento punto punto, allora di conseguenza ridurrebbero la
    potenza in trasmissione e si potrebbe convivere con ste antenne. Ma
    siccome gli ambientalisti han fatto sempre il bordello, adesso ogni
    compagnia può istallare un numero ridttissimo di antenne, e di
    conseguenza si trova costretta ad aumentare la potenza agli
    estremi. Risultato? ci colleghiamo con la chiavetta vodafone e
    ragiungiamo velocia elevatissime in connessione e siam felici e
    contenti; e dall’altro lato invece facciam le veci delle braciole
    di maiale che lentamente veniamo cotti a fuoco lentissimo.. Raga io
    ho spiegato in modo scherzoso, ma c’è da aver paura.

  29. @giovanni furnari: sicuramente un bel pensiero….peccato
    solo una cosa.. chi lo ha scritto predica bene e razzola
    malissimo!! Caro Giovanni ti faccio una domanda alla quale se
    vuoi…mi devi rispondere con la tua solita franchezza: Secondo
    te… la chiesa odierna e’ migliore o peggiore di quella che ha
    fondato San Pietro??? Caro Giovanni… io credo che il progresso
    abbia portato alcune cose buone e altre meno buone.. cosi’ come il
    progresso e l’evoluzione della chiesa!! Una cosa e’ certa pero’ e
    con questo non vorrei alimentare inutili polemiche… ma in nome
    del progresso.. la chiesa ha distrutto quanto di buono Gesu’ ci ha
    lasciato!! Quando Gesu’ andava in giro a predicare pace non
    indossava abiti trapuntati d’oro…al polso non aveva rolex e non
    andava in giro in auto ed aerei di lusso!!! Ma in nome del
    progresso si fa questo ed altro! Tanti auguri di buone feste a
    tutti..

  30. @Ciro Anche secondo il papa,il progresso ha i suoi aspetti
    positivi e negativi,ma lui indica uno spartacque a tal proposito
    che io condivido pienamente.Egli sostiene giustamente,che è
    costruttivo quando la conoscenza è messa al servizio della
    collettività per progredire,distruttivo,quando il sapere è
    sfruttato dai singoli per arricchire il loro potere,ecco,da ciò
    deriva la parte negativa del progresso.Per il resto che dire,ammiro
    troppo la figura dell’attuale papa,egli ha ammaliato la mia anima e
    la mia mente con il suo immenso sapere.Neanche io voglio entrare in
    polemica per quello che riguarda l’istituzione chiesa,altrimenti
    dovremmo scrivere intere pagine di blog con relativi rimproveri da
    parte dei ragazzi che lo gestiscono,solo alcune precisazioni,il
    rolex che porta al polso,come ho letto da qualche parte,l’ha
    ricevuto in eredità dalla sorella morta,quindi ha per lui un
    immenso valore affettivo,per quello che riguarda i paramenti sacri
    che indossa, ognuno di questi ha un significato simbolico preciso a
    seconda della liturgia del giorno,ed infine non si può fare il
    paragone con i tempi in cui visse Gesù Cristo.Allora era coinvolta
    una sola regione,e per quanto grande,al Messia per spostarsi
    bastava al limite un puledro,ma oggi che il Cristianesimo arriva ai
    quattro angoli del pianeta,come dovrebbe farli il papa i
    pellegrinaggi in terre lontane,a piedi?So che le nostre idee
    divergono su questo punto,ma ciò mi rallegra per il semplice fatto
    che ritengo il confronto fra idee opposte sempre costruttivo.Auguro
    un Buon Natale e felice anno nuovo a te e famiglia.Approfitto della
    gradita occasione per rivolgere gli auguri a tutti i lettori del
    blog.Ma mi sia consentito un particolare augurio a tutti i
    misilmeresi che vivono in Italia e all’estero per motivi di
    lavoro.So che portate sempre il nostro amato Paese nel vostro
    cuore,e voglio che sappiate che anche voi siete nel
    nostro.Augurissimi

  31. @Tutti Consultate
    http://xoomer.virgilio.it/albpales/Telefonia_mobile/toc-it.htm così
    potete farvi un’idea. Da quello che capisco io con le nuove
    tecniche non dovrebbero esserci pericoli, PERÒ sarebbe opportuno
    che l’amministrazione comunale si fornisse di un rilevatore
    professionale per tutelare i cittadini
    http://www.rlscientific.com/index.html Buona lettura

  32. @giovanni furnari: non condivido una sola parola del tuo
    commento…non condivido un solo aspetto di questa inutile
    chiesa… una cosa e’ certa caro Giovanni.. con i suoi ignobili
    comportamenti questa chiesa “UCCIDE” ogni giorno gli insegnamenti
    di Cristo… le motivazioni del rolex..dell’oro a volonta’ e degli
    sfarzi enormi non reggono caro giovanni..ho smesso da tempo di
    credere alle favolette.. pero’ rispetto le tue idee e auguro a
    tutti buone feste!!

  33. evito di leggere tutti i commenti perchè immagino cosa ci sarà scritto…ma voi sapete cosa fa più male tra un antenna e un cellulare??bene,credo che non lo sappiate…IL CELLULARE!parlo perchè mi sono trovata davanti ad un rilevatore di intensità sotto un’antenna,e poi vicino ad un cellulare….quando questo non era in funzione ma acceso era già più forte l’intensità….ma quando questo squillava l’intensità è salita alle stelle….
    cordiali saluti

  34. @tutti consultate. Non ti fidare da ciò che trovi scritto, come dissi prima una convivenza tra cittadini e antenne può avvenire solo se ogni operatore telefonico abbia minimo 50 antenne ognuno sparse per il paese; in questo caso la potenza sarebbe ridotta ai minimi termini, e chi stà vicino un ripetitore non subbirebbe nessun danno. Ma siccoome metà della colpa è degli ambientalisti, la vodafone la tim la wind che ricevono autorizazioni per montare un solo ripetitore , al massimo 2, ti vanno a spingere potenza agli estremi. Ricordi ai tempi che si vendeva la coccinella che schermava le onde del telefonino? altra cavolata. L’unico modo per schermare un telefonino è non accenderlo. L’unico modo per schermare un antenna telefonica è non farla piazzare, cosicchè non và in trasmissione.
    Auguri a tutti

  35. @giovanni furnari:
    SAI PERCHE’ RADIO MARIA SI PRENDE ANCHE NELLE GALLERIE?????
    PERCHE’ CARO IL MIO GIOVANNI……PERCHE’ LA CHIESA POSSIEDE LE ANTENNE TRASMITTENTI PIU’ POTENTI DEL MONDO…IN ITALIA PER LEGGE SI PUO’ TRASMETTERE AD UNA POTENZA DI MAX 4 WATT PER METRO QUADRO E LA CHIESA IRRADIA A 60 WATT A METRO QUADRO!!!
    QUINDI CARO GIOVANNI…LE ONDE ELETTROMAGNETICHE NON HANNO RELIGIONE E PARTITO POLITICO… FANNO MALE TUTTE E IN PARTICOLARE QUELLE CHE IRRADIA LA CHIESA CON I SUOI POTENTISSIMI STRUMENTI!!
    QUINDI IL PAPA….DOVREBBE INFORMARSI BENE E CON QUESTO CHIUDO PERCHE’ SIAMO A NATALE!!

  36. Ci sta inquinamento atmosferico? Non abbiate timore si alzano con un decreto i limiti consentiti e l’inquinamento non ci sta più.
    Ci stanno le radiazioni che fanno male,non abbiate paura immediatamente con un decretino si alzano i limiti consentiti e di colpo radiazioni nella norma.
    Quindi perchè vi lamentate?
    Basta alzare i limiti consentiti per qualsiasi cosa nociva alla saluta e tutto rientra nella norma e non vi farà più male.
    BUON NATALE A TUTTI

  37. @Ciro Ciro Il progresso deve essere sempre al servizio
    dell’ Uomo e non al servizio del potere e deve sempre andare
    “”Oltre””. Condivido in buona parte la tua analisi sulla chiesa,
    non è perché lo dice Benedetto XVI tutto sia Verità. La verità
    viene da DIO e questa teoria del Furnari mi sembra confusa
    dispersiva e contraddittoria …. progresso, conoscenza, potere,
    religione, Benedetto sedicesimo….andranno pure a braccetto, però
    alla fine ci siamo persi nei meandri dell’oscurità. In merito alla
    questione tecnica gradirei conoscere il parere dell’Ingegnere Fabio
    Aulico, se è nei pressi di questo Blog. Nel contempo, anche se non
    conosco personalmente i frequentatori di questo Blog Auguro di
    cuore, un fantastico Natale e uno scoppiettante Anno Nuovo, colmo
    di serenità, prosperità e pace per il mondo che attende,
    soprattutto per coloro che vivono all’estero e portano la Sicilia e
    “”Musulumeli”” nel cuore.

  38. @ Giuliana

    Mi sa che sei tu che sei completamente fuori strada.
    Se ti metti sotto l’antenna, grazie che non percepisci null, in quanto le onde elettromagnetiche emesse dai ripetitori vengono irradiate secondo l’effetto “Ombrello”, cioè le onde partono dall’antenna e seguono il disegno dell’ombrello, quindi chi sta sotto il ripetitore può stare tranquillo in quanto non colpito dalle onde stesse.
    Quindi prima di sparare a vanvera, informati e poi parla.

  39. @Giuliana

    Sei completamente fuori strada.
    MA COSA DICI?
    Se ti metti sotto l’antenna, è normale che non becchi radioazioni, perchè questi ripetitori trasmettono ad effetto “Ombrello”, e cioè la parte che sta sotto il ripetitore non viene irradiata, mentre la parte più lontana si, seguendo proprio i lineamenti dell’ombrello.
    Quindi prima di sparare cavolate a vanvera, informati e poi parla.

  40. Tranquillo Ciro,informeremo Sua Santità,così come tu
    desideri.Due cose intanto mi lasciano molto contento,poichè sono
    abituato a vedere il lato positivo delle questioni,la prima:sono
    lieto del fatto che ascolti Radio Maria perfino sotto i tunnel.La
    seconda :lo scambio di amorosi sensi tra te e l’Emiro scoppiato in
    coincidenza con una polemica sul cavaliere e le sue vicende
    giudiziarie in questo blog.Come vedete ho più di un motivo per
    essere contento.Comunque,se entrambi lo permettete,e
    chiudo,preferisco i temi ed i concetti espressi da Benedetto
    Sedicesimo,piuttosto che i vostri.Scusate l’ardire,sempre con il
    vostro consenso,se avete qualcosa in contrario,fatemelo sapere così
    cambio idea.Saluti

  41. caro giovanni… sul fatto che preferisci i temi di benedetto sedicesimo non ho dubbi….. io preferisco gli insegnamenti di Gesu’ Cristo che NULLA hanno a che fare con quelli che professa la chiesa!!
    Ce lo vedi Gesu’ Cristo con un rolex al polso??????
    IO NO!!!!

    CIAO CIAO…

  42. @EMIRO:
    comincio a provarci gusto…… L’EMIRO che mi difende sempre!!!!!!!!!
    Ciao e buone feste..

  43. @Ciro costanza.Su questo ti dò ragione solo ci stà un punto che non capisco; circa 5 anni fà ricordate il black hout che colpì l’italiada nord a sud? durò circa 24 ore, io ascoltavo la radio in macchina per vedere di reperire qualche notizia. Tutte le emittenti erano in silenzio tranne radio maria, e radio vaticana. Loro son raccomandate visto che l’italia era in ginocchio e solo loro avevan corrente necessaria per trasmettere i migliaia di kw? cmq Radio Vaticana la sera quando attiva il trasmetitore in hf ti esce con la “”””NORMALISSIMA POTENZA ADEGUATA PER LEGGE DI NIENTE POPODIMENOCHE: CIRCA 900KW OSSIA 900.000 W.” poi grazie li al vaticano non bisogna una radiolina per sentire radiovaticana, basta aprire il rubinetto dell acqua per sentirla. Non scherzo il campo magnetico è cosi forte che fà vibrare i tubi e riproducono le trasmissioni. Ecco le ridicolagini, queste emittenti che son fuorilegge per eccellenza, non vengon toccate. Mentre a misilmeri gli organi preposti han rotto le scatole ai tempi a Mister radio e radio fantasy. Benvenuti non a Misilmeri, ma benvenuti in italia ed alle loro leggi de cavolo.

  44. @ciro

    Ciro, umilmente cerco di difendere la verità, e non la mia verità, da fandonie o intolleranze in genere. In altre occasione sono stato vicino al pensiero rispettabilissimo del Furnari, La Barbera, o dei giovani Aulico, Abracadabra ecc.ecc.ecc. mentre in questa circostanza sono vicino alle tue “”paranoie”” e noto con piacere che sei molto più equilibrato nei commenti. In merito al ripetitore sarebbe interessante sentire il parere autorevole di Fabio Aulico, …potresti fare da portavoce e interpellarlo su altri Canali.(facebook). Metaforicamente vi abbraccio tutti e rinnovo gli auguri

  45. @Ciro
    E’ vero,Gesù Cristo non aveva il rolex al polso,ma visto che tu asserisci di seguire i Suoi insegnamenti,non ricordo di aver letto da nessuna parte che Egli insegnasse ad inneggiare al delirio di un auspicio di guerra civile in Italia con relativa morte di tutti quelli che hanno votato Berlusconi.Non so ho le idee confuse……..può darsi che non abbia capito io il messaggio di Cristo.Ti lascio volentieri l’ultima parola.Ciao ciao ed ancora auguri

  46. @giovanni: non so a chi ti riferisci riguardo al fatto di inneggiare alla guerra civile o alla morte di tutti quelli che hanno votato berlusconi..sicuramente non a me… ma siccome il dialogo e tra noi due non capisco cosa c’entra il tuo commento!
    Caro Giovanni ribadisco che il messagio di Cristo non c’entra un bel niente di niente con il messaggio di un Papa… Gesu’ predicava in assoluta poverta’ e non aveva bisogno di indossare rolex per andare a predicare pace..amore e rispetto per il prossimo!!
    Se la chiesa volesse rispettare gli insegnamenti di Cristo si dovrebbe semplicemente SPOGLIARE di tutti i suoi beni e ricchezze per donarli ai poveri!
    San Francesco insegna….la chiesa disubbidisce!!
    ciao Giovanni e che questo Santo Natale ti possa essere d’aiuto per chiarirti le idee….ahahahahahah
    auguri amico mio!!

  47. Raga mi accorgo che siam andati fuori campo, questo è un
    argomento serio visto che lentamente ci atanno friggendo. Pian
    piano ste antenne ci stanno uccidendo poco per poco e ci mettiam a
    parlare di Dio, di Gesù delle ricchezze della chiesa ecc ecc ecc.
    Non si è capito che siamo soli, in sto caso delle antenne Gesu
    Giusepe e Maria e tutti i santi in compagnia si fanno gli affari
    propi. Questo è un problema che dobiam risolvere noi.

  48. intanto suppongo che se radio maria si sente anche nei
    tunnel e durante i black out possiamo tranquillamente affermare
    qui, dati gli argomenti trattati, che trattasi di MIRACOLO! poi, se
    permettete inviterei il santo padre a consultare, prima di
    esprimere le sue mediocri opinioni, il signor ciro costanza e il
    signor emiro che, certamente, sapranno illuminarlo ed istruirlo.
    inoltre, credo che ciro costanza non abbia capito il senso del
    messaggio del papa, altrimenti avrebbe evitato una sterile, quanto
    stucchevole, polemica. io (che me lo sono fatta spiegare) ho capito
    che se il progresso è al servizio dell’uomo è un bene, mentre se
    l’uomo diventa schiavo del progresso è un male. io non credo che
    nessuno, tra quelli che hanno sale in zucca, possano affermare il
    contrario. @ ciro costanza sei un intollerante! molto spesso non
    contesti il merito dei commenti, ma la persona che li scrive. tu
    non sopporti la chiesa? e chi se ne frega. però ricordati che la
    chiesa non è solo il papa, è anche l’insieme dei missionari che,
    sparsi per il mondo, portano conforto agli ultimi della terra, è
    l’insieme dei preti che combattono tutti i giorni per la legalità e
    qualche volta ci rimettono le penne, è l’insieme dei volontari che
    sfidano leggi e ittature per diffondere la parola di Dio, è
    l’insieme dei fedeli che in alcune zone del mondo vengono trucidati
    e martoriati solo perchè cattolici. ERGO quando parli della chiesa
    cerca di portare rispetto per chi, al suo interno, opera tutti i
    giorni nel silenzio per migliorare questo schifo di mondo. e ora
    non parlarmi dei preti pedofili, perchè è vero che sono il cancro
    di questa chiesa, ma è altrettanto vero che questo papa sta facendo
    ciò che nessun altro ha fatto prima. i rolex?, le auto di lusso? le
    ricchezze? sono cose se vuoi deprecabili, ma questo non toglie che
    si deve rispetto per una struttura (la chiesa appunto) che, fatte
    salve le mele marce, tutti i giorni si adopera fattivamente per
    lenire le pene degli ultimi fra gli ultimi. @ giovanni furnari non
    stupirti dell’amore scoppiato tra ciro ed emiro.
    l’antiberlusconismo è capace di mettere d’accordo il diavolo e
    l’acquasanta! @ tutti le antenne su misilmeri mi sembrano già fin
    troppe, e non si è capito bene ancora fino a che punto fanno male.
    di certo c’è che bene non fanno. quindi prima di installarne a
    profusione sarebbe il caso che qualcuno veramente competente ci
    dicesse come stanno le cose. con tanto di certificazione ed
    assunzione di responsabilità. abbiamo diversi comitti cittadini che
    potrebbero chiedere una consulenza qualificata e farci sapere. in
    caso di danni, andiamo di persona e le buttiamo giù se il sindaco
    continua ad autorizzarle. colgo l’occasione per augurare un sereno
    natale a tutti.

  49. Purttroppo la valutazione degli effetti e della pericolosità dei campi elettromagnetici è molto complessa.E’ complessa per la differente esposizione a cui è sottoposto ogni singolo individuo. A parte questo, credo che la valutazione richieda un confronto tra diverse competenze: epidemiologiche, fisiche, biologiche, mediche e soprattutto tecnologiche. L’OMS per i campi di bassa frequenza ha emanato delle linee guida a protezione sia della popolazione che dei lavoratori.Sempre L’OMS a seguito di un rapporto dal NIHHS degli Stati Uniti (2001) ha concluso che i campi ELF debbano essere considerati come un “possibile cancerogeno per l’uomo”. Questo significa che non si può escludere che l’esposizione ai campi ELF causi ilcancro, ma che sono necessarie ulteriori ricerche, per ottenere la verifica sperimentale. Sappiamo di sicuro, da studi epidemiologici accreditati, che risiedere in prossimità di elettrodotti aumenta il rischio delle leucemie infantili.Tale patologia è stata riscontrata, anche, in alcuni ambienti di lavoro. Per quanto concerne i campi elettromagnetici a radiofrequenze e microonde, è accertato che l’esposizione può causare riscaldamento o indurre correnti elettriche nei tessuti corporei, ma non vi è alcuna evidenza sperimentale che abbrevi la durata della vita umana, né che induca o favorisca il cancro. Breve precisazione. Le emissioni vengono classificate in:
    basse frequenze (ELF), comprese tra 30 Hz e 300 Hz. Le fonti artificiali più rappresentative sono gli elettrodotti a bassa, media e alta tensione e tutti i dispositivi alimentati con corrente elettrica;
    radiofrequenzee microonde, con frequenze comprese tra i 300 Hz e 300 Ghz. Gli apparati che generano tali radiofrequenze sono i Ripetitori radio TV, e quelli per telefonia cellulare e alcune apparecchiature per applicazioni biomediche. Dopo questa breve analisi è d’obbligo evidenziare che il principio di precauzione è una politica di gestione del rischio da applicare, in attesa dei risultati della ricerca scientifica, in circostanze caratterizzate da un alto grado di incertezza scientifica e da rischio potenzialmente serio. Prof. Francesco Messina (Piano Stoppa)

  50. @abracadabra. Per prima cosa un buon natale per tè e famiglia. Allora non ci8 stà bisogno di interventi tecnici per capire che non sono le antenne istallate che fanno male. Se io voglio posso istallare sul mio tetto un’antenna anche lunga 50 metri e che mi trasmette su una frequenza bassissima come ho spiegato in un commento precedente, e sta antenna non può far male assolutamente. Quello che frega e che fà male è: “il segnale emesso ad una frequenza x, con potenza x; mi spiego? Esempio un segnale a 27 mhz, oppure a 50 mhz anche se trasmesso con potenze elevatissime non procura nessun danno all’essere umano, a meno che non si tocchi l’antenna in trasmissione in caso ti ustioni. Già un segnale in vhf esempio segnale radioamatoriale 144 mhz emesso con potenza molto elevata, puo iniziare a far male ad un organismo umano soggetto direttamente a questo campo magnetico. Allora penza un segnalone a 1900 mhz e per di più trasmesso con potenze elevatissime. Gia in queste frequenze ci troviam in piene microonde. Il forno a microonde non’è altro che un vero e propio trasmettitore su frequenze intorno a 2400 mhz che ti trasmette da minimo 600 watt in sù; e questo segnale ti cuoce una fetta di carne. Pensa allora un antenna telefonica che ti trasmette a 1900 mhz che ti emana 2 kw. Sai cosa vuol dire? Poi si pagano le mazzette e le antenne diventan legali. E come le auto citroen, son auto con carrozzeria fracca, basta che le tocchi si ammaccano. Poi durante i crash test la citroen paga ed ottiene un alto voto di sicurezza. Basta pagare e l’illegale diventa legale.

  51. @Abracadraba
    Abra mi si stringe il cuore nel leggere la tua considerazione su di me e ciro contro il berlusconismo. Non voglio essere lo spartiacqua di nessuno e cerco, nel limite del possibile di andare e guardare sempre “” oltre “”. Ho avuto considerazione di certi tuoi post, perché mi hanno toccato nel profondo, ma non posso condividere ciò che non è “Verità”, quindi per favore non meravigliarti.
    Sulla chiesa il discorso è lungo, e non mi sento degno per rispetto di Cristo di giudicare.Dico solamente che è fatta anche da preti e te né segnalo Uno solamente: Don Andrea Gallo che seguo sul sito – http://www.sanbenedetto.org o su facebook. Se non ti viene difficile e puoi dedicargli 27 minuti per la sua omelia di natale forse capirai e susciterà in te la curiosità di conoscere chi ti stà dall’altra parte. E’ un prete che ha la visione chiara sul potere della chiesa, sia temporale, sia spirituale e terrena. Consapevole che i post non debbono essere fiume di parole, non aggiungo altro.Auguroni

  52. @abracadabra: mamma mia che sei pesante!!!!!!! Cosa c’entra
    berlusconi? Hai proprio un’ossessione!!! cosa c’entrano i
    missionari? Se tu avessi l’accortezza di leggere bene i miei
    commenti ti accorgeresti che li ho sempre considerati il vero e
    unico esempio che dovrebbe dare la chiesa!! Se c’e’ qualcuno che
    dovrebbe avere rispetto per i missionari e’ proprio il
    papa…perche’ mentre loro sono nei paesi del terzo mondo a
    soffrire con i deboli LUI e’ imbacuccato nella sua bambagia..con il
    suo rolex..con un milione di servitori che accontentano ogni suo
    desiderio e con la tavola sempre bene imbandita di cose buone!!! Tu
    dici che io non contesto il merito dei commenti ma la persona che
    li scrive!!! Altra cazzata…. con Giovanni Furnari siamo legati da
    un’amicizia ventennale..ci siamo trovati d’accordo su moltissime
    cose e per me e’ una gran persona perbene…sono certo che aldila’
    di tutto Giovanni sapra’ confermare quanto detto da me… Sulla
    pericolosita’ delle antenne ti ha risposto egregiamente
    antonino..se poi vuoi carte firmate da un premio nobel che fanno
    male vedremo di fare una ricerca!!! Quindi caro/a
    abracadabra..prendi un camion di camomilla… dormici su e chiudo
    augurandoti buon natale a te e alla tua famiglia…

  53. @l’emiro: chi e’ il diavolo e l’acquasanta tra noi due??
    Facciamo un sorteggio cosi’ abracadabra potra’ dormire
    tranquilla..

  54. @Ciro Certo che sono ben lieto di confermare la nostra più
    che ventennale amicizia,durante la quale abbiamo condiviso molte
    idee e ci siamo scontrati su altre,proprio come fanno i veri
    amici,ci mancherebbe altro.Anch’io ti do atto che sei una gran
    persona per bene,come sono altrettanto convinto che lo sia
    abracadabra.Lei,secondo me,fa la seguente considerazione:se il
    Furnari si esprime sull’incontestabile preparazione di questo
    papa,che c’entrano tutti gli attacchi,tipo,rolex,macchine di lusso
    ed altro?Se vuoi contestare fallo sull’argomento,e cioè,per
    esempio,no per me questo papa non è così preparato perchè ha detto
    ….ecc….ecc….oppure non condivido il suo pensiero su questo o
    quell’altro argomento.Ma in effetti,mentre io porto qui alcuni suoi
    pensieri,risulta strumentale attaccare la chiesa come richiede la
    nuova moda o la corrente di pensiero degli ultimi tempi.Abracadabra
    correggimi se sbaglio.Per quello che mi riguarda,non cambio affatto
    idea su Benedetto XVI e la sua sublime preparazione.Io ho letto
    molto di quello che lui ha scritto,posso assicurarti che dalle sue
    parole sgorga l’esistenza di Dio,almeno per me.Oltre ad avere letto
    molti dei suoi scritti,per cui la mia convinzione circa il fatto
    che secondo me Ratzinger sia uno dei più grandi papi che la chiesa
    abbia mai avuto se non il pìù grande,e quanto da me asserito
    scaturice innanzitutto da una conoscenza diretta del suo pensiero
    illuminato ed illuminante,vengo supportato dal parere dei più
    grandi intellettuali del mondo,anche nemici della chiesa,molti dei
    quali lo hanno definito a ragione,il più grande teologo-filosofo
    vivente.Puoi non condividere tale giudizio,certamente,ma non
    contestando i rolex o le macchine,bensì le sue idee.La sua
    dottrina.Questo secondo me il pensiero di abra ed anche il mio.
    Abracadabra,da una tua frase credo di averti riconosciuta, appena
    ti incontro chiederò conferma.Saluti

  55. @giovanni furnari:
    eppure ero convinto di essere stato abbastanza chiaro…. tu mi dici di dire su cosa contesti il papa e io te lo dico spero in maniera piu’ chiara:
    intanto cio’ che si scrive bisogna metterlo in pratica…so benissimo che e’ un papa preparatissimo..intelligentissimo..coltissimo ecc. ecc. ma e’ un papa.. non e’ un professore.. e un papa rappresenta San Pietro sulla terra… quindi lo scrivo a caratteri piu’ grandi cosi’ potrai leggere meglio( e’ una battuta)… UN RAPPRESENTANTE DI CRISTO DOVREBBE DARE L’ESEMPIO AI FEDELI E QUINDI DOVREBBE DONARE TUTTO CIO’ CHE HA AI POVERI.
    UN RAPPRESENTANTE DI CRISTO NON DOVREBBE PORTARE UN ROLEX… PERCHE’ UN ROLEX E’ UN OROLOGIO CHE GENERA UNA FORMA DI STATUS SIMBOL TRA I RICCHI…E TU LO SAI BENISSIMO.
    ORA PARLIAMOCI CHIARO… QUESTE SONO OPINIONI PERSONALI E NON DICO CHE IL PAPA DOVREBBE VENDERE TUTTI I BENI DELLA CHIESA..PERCHE’ ESSI GENERANO UTILI DA DESTINARE AI MISSIONARI(ALMENO MI AUGURO)..MA ALMENO LUI..IL PAPA DOVREBBE ANDARE VESTITO NON DICO COME SAN FRANCESCO.. MA NEANCHE COME IL RE DEI CAPITALISTI!!!
    @abracadabra: mi dispiace che prendi ogni mio commento come un fatto personale…quindi ti esorto ad un po’ piu’ sobrieta’ e rispetto per le idee altrui… anche per gli anticlericali convinti come me!
    Cara abracadabra…io leggo sempre volentieri i tuoi commenti perche’ li considero molto al di sopra della media… ho rispetto sacrosanto delle tue idee ma vorrei che tu facessi altrettanto con le mie e se qualche volta mi sono espresso male e tu lo hai considerato un’offesa ti porgo le mie scuse.
    PERO’… io chiarisco una volta per tutte le mie idee a riguardo:
    Ho moltissimi dubbi persino sull’esistenza di Dio(anche madre Teresa di Calcutta ne aveva) figuriamoci cosa penso della chiesa…
    Riguardo la politica sono un convinto sostenitore di Beppe Grillo e il politico che preferisco ultimamente e’ Nichi Vendola.
    Di Berlusconi (premesso che l’ho votato nel 1994 e chi mi conosce lo sa bene) penso che sia una persona poco affidabile(e’ natale e sono buono).
    Quindi cara abra.. rilassati e prendi una bella camomilla(e’ una battuta)!!!!

  56. @ giovanni furnari si, mi conosci. avrai conferma appena ci
    vedremo. ti ringrazio per la decodificazione del mio pensiero ma
    non è servita a granchè. :-) @ ciro costanza non mi conviene
    prendere la camomilla…mi innervosisce :-D invece ti dico che la
    mia contestazione nasce proprio nel merito dei tuoi commenti. e non
    è un attacco personale. tu dici: il papa deve mettere in pratica.
    ma questo è un altro discorso. qui è stato espresso un pensiero,
    che è incontrovertibile. e non l’hai contestato nel merito, perchè
    non potevi. quindi hai contestato l’autore del pensiero stesso. non
    c’è nulla di male ad essere anticlericali, ma questo è altro
    discorso rispetto al pensiero di cui sopra. non è che se il papa
    dice che piove non è credibile perchè tu sei anticlericale o perchè
    lo dice il papa. in buona misura anch’io lo sono. ma ho rispetto
    per le persone di cui sopra, e per la chiesa stessa che è un grande
    contenitore che, con tutti i suoi difetti, merita rispetto. detto
    questo, ti ringrazio per gli apprezzamenti, il mio riferimento
    all’antiberlusconismo era in risposta ad una affermazione in un
    post precedente di giovanni. facciamo così, io la camomilla la
    prendo dopo aver letto i tuoi commenti, e tu la prendi prima di
    leggere i miei :-) ciao.

  57. @ Ciro Ciro vedo che sei un incompreso, puoi discutere da
    qui all’eternità. La presunzione porta a una pretesa esagerata del
    proprio ” io ” e chi non vuol bere pur avendo sete puoi starne
    certo che non beverà, vuole solamente accreditarsi
    screditandosi…….. su chi sia il diavolo o l’acquasanta
    lasciamolo decidere agli uomini di sapienza. @ Prof. Messina Grazie
    per le sue delucidazioni, finalmente qualcuno che scrive con
    competenza

  58. @ Costanza Ciro
    Cosa fai litighi con abracadabra, avete stretto amicia, siete amici su altri “lidi” e adesso fate finta di non conoscervi ??? Riunitevi fate entrare anche giovanni nel vostro club di tanti amici , cosi la fate finita.

  59. Descrizione:
    PRESTIAMO ATTENZIONE ALL’ELETTROSMOG!

    Il progredire della tecnologia delle telecomunicazioni, oltre a facilitare ed accelerare le modalità e le possibilità di comunicazione fra gli utenti, comporta anche pericolosi effetti negativi, potenzialmente devastanti, sulla salute umana e sull’ambiente.
    Uno dei principali rischi sanitari sociali dei nostri tempi è rappresentato dall’inquinamento elettromagnetico di origine tecnologica (elettrosmog), come quello prodotto dalle Stazioni Radio Base (SRB) di telefonia mobile, particolarmente subdolo ed insidioso perché non rilevabile dai sensi, e che spesso, purtroppo, favorisce un comportamento alquanto disinvolto relativamente alla protezione personale.
    Occorre quindi considerare, con estrema attenzione, che le radiazioni di radiofrequenza (RF) hanno la capacità di riscaldare i tessuti corporei, che i campi magnetici di bassa frequenza inducono la formazione di correnti elettriche circolanti all’interno del corpo, e che entrambi questi fenomeni sono considerati, ad esposizioni eccessive, dannosi per la salute.
    I campi elettromagnetici sono considerati indispensabili per diverse applicazioni tecnologiche, per cui l’unica strada percorribile è quella di sviluppare forme di protezione più ampie, minimizzando cioè i rischi dovuti all’esposizione.
    L’opinione pubblica, giustamente, vede con scetticismo i tentativi di rassicurazione avanzati dall’industria della telefonia e dai governi, anche in rapporto alla modalità, tutta da verificare sul piano etico, con cui questi soggetti collaborano.
    Recenti esperienze poi aumentano lo scetticismo dell’opinione pubblica, come quando ad iniziali rassicurazioni in merito all’assenza di rischi per la salute, seguono rivelazioni ufficiali di tentativi di insabbiamento dei risultati contrari ottenuti.
    Potrebbe corrispondere al vero l’assunto che, nella fretta di voler rendere disponibili nuove tecnologie, specie di telefonia cellulare, si trascurino o si evitino di effettuare le necessarie ricerche in merito alla loro sicurezza o, peggio ancora, che i dati già disponibili dicano esplicitamente che quella data tecnologia è potenzialmente non innocua e nonostante ciò continui ad essere ignorata dall’industria e dalle autorità governative.
    L’aspetto più preoccupante dei ripetitori di telefonia mobile, è che coloro che sono esposti costantemente alle emissioni delle stazioni base, sono coloro che abitano in prossimità delle antenne, e che diventano i soggetti involontari di una sperimentazione di massa, e che consentiranno di rilevare, loro malgrado, in che misura l’esposizione cronica a questi campi sia nociva. Studi scientifici, già dimostrano che le categorie più a rischio sono i bambini (vulnerabili anche perché soggetti alle decisioni degli adulti) per i quali il problema è naturalmente maggiormente significativo.
    L’esposizione ai campi elettromagnetici richiede una precisa presa di posizione e di coscienza da parte di tutti: industria delle telecomunicazioni, amministrazioni comunali, provinciali e regionali, governi nazionali, singoli cittadini, mondo dell’associazionismo, dell’Università e della ricerca, Enti e Agenzie pubbliche e private di controllo, monitoraggio ed analisi. Tutti questi soggetti sono chiamati a fare la loro parte, in totale onestà, nel pieno rispetto dell’articolo 9 e 32 della Costituzione Italiana.
    Il progredire della tecnologia e del progresso sarà pure irreversibile, ma non deve aversi a scapito delle persone e di tutti gli esseri viventi in generale.

  60. MANIFESTAZIONE-CORTEO
    CONTRO LA COSTRUZIONE DI RIPETITORI TELEFONICI NEL CENTRO ABITATO.
    TOGLIAMO I RIPETITORI DAL CENTRO ABITATO.

  61. L’esposizione ai campi elettromagnetici ad alta frequenza ha effetti negativi sulla salute: l’aumento dei casi di tumore, disturbi cardiaci, riproduttivi, e neurologici.
    NOI NON SIAMO CONTRO IL PROGRESSO: CHIEDIAMO CHE I RIPETITORI SIANO TRASFERITI FUORI DAL CENTRO ABITATO!!
    MANIFESTIAMO PER FERMARE LA COSTRUZIONE DEI RIPETITORI!

  62. A TUTTI VOI MISILMERESI, ALLE PERSONE CHE SONO SENSIBILI VERSO UNA TEMATICA COSI’ IMPORTANTE, A COLORO CHE TENGONO ALLA PROPRIA SALUTE DICIAMO”ORGANIZZIAMO UNA MANIFESTAZIONE”!
    SE CI FERMEREMO CONTINUERANNO A DETURPARE IL PAESAGGIO DI MISILMERI ED A ROVINARE LA SALUTE DEI SUOI ABITANTI.
    MUOVIAMOCI

  63. CI SONO DEI COMUNI CHE HANNO APPROVATO, IN CONSIGLIO COMUNALE, IL REGOLAMENTO PER L’INSTALLAZIONE DEI RIPETITORI DEI TELEFONINI.
    I SINDACI CON LE PA..E APPROVANO I REGOLAMENTI E FANNO SPOSTARE I RIPETITORI FUORI PAESE.
    DANNO DELLE REGOLE E DEVONO ESSERE RISPETTATE.
    IN QUESTO PAESE COSA SI FA’
    TUTTO E’ CONCESSO A DISCAPITO DELLA SALUTE DEI CITTADINI

  64. FUORI I RIPETITORI DAL CENTRO ABITATO
    ALMENO FACCIAMOLO PER I NOSTRI FIGLI
    SIG SINDACO SI DIA UNA MOSSA, FACCIA L’ORDINANZA PER LO SGOMBERO DEI RIPETITORI DAL CENTRO ABITATO DI MISILMERI

  65. GUARDATE COME SI SONO COMPORTATI IN UN PAESINO
    DELL’ABRUZZO. SAN SALVO. Ancora un no secco all’installazione di
    ripetitori per cellulari nel centro abitato. La protesta in questi
    giorni si sta infiammando a San Salvo dove è in corso una grande
    mobilitazione civica. Sono nati anche due comitati civici
    spontanei: uno in via Roma ed uno alla ‘167′ ma entrambi chiedono
    la medesima cosa: il blocco delle installazioni per salvaguardare
    la salute dei cittadini e lo fanno a suon di petizioni. La lotta
    più dura sarà quella di tentare di far spostare una antenna già
    installata in pieno centro a pochi metri dalle scuole e da un parco
    che vede un’alta affluenza di bambini. Questa è diventata la
    battaglia principale del comitato di via Roma che vuole vedere
    rimuove quel grosso ripetitore sito sul tetto di un palazzo accanto
    la Cassa di Risparmio, una zona centralissima e molto trafficata.
    «Questo ripetitore», spiegano i responsabili del comitato «oltre a
    preoccupare i residenti per i rischi di salute che tutti conoscono,
    impedisce addirittura la normale ricezione dei canali TV
    interferendo con le frequenze». Una piccola battaglia negli ultimi
    giorni l’hanno già vinta perché grazie anche all’appoggio
    dell’amministrazione comunale, si è bloccata l’installazione di un
    ripetitore in via Tosti, ma in programma ce n’è un altro in via
    Nuova Circonvallazione e rimane il problema di quello già
    installato in via Roma. In tutto il territorio comunale sarebbero
    ben 7 le installazioni bloccate. «Vale la pena», si domandano
    ancora i comitati spontanei, «rischiare la salute a fronte di 3
    mila euro di canone di locazione che il gestore paga?» MEDITATE
    GENTE MEDITATE SIAMO UNA MASSA DI BLA BLA BLA MUOVIAMOCI
    SERIAMENTE

  66. @ciro costanza

    La Chiesa è la Chiesa lasciala stare.

    Ti devi lamentare dei politici della Città del Vaticano che fanno le peggiori cose del mondo nascondendosi dietro il PAPA che so occupa delle nostre anime mentre i deliquenti che lo attorniano pensano come i peggiori politici del mondo ai denari. Avete dimenticato Marcincus, ed ora l’ultimo scandalo per riciclaggio. Questo È quello che sappiamo poco pochissimo.
    Per quanto riguarda le emissioni della radio vaticana è lo stato italiano che non dovrebbe permettere tali emissioni MA…… chi si mette contro quei manigoldi???
    Loro predicano bene ma razzolano male

  67. GUARDATE COSA E’ SUCCESSO NEL COMUNE DI DOLO

    Sicuramente, a nessuno dei numerosi passanti e pendolari che giornalmente transitano per le principali vie di Dolo, è sfuggito l’orrendo esagerato ripetitore UMTS eretto verso fine 2009 in Via del Vaso, in prossimità dell’azienda Vescovi.

    Tra l’altro, nella corsa al risparmio, l’orribile pilone è stato pitturato soltanto a metà, aggiungendo brutture a squallore.

    Oltre a deturpare visibilmente il paesaggio, il ripetitore è stato installato troppo vicino al ciglio della strada impedendo, così, il passaggio dell’eventuale futura pista ciclabile e non sono state installate le centraline per rilevare l’intensità delle onde elettromagnetiche emesse.

    Circa l’effettiva utilità di una simile installazione per la popolazione di Dolo è tutto da vedere, ma, si sa, viviamo in tempi moderni e la UMTS è quella nuova tecnologia che vi permette di vedere il web nei telefonini o di collegarvi wireless dal computer di casa, evitando che i tecnici delle compagnie di telecomunicazione vengano, come una volta, a trapanarvi i muri di casa per installarvi una linea telefonica fissa.

    Tant’è, il progresso è progresso e gli affari sono affari e tutti i comuni, impoveriti dei mancati proventi dell’ICI abolita sulla prima casa, guardano con interesse a questa nuova occasione di introiti.

    Le compagnie di telecomunicazioni pagano infatti fior di quattrini ai comuni che autorizzano le installazioni di antenne sul loro territorio, preferibilmente in un quartiere popoloso per coprire meglio le utenze.

    L’antefatto è che, anni or sono, il comune aveva già autorizzato l’installazione di un’altra antenna per i telefonini, ma di minore potenza, presso i vicini giardini pubblici in Via del Vaso.

    L’eccessiva vicinanza del trasmettitore alla zona abitativa, causava però nelle case ogni tipo di interferenza elettromagnetica: televisori in stand-by si accendevano da soli in piena notte, i forni a microonde bruciavano gli arrosti, squillavano continuamente le suonerie dei telefoni senza alcun interlocutore.

    Questi disagi portarono ad una protesta del vicinato che con un ricorso ottenne dal comune di Dolo che l’antenna fosse smantellata, costretto così a rinunciare anche al cospicuo appannaggio offerto dalle compagnie di telecomunicazione.

    Per un bizzarro sistema di confini inter-comunali ereditato dai tempi del medioevo, di fatto, la strada che dal semaforo in Via del Vaso dirige verso Paluello, rientra dopo appena pochi metri nella giurisdizione amministrativa del comune di Stra che, subito, si dichiarò ben felice di ospitare nel proprio territorio agricolo una nuova antenna.

    Appannaggio e benefici economici sarebbero rientrati a favore del comune di Stra, mentre i disagi si sarebbero comunque riversati sulla popolazione di Dolo, visto che il nuovo pilone sarebbe stato costruito in prossimità dell’argine del naviglio Brenta, proprio nella riva opposta di fronte al Foro Boario e all’entrata dell’ospedale, oltre il quale continua la giurisdizione del popoloso comune di Dolo.

    Posto di fronte a questa alternativa, fu così che il comune di Dolo acconsentì, infine, ad erigere questa nuova e più grande antenna in Via del Vaso.

    Ovviamente, tutto questo avviene nel rispetto della legalità delle norme vigenti.

    Tuttavia, gli studi degli effetti della trasmissione delle onde elettromagnetiche sulla salute umana sono demandati dallo Stato solo ad alcuni enti di ricerca legalmente riconosciuti, mentre vengono ignorati i rilievi degli altri scienziati che lavorano presso strutture non riconosciute e che talvolta giungono a conclusioni diverse.

    E’ dunque davvero irrilevante per la salute pubblica la presenza di simili ripetitori eretti in prossimità di centri densamente abitati ?

    Vi è spesso disinformazione ambientale su questo argomento ed è giusto che la popolazione sia consapevole.

    Gli studi hanno dimostrato che esposizioni ad elevate intensità di campo elettromagnetico possono generare nell’uomo un effetto termico, cioè il riscaldamento del corpo, o di sue parti esposte alle radiazioni, che segue all’assorbimento dell’energia elettromagnetica.

    Gli effetti riscontrati sono molteplici e confermano il pericolo per la salute.

    Un esempio sono le esposizioni a cui sono soggetti gli utenti dei telefoni cellulari che irradiano campi di valore molto elevato durante la conversazione.

    Gli effetti biologici sono legati anche alle lunghe esposizioni a campi di bassissima intensità.

    Le esposizioni prolungate, che in Italia sono convenzionalmente determinate in almeno 4 ore, favoriscono un effetto non termico.

    Questo effetto è dovuto probabilmente all’interazione tra i messaggi elettrochimici dell’organismo e le onde elettromagnetiche.

    Anche a bassissima intensità i campi elettromagnetici si comporterebbero come delle piccole sollecitazioni che, se ripetute nel tempo, provocano dei danni biologici.

    Antenne, ripetitori, radar

    Nel 1996 è stato pubblicato il più grande studio epidemiologico, condotto dal dott. Stanislaw Szmigielski, finanziato dalla Comunità Europea, uno studio polacco sugli effetti delle radiofrequenze, i risultati sono chiari: aumenta il rischio per tutte le patologie indagate.

    Nell’ottobre 1998 gli scienziati riuniti a Vienna per un congresso scientifico sugli effetti delle campi elettromagnetici a radiofrequenza concordano che gli effetti biologici delle esposizioni a bassa intensità sono scientificamente dimostrati.

    Aggiungono che si possono ancora trarre conclusioni attendibili sui livelli di esposizione innocui e sottolineano che è importante informare la popolazione sui siti, sui dati tecnici e sulle esposizioni, ed anche sullo stato della ricerca scientifica.

    Sui telefoni cellulari, gli scienziati dicono che dovrebbe essere fornita una sufficiente informazione sugli studi sanitari onde promuovere un più corretto uso del telefonino.

    Nel giugno 2000 al congresso scientifico di Roccaraso, gli scienziati confermano le posizioni di Vienna e riconoscono che esiste una evidenza che l’esposizione ai campi elettromagnetici ad alta frequenza anche di bassa intensità (quelli delle antenne per la telefonia cellulare) può avere effetti negativi sulla salute: l’aumento dei casi di tumore, per esempio, l’aumento dei casi di disturbi cardiaci, riproduttivi, e neurologici.

    Questi effetti sono confermati dalle ricerche svolte negli ultimi 40 anni sulle cellule, sugli animali e sulle persone.

    Gli scienziati chiedono con urgenza che nella pianificazione della rete delle antenne per la telefonia mobile si raggiunga un valore di esposizione di 0,2 volt/metro ed non si superi i 0,6 volt/metro.

    I consumatori devono essere informati sui livelli di esposizione quando usano un cellulare, anche con l’auricolare.

    Sempre nel giugno 2000, ma al congresso scientifico internazionale di Salisburgo, gli scienziati dicono che la costruzione di una antenna deve essere soggetta ad una procedura di autorizzazione con il coinvolgimento attivo della popolazione interessata e la valutazione delle fonti di inquinamento già esistenti.

    La stima sugli effetti biologici delle esposizioni a livelli bassi è difficile.

    Le raccomandazioni sui limiti precisi di esposizione sono solo indicative.

    Per la tutela della salute si raccomanda un valore limite provvisorio di esposizione di 0,6 volt/metro per la somma a campi modulati in alta frequenza e pulsanti a bassa frequenza come le antenne per la telefonia cellulare.

    La rassegna di studi più completa è stata raccolta dal dott. Neil Cherry che nelle conclusioni consiglia di non superare 0,2 volt/metro.

    Nel aprile 2001 l’Agenzia Regionale di Sanità della Toscana ha studiato una gran parte dei lavori scientifici sui campi elettromagnetici ed ha concluso che il principio di cautela comporta che il livello di esposizione sia il più basso possibile compatibilmente con la tecnologia del settore.

    Nel settembre 2002 gli scienziati riuniti a Catania confermano l’esistenza di effetti provocati dai campi elettromagnetici alcuni dei quali nocivi per la salute e consigliano di tutela la salute pubblica dai campi elettromagnetici.

    Linee e cabine elettriche

    Le indagini condotte su individui residenti vicino ad elettrodotti hanno accertato un aumento del rischio di ammalarsi.

    Sono state indagate molte patologie.

    La leucemia infantile, molto rara, è stata utilizzata per dimostrare definitivamente gli effetti biologici dei campi magnetici prodotti da elettrodotti e simili.

    Gli studi affermano che l’esposizione è associata a incrementi dell’insorgenza di leucemie tra la popolazione infantile.

    I rapporti del 1995 e del 1998 dell’Istituto Superiore della Sanità confermano che un esame degli studi scientifici depone a favore di un’associazione fra un’esposizione prolungata e la leucemia infantile.

    L’ultimo studio internazionale, pubblicato nel settembre 2000, finanziato dalla Comunità Europea afferma che il rischio di leucemia infantile raddoppia in prossimità di elettrodotti quando il campo ha valori uguali o maggiori a 0,4 microTesla.

    Sempre nel 2000 uno studio italiano del Registro Tumori di Varese ha stimato un rischio relativo di 4,5 in corrispondenza di livelli di esposizione superiore a 0,1 microTesla (µT).

    La nuova legge quadro n. 36/2001 applica il principio di precauzione di cui all’art.174 del trattato istitutivo dell’Unione Europea e sancisce il rispetto dell’art.32 della Costituzione (tutela della salute).

    I decreti attuativi (D.P.C.M. del 8 luglio 2003) hanno definito i nuovi limiti di esposizione per la popolazione.

    I valori indicati per gli elettrodotti:

    10 µT (microTesla) – limite per un’esposizione di 24 ore· 3 µT – limite per i nuovi elettrodotti.

    La legge attuale è già superata.

    I limiti indicati nella normativa, per campi generati da elettrodotti, sono rispettivamente 50 e 15 volte superiori ai limiti indicati dalle ricerche scientifiche: 0,2 microTesla.

    I valori indicati per le antenne:

    6 volt/metro – limite nelle aree intensamente frequentate.

    A ottobre 2003 la Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale il Decreto Gasparri che ha tentato di “liberalizzare” l’installazione delle antenne.

    La Corte ha anche riconosciuto la localizzazione degli impianti alle Regioni.

    Il Ministro ha però fatto approvare il “Codice delle comunicazioni”, che riprende molte norme del decreto bocciato, al fine di agevolare ancora l’installazione delle antenne.

    Il Codice stabilisce che per installare antenne sotto i 20 watt i gestori non hanno bisogno di autorizzazioni, è sufficiente la denuncia di inizio attività.

    Questa norma sembra essere in contrasto con quanto scritto nella Costituzione ed in particolare con la recente riforma del titolo V della Costituzione che gli italiani hanno confermato con un referendum.

    I poteri di pianificazione urbanistica delle Regioni e dei Comuni vengono ancora una volta scavalcati.

    Con l’avvento dell’UMTS ed il moltiplicarsi delle antenne è la pressione sui comuni, che però possono stabilire delle regole urbanistiche.

    La Corte Costituzionale ha infatti riconosciuto la competenza sulla collocazione delle antenne alle Regioni ed ai Comuni, mentre la competenza sui limiti di esposizione è stata riconosciuta allo Stato.

    Il campo elettromagnetico si può ridurre spostandole lontano dai luoghi del vivere e riducendone la potenza.

    Il campo di un’antenna alta 30 metri circa e di potenza 50 W tipo si riduce a 0,5 volt/metro a circa 500 metri dall’antenna.

  68. @ pinturicchio miiiiiiiiii sei un genio! hai capito tutto.
    @ ciro costanza pinturicchio dice che siamo amici in altri lidi. tu
    che lido frequenti? io ogni tanto vado alle capannelle! @ giovanni
    furnari se vuoi al lido c’è spazio pure per te. @
    pinturicchio….vabbè puoi venire al lido pure tu….però ti devi
    portare 2 ombrelloni, uno normale e uno più grande. il primo per
    proteggerti dal sole, il secondo per proteggere me, ciro e giovanni
    dalle ********** che dici :-D

  69. AVVISO A TUTTA LA CITTADINANZA DI MISILMERI

    LUNEDI 03 GENNAIO 2011, ALLE ORE 09.00, RIUNIONE PRESSO LA PIAZZA COMITATO, PER AFFRONTARE QUESTO PROBLEMA CON IL SIG. SINDACO E CERCARE DI BLOCCARE L’INSTALLAZIONE DI QUESTO NUOVO RIPETITORE DI TELEFONINI NEL TERRITORIO DI MISILMERI, IN FASE DI INSTALLAZIONE PROPRIO A DUE PASSI DALLE ABITAZIONI.
    SIETE INVITATI A PARTECIPARE.

  70. @abracadabra:
    mi stanno bene anche le capannelle ma preferisco il lido poseidon di cefalu’…. mare discreto..spazi tra ombrelloni decenti.. ristorante buono e ci sono anche le prese di corrente per collegare il caricabatterie del cervello di pinturicchio!!
    Comunque cara abracadabra…i miei complimenti per i tuoi commenti sempre intelligentemente ironici!!!

  71. @ abracadabra @ iro costanza
    Su facebook condividete l’amicizia quindi le c**********e condividetele su quel lido,….. fra non molto ci sarà anche giovanni.

  72. @pinturicchio
    vedo che leggi nel segreto delle mie intenzioni,io condivido l’amicizia su facebook con Ciro già da un bel pò,controllando i suoi amici,non ho visto abracadabra,sempre se è la persona che credo di avere intuito,così come abra non è fra i miei amici su facebook.buon anno anche a te

  73. @ ciro e giovanni furnari, caso mai rimane qualche sdraio libera posso unirmi alla ” cumarca”? a una condizione, che ci sia abracadabra , perchè voglio conoscerla!

  74. @ambrosoli:
    il giorno che abracadabra ci dara’ questo onore faro’ in modo di farti invitare….. un po’ di miele e’ sempre gradito!!

  75. @ambrosoli
    Figurati,con grande piacere,per me può unirsi al gruppo anche pinturicchio.Penso pure che abracadabra non dovrebbe rifiutare,allettata com’è da ben 2 proposte di matrimonio a scatola chiusa….

  76. Se non sbaglio é gia sposata ,in caso contrario mi potete onorare di celebrare il matrimonio ??? fatemi sapere cosi mi tengo libero. AUGURONI

  77. @ pinturicchio.
    è la seconda volta che te lo dico : HAI CAPITO TUTTO! MA CHI SEI SCECCO HOLMS? :-D

    @ giovanni furnari
    non hai il mio contatto su facebook per un motivo serissimo. IO NON HO FACEBOOK!

    @ ciro costanza
    apprendo qui da pinturicchio che su facebook condividi cazzate con qualcuno e che avete trasformato il social network in un lido. mi fa piacere. comunque hai ragione, meglio cefalù…concordo….ci andiamo tutti giovanni, tu, io, pinturicchio, e ambrosoli. pinturicchio guida però, non vorrei che ci prendessero una multa! con lui siamo al sicuro!
    ti ringrazio per gli apprezzamenti sui miei commenti. sei gentile!
    @ giovanni
    io non rifiuto mai proposte piacevoli…..ci vediamo tutti al mare! ma….pinturicchio sa nuotare?
    ahahah ciao a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: